Come esercitarsi per il compito di latino

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Imparare una nuova lingua non è mai un impresa semplice ed affrontare una prova scritta durante un compito in classe, spesso per molto studenti rappresenta un grosso ostacolo da superare. In questa breve guida, ci occuperemo di fornire alcuni semplici ma utili consigli su come affrontare al meglio il compito di latino, che specialmente se si è alle prime armi, non è un'impresa alla portata di tutti. È doveroso sottolineare che se non si è acquisita abbastanza dimestichezza con questa lingua antica, madre della nostra lingua italiana, non saremo in grado di comprendere al meglio il messaggio di un autore lontano nel tempo di almeno duemila anni. Pertanto vediamo allora come esercitarsi!

25

Occorrente

  • Un libro di grammatica e un dizionario di latino
35

Esercitatevi sulle versioni di un solo autore

Al fine di raggiungere lo scopo prefissato in breve tempo e nel migliore dei modi, il primo passo da compiere sarà quello di esercitarsi effettuando traduzioni di versioni di un solo autore in particolare, e precisamente quello che è anche l'autore dell'opera da tradurre al compito. Pertanto non esercitiamoci traducendo una qualsiasi versione ma solo le opere scaturite dall'arte di quel preciso autore, poiché solo lui potrà possedere un certo tipo di lessico, questo inoltre avrà un suo modo particolare di esprimersi attraverso la sintassi ed esclusivamente lui avrà la propensione a trattare determinati argomenti piuttosto che altri. Nel caso in cui, non conoscessimo l'autore, basterà esercitarci seguendo gli argomenti di grammatica latina che abbiamo studiato: bisognerà ripetere in modo preciso le declinazioni, le forme verbali e tutti i tipi di proposizione affrontati e che saranno oggetto di verifica.

45

Esercitatevi a voce alta

Il consiglio da seguire per ripetere al meglio la grammatica, è quello di esercitarsi ad alta. Questa pratica, generalmente ha molto successo. Inoltre, risulta molto utili anche trascrivere su un quaderno tutte le preposizioni con le quali si vedono formati i vari complementi. Fatto ciò, sarà più semplice accostarci ad una versione di latino al fine di scomporne le frasi secondo i criteri dell'analisi logica. Individuate quindi per primo il verbo di ogni frase, poi il soggetto, e successivamente i complementi con le relative proposizioni. Basterà quindi cercare i significati delle parole in un dizionario e comprendere la tematica che l'autore sta affrontando. Una volta tradotta la frase, il consiglio è quello di rileggerla per verificare che essa risulti corretta anche in lingua italiana.

Continua la lettura
55

Conclusione

Infine, possiamo concludere con l'affermare che non esistono "scorciatoie", ma il miglior suggerimento da seguire, è quello tradurre molto, quanto più possibile. Non esistono altre vere regole: solamente con la costanza e con l'impegno adottato nel difficile esercizio della traduzione potremo ottenere i risultati migliori. Anche in questo caso infatti vale la regola che recita: "quel che semini raccogli!".

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come tradurre una versione di latino o greco

Tradurre una versione di latino o greco è un' impresa per molti studenti dei vari licei, complice il fatto di non avere studiato alle scuole medie queste materie adeguatamente, si ritrovano senza la preparazione necessaria. In ogni caso non essendo obbligatorio...
Superiori

Come tradurre al meglio una versione di latino

Per sapere come tradurre una versione di latino è opportuno seguire una serie di suggerimenti. Per prima cosa bisogna leggerla due o tre volte, sia se si è alle prime armi, sia se si mastica già questa lingua. Poi si passa all'analisi del periodo,...
Superiori

Come tradurre l'ablativo latino

La guida che andremo a produrre lungo i passi che seguiranno questa breve introduzione, avrà come principale tematica il latino. Come avrete potuto preventivamente comprendere tramite la lettura del titolo che accompagna la guida, ora andremo a spiegarvi...
Superiori

Grammatica greca: come riconoscere e tradurre il genitivo assoluto

Il genitivo assoluto è un costrutto della grammatica greca molto difficile da riconoscere e da tradurre. Dal punto di vista logico non appare complicato. Quando lo hanno spiegato in classe, infatti, pensavamo di averlo capito perfettamente. Il soggetto,...
Superiori

Come tradurre le versioni di latino

La versione di latino, è da sempre il disagio apparente, che mette in crisi migliaia di studenti del liceo. La traduzione dal latino, infatti, non è per niente semplice se non si utilizza uno schema di lavoro ben preciso e non si possiede una buona...
Superiori

Come Formare Il Superlativo In Latino

Generalmente gli aggettivi che determinano una qualità del nome cui si riferiscono si dicono qualificativi. Essi possono essere di tre gradi (cioè la misura in cui tale qualità è presente nella persona o cosa indicata dall'aggettivo):- Grado positivo:...
Superiori

Versioni di greco e latino: come affrontarle

Il liceo è una delle scuole superiori più impegnative che uno studente possa scegliere, a causa di un gran numero di materie vengono approfondite e che variano dalla matematica al latino e, se si sta parlando di liceo classico, al greco. Queste due...
Maturità

Versione di latino alla maturità: i consigli per tradurla meglio

La prova più difficile e attesa da tutti gli studenti all'esame di maturità di un liceo classico, è la temutissima seconda prova: la traduzione di una versione di latino o di greco. Se siete sempre stati bravi nella traduzione dei testi classici sicuramente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.