Come Esprimere I Confronti In Cinese

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Lo studioso delle lingue dell'oriente, durante l'apprendimento della complicata lingua cinese, si ritrova certamente di fronte ad un linguaggio di elevato interesse, che associa una grammatica non eccessivamente complessa ad una ricchezza quasi illimitata di sfumature. Nella seguente semplice e rapida guida che vi andrò ad enunciare immediatamente nei passaggi successivi, vi spiegherò molto brevemente, ma comunque dettagliatamente, come bisogna tradurre le comparazioni linguistiche in questo affascinante idioma, ovvero come si devono esprimere i confronti in cinese!!!

24

Innanzitutto, sappiate che per tradurre correttamente in cinese le comparazioni tra oggetti e/o persone, è necessario seguire sempre tale ordine nella sequenza di parole: 1) mettete l'elemento iniziale (ovvero la persona, la cosa, ecc.) ricompreso nel confronto; 2) collocate una particella che esprime la tipologia di comparazione (questa ve la spiegherò dettagliatamente nel prossimo passaggio della seguente facile e rapida guida); 3) ponete il secondo elemento che viene messo a raffronto con il primo; 4) riportate l'aggettivo rappresentante la qualità che è oggetto della comparazione tra i due termini indicati precedentemente.

34

Specificatamente, la prima particella che effettivamente guida il processo d'identificazione di una comparazione tra oggetti e/o persone è "mei", la quale vi permette di esprimere un rapporto di minoranza tra il primo ed il secondo termine di confronto: pertanto, qualora dobbiate dire che Massimiliano è meno grasso di Alessandro, sapendo che l'aggettivo "grasso" si traduce con la parola "pang", la traduzione che potrete proporre sarà "Massimiliano mei Alessandro pang". Viceversa, se dovete esprimere una comparazione di maggioranza, la particella che vi sarà indispensabile è "bi".

Continua la lettura
44

Adesso che conoscete questa utile informazione che vi ho appena dato, se desiderate affermare in cinese che Gennaio è maggiormente grigio rispetto al mese di Giugno, la vostra proposta dovrà essere "Yiyue bi liuyue hui". Il paragone in termini di maggioranza consente anche la forma negativa, che si ottiene impiegando le due particelle "bu bi" al posto della "bi". L'ultima formula di comparazione esistente è quella d'uguaglianza e, in questo caso, la struttura sintattica è leggermente differente rispetto ai due casi già esaminati: infatti, oltre alla particella specifica "he", dovrete precedere l'aggettivo con la parola "yiyang".

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Lingua cinese: la frase negativa

Quando sentiamo parlare in lingua cinese, oppure basta solamente guardare come si scrive tale lingua, grafici complicati e stranissimi, estremamente lontani dalla nostra scrittura, pensiamo che tale lingua sia molto difficile e complicata da imparare...
Lingue

Lingua cinese: i complementi

Il cinese mandarino è la lingua in assoluto più diffusa al mondo, parlata da circa 886 milioni di persone distribuite fra Cina, Taiwan, Singapore e Malaysia.La sua struttura e il suo vocabolario la rendono estremamente diversa dalle lingue neolatine,...
Lingue

Come Usare I Classificatori In Cinese

Il cinese è la lingua più parlata al mondo come madrelingua, nonché una delle quattro lingue ufficiali di Singapore ed una delle sei lingue delle Nazioni Unite. Una delle principali difficoltà che si incontrano nello studio di questa bellissima lingua...
Lingue

Lingua cinese: gli avverbi

Una lingua si compone di tante parti, sintassi, grafia, fonetica, ecc. Per impararla un dettaglio fondamentale da conoscere è la grammatica. Sì esatto, proprio quella che anche in italiano, fatichiamo a studiare per pigrizia ma senza la quale i nostri...
Lingue

Lingua cinese: le subordinate

Il cinese che solitamente studiamo noi occidentali è il mandarino moderno Pǔtōnghuà, traducibile come “lingua comune”. Si tratta di una lingua priva di una grammatica complessa come la nostra, ma ricca di variazioni sintattiche. Nella grammatica...
Lingue

Lingua cinese: la frase passiva

Al giorno d'oggi, conoscere diverse lingue straniere è diventato quasi indispensabile per entrare a far parte del mondo del lavoro, specialmente se si intende scegliere un lavoro che richiede di intraprendere rapporti con colleghi che svolgono le proprie...
Lingue

Il comparativo nella lingua francese

Il comparativo è una funzione grammaticale riscontrabile in ogni lingua e serve per fare il confronto fra due termini che possono essere sostantivi, aggettivi, avverbi o forme verbali. Scendendo più nel dettaglio, è possibile rintracciare 3 tipi di...
Lingue

Come tradurre i nomi dal cinese all'italiano

La lingua cinese è un idioma molto affascinante e per alcuni versi anche abbastanza difficile da apprendere per un madrelingua italiano. Naturalmente è vero anche il contrario; stiamo parlando di un lingua antichissima che prevede l’utilizzo di ideogrammi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.