Come fare le equivalenze: misure agrarie

di Valerio Fioretti tramite: O2O difficoltà: media

Anche se la cosa non fa piacere a tutti, la matematica è qualcosa di costante nella vita di ognuno di noi. Ogni giorno abbiamo a che fare con calcoli di ogni genere, che siano semplici o particolarmente difficili. Poco importa, l'importante è sapersi barcamenare e risolvere anche il più semplice dei problemi. Se possiedi dei terreni agricoli e devi trasformare delle misure agrarie in altre misure equivalenti, oppure, più semplicemente se sei uno studente e non hai idea di come si effettuino le equivalenze con le misure agrarie, leggi attentamente la guida seguente per fare questo calcolo nel modo corretto. Ti spiegheremo attraverso pochi e semplici passaggi come procedere, risolvendo tutto velocemente. Mettiamoci all'opera quindi.

1 Le misure agrarie vengono impiegate per misurare i terreni. Per fare le equivalenze con le misure agrarie, cioè eseguire delle trasformazioni da una misura agraria ad un'altra che sia essa maggiore o minore, devi prima conoscerne il nome ed il relativo simbolo.
Le misure agrarie sono divise in tre categorie: l'ettaro, l'ara e la centiara.
I relativi simboli vengono rappresentati con le abbreviazioni ha, a, ca.
Questi ultimi corrispondono rispettivamente ad ettometro quadrato, decametro quadrato e metro quadrato.

2 Se vuoi trasformare una misura maggiore in una minore devi moltiplicare la cifra data per 100 o per 10 000. Potrai stabilire quale moltiplicatore utilizzare a seconda del fatto che, nella lettura, ti sei spostato verso destra di uno o due posti sulla scala.
Esaminiamo insieme questo esempio pratico:
ha 4 = ca
da ettaro a centiara intercorrono 2 posti sulla scala (ossia ara e a seguito centiara) per cui devi moltiplicare per 10 000 e quindi otterrai:
ha 4 = ca 40 000
Potrai quindi notare che 4 ettometri quadrati (in ettari) corrispondono a 40 000 metri quadrati (in centiare).

Continua la lettura

3 Se vuoi, invece, trasformare una misura più piccola in una più grande devi eseguire la stessa identica operazione solo che, al posto di moltiplicare il numero, dovrai dividere lo stesso per 100 oppure 10 000.  La scelta potrà essere effettuata in base allo stesso criterio spiegato in precedenza, con l'unica eccezione che, invece di effettuare la lettura verso destra, dovrai effettuare la lettura verso sinistra.  Approfondimento Come fare le equivalenze: misure di peso (clicca qui)
Esaminiamo nuovamente un secondo esempio pratico per chiarire il concetto:
a 4000 = ha
da ara ad ettaro intercorre un solo posto verso sinistra (l'ettaro) e quindi devi dividere la cifra che disponi per 100.  Il risultato della tua equivalenza sarà quindi: a 4000 = ha 40
Infatti 4 000 metri quadrati (are) corrispondono 40 ettometri quadrati (ettari).  Ricorda bene di studiare i simboli e, qualora ne avessi bisogno, crea una scala mettendo come punto iniziale lo 0 o un punto e scaldando e salendo le varie unità di misura.  In questo modo potrai sia memorizzare bene i simboli e i nomi sia evitare di sbagliare confondendo gli stessi durante il calcolo.
Realizzare le equivalenze non è semplice, e nemmeno intuitivo se non si è abituati a farle.  Per imparare ci vuole un po' di tempo e tanta pratica.  Seguendo le istruzioni di questa guida sarete in grado di impararle nel più breve tempo possibile e senza troppe difficoltà.  Non mi resta quindi che augurare buon lavoro.
Alla prossima.

Come fare le equivalenze: misure di capacità Fare le equivalenze vuol dire scrivere la stessa quantità in due ... continua » Come spiegare le equivalenze Per la maggior parte dei bambini e dei ragazzi la matematica ... continua » Come convertire i gradi Fahrenheit in gradi Celsius e viceversa Nel mondo, per misurare le grandezze, vengono spesso utilizzate unità di ... continua » Come scomporre le misure di lunghezza Nelle unità di misura di lunghezza, la cifra Intera è situata ... continua »

Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore degli stessi, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.