Come fare le divisioni con la virgola

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Chi si ricorda del mitico pallottoliere? In effetti viviamo in un’epoca in cui per fare le operazioni matematiche non occorre neanche piú la calcolatrice, dato che possiamo comodamente usare un telefono cellulare, a tutto discapito peró dell’agilitá della nostra mente, che andrebbe sempre esercitata, anche con le tabelline. Come si esegue ad esempio una semplice divisione? E le divisioni con la virgola? Se volete ripassare il metodo appreso sui banchi scolastici o spiegarlo ai vostri figli, ecco le istruzioni.

25

Iniziamo con alcune nozioni di base, tanto per capirci: in matematica i numeri possono essere “interi” (senza virgola) oppure ”decimali” ovvero provvisti di virgola ed altri numeri a seguire; questi numeri posti dopo la virgola si chiamano proprio “decimali” ed identificano il numero ad 1, 2 o piú decimali (o piú precisamente decimi, centesimi, millesimi). Ad esempio: 9 è un numero intero, 9,5 un numero con 1 solo decimale, 9,55 con 2 decimali (centesimi) e cosí via. Risolvere una divisione significa trovare quante volte un numero, che si chiama Divisore (il numero alla nostra destra) è contenuto in un altro numero detto Dividendo (il numero alla nostra sinistra) ed il metodo per risolvere l’operazione cambia a seconda del fatto che uno dei 2 fattori sia o meno dotato di virgola.

35

PRIMO CASO: Dividendo intero, Divisore decimale. Dobbiamo rendere intero anche il divisore, quindi la prima domanda da farsi è: quanti sono i decimali? Quindi moltiplicare entrambe per 10, 100, 1000, tanti zeri quanti sono i decimali. Esempio: 840:4,2. Il divisore ha 1 decimale quindi dovremo moltiplicare entrambe x 10, ottenendo 8400:42. Il 42 sta nel 84 2 volte col resto di 0, poi il 42 sta nello 0 0 volte col resto di 0, ancora una volta il 42 sta nello 0 0 volte col resto di 0 ed risultato è 200. 
SECONDO CASO: entrambe sono numeri decimali. In questo caso prevale il numero dotato di maggior numero di decimali. Poniamo 1,02:3,4, il dividendo vince avendo 2 decimali contro 1 del divisore; pertanto dovró moltiplicare entrambe x 100, ottenendo 1020:340. Entrambe sono interi quindi procediamo: 34 sta nel 102 3 volte col resto di 0.

Continua la lettura
45

TERZO CASO: Dividendo decimale e il Divisore intero. Iniziamo a svolgere l’operazione normalmente, scrivendo quante volte il divisore intero ci sta nel dividendo intero, poi una volta giunti alla virgola dovremo semplicemente aggiungerla anche al risultato o “quoziente” e proseguire nella divisione, aggiungendo i decimali. Se non otterremo un resto pari a 0, potremo essere piú o meno precisi o approssimati a seconda di quanti decimali vogliamo attribuire al nostro quoziente. Ad esempio 28,4:12. Il 12 ci sta 2 volte nel 28 col resto di 4, quindi inserisco la virgola; abbasso il 4 ed ottengo resto 44; il 12 sta nel 44 3 volte col resto di 8; aggiungo uno 0 ed ottengo 80; il 12 sta nel 80 6 volte col resto di 8 e cosí di seguito. Risultato approssimato a 2 decimali: 2,36.

55

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

5 metodi diversi per fare le divisioni

Moltissimi alunni delle classi primarie, devono sempre cimentarsi con i primi approcci alla matematica, che coinvolgono le quattro operazioni principali: moltiplicazione, addizione, sottrazione e divisione. Con questi calcoli che possono essere difficoltosi...
Elementari e Medie

Come svolgere le moltiplicazioni e divisioni per 10, 100, 1000

Difficoltà a svolgere in modo rapido moltiplicazioni e divisioni per 10, 100, 1000? Volete aiutare i vostri ragazzi a fare i compiti di scuola? La soluzione è all'interno di questa guida: queste operazioni, che si trovano spesso nei libri di matematica...
Elementari e Medie

Come spiegare le divisioni con le virgole

La matematica è una delle discipline in cui i bambini, ma non solo loro, trovano maggiori difficoltà: numeri, calcoli sempre più astratti, regole da ricordare, possono essere per i più piccoli degli ostacoli quasi impossibili da superare. Tuttavia,...
Elementari e Medie

Come moltiplicare con i numeri decimali

Il nostro sistema di numerazione viene definito decimale, perché l’insieme delle dieci unità di un determinato ordine costituiscono una unità dell’ordine superiore: quindi, 10 unità formeranno 1 decina e, a sua volta, 10 decine 1 centinaio, 10...
Elementari e Medie

Come fare la prova della divisione con la virgola

In questa guida andrete a vedere come fare la prova della divisione con la virgola. Quando la gente scopre un'importante formula di matematica sembra sempre aspettarsi qualcosa. Ciò significa che si può fare la matematica con incredibile facilità ed...
Superiori

Come convertire percentuali, frazioni e numeri decimali

Ci sarà sicuramente capitato, di dover studiare alcuni argomenti di matematica, che non siamo riusciti a comprendere alla perfezione. Questo tipo di disciplina, cosi come le altre discipline scientifiche, sono molto complesse e non è mai facile riuscire...
Elementari e Medie

Come stabilire il tipo di numero decimale dalla sua frazione generatrice

Nella concezione classica, una frazione è un modo per esprimere una quantità basandosi sulla divisione di un oggetto in un certo numero di parti uguali. Ogni frazione corrisponde ad un numero decimale, come ad esempio 2,54, ossia un numero formato da...
Superiori

Come convertire le frazioni in decimali

Un concetto molto importante in matematica, ma che trova ampio utilizzo nella vita di tutti i giorni, è quello delle frazioni. I matematici hanno sempre cercato un modo per rappresentare una parte di un in intero con dei numeri e, dopo una lunga serie...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.