Come Esporre Nel Modo Migliore La Tesina Di Maturità

di Giuseppina Lombardo tramite: O2O difficoltà: media

L'esame di maturità si conclude con l'interrogazione verbale. In questo frangente avviene anche l'esposizione della tesina. La preparazione di quest'ultima, da parte di ogni studente, ha sicuramente richiesto grande applicazione. Pertanto è importante evidenziarla nel modo più consono. Bisognerà prepararsi a tal uopo, fissando dei punti cardine. L'incontro con la commissione è sicuramente un avvenimento emozionante. Però è necessario che non prevalga il turbamento. La preparazione della tesina è un lavoro sofferto. E non dovrà subire alcuna vanificazione. Anzi, durante il colloquio orale, bisognerà valorizzarlo al massimo. Ecco dunque come esporre nel modo migliore la tesina di maturità.

Assicurati di avere a portata di mano: Un cronometro Un registratore

1 Per iniziare, consideriamo che l'esercizio è fondamentale. Alleniamoci nel ripetere la tesina disinvoltamente. Acquisiremo senz'altro più sicurezza. In questo contesto, l'ausilio di un registratore e di un cronometro è essenziale. In tal modo, verificheremo il tempo impiegato per esporre chiaramente e serenamente i punti salienti della nostra tesina. La nostra esposizione dovrà aggirarsi intorno ai 10 minuti circa. Registriamo quindi la nostra trattazione orale. Infine riascoltiamola, per controllarne la chiarezza.

2 Quando saremo davanti alla commissione, cerchiamo di concentrarci solo sui punti salienti della tesina evitando giri di parole, in modo tale da non perdere il filo del discorso. Respiriamo profondamente e rilassiamoci; il resto verrà da sé. Ricordiamo tuttavia di non parlare troppo velocemente, per non dare l'impressione di aver imparato tutto a memoria. Cerchiamo di tenere a bada le nostre emozioni. Concentriamoci quindi, solo ed esclusivamente, sull'argomento della tesina. Immaginiamo semplicemente di raccontare, in un contesto tranquillo, un concetto che ha particolarmente meritato il nostro interesse e la nostra attenzione. Tendiamo quindi ad illustrare le ragioni del nostro interessamento. Ed il modo in cui abbiamo percepito e sviluppato l'argomento in questione.

Continua la lettura

3 Evitiamo di parlare troppo velocemente, per timore di non riuscire a dire tutto ciò che vorremmo.  Potremmo dare l'impressione di essere dei soggetti esageratamente agitati, rischiando di non risultare perfettamente comprensibili.  Approfondimento 5 semplici passi per preparare una tesina (clicca qui) Parliamo con calma e non allarmiamoci se il tempo non sarà sufficiente.

4 Di volta in volta, dirigiamo il nostro sguardo verso l'interlocutore più interessato al punto in questione. Tuttavia, ogni tanto lanciamo un'occhiata di complicità a tutti, in modo da farli sentire comunque partecipi del nostro discorso. Ad esempio, se parliamo di un argomento di lettere italiane, rivolgiamo prevalentemente il nostro sguardo verso il commissario di quella materia. Infine, cerchiamo di avere un tono di voce che rispecchi quello del nostro interlocutore.

Come fare la tesina per l'esame di maturità Con l'avvicinarsi dell'esame di maturità tendono ad aumentare, molto ... continua » 10 idee per la tesina di terza media La tesina di terza media è un programma di materie collegate ... continua » Come fare la tesina pluridisciplinare per la maturità La scuola dell'obbligo prima e la scuola superiore dopo, termina ... continua » Tesina di maturità: come impostare l'argomento Certamente il momento dell'orale è una delle fasi più temute ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Guida per una tesina perfetta

L’esame di maturità è alle porte? Tranquilli: calma e sangue freddo. Una parte molto importante di questa prova è rappresentata dalla presentazione della fantomatica ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.