Come eseguire una conversione da corrente a tensione

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Un generatore di tensione è un dispositivo che viene utilizzato per generare e mantenere una differenza di potenziale elettrico ai suoi capi (anche detti poli o morsetti). Il generatore di tensione è formato da due poli, per cui, dal punto di vista della componente, si tratta di un bipolo. In questa guida ti spiego come procedere per eseguire una conversione da un generatore di corrente a uno di tensione. Questo calcolo è piuttosto difficile e richiede, prima di essere compreso, un po' di prove. Procedi quindi sempre con molta calma e massima attenzione ed eseguite ogni passaggio nell' ordine in cui viene presentato. Questo è molto importante al fine di non commettere errori. Dal punto di vista circuitale, il modo più semplice per convertire la corrente in una tensione consiste nell'uso di una semplice resistenza. La tensione prodotta potrà poi essere amplificata ed eventualmente trattata per l'eliminazione dell'offset. Uno dei casi più comuni in cui occorre convertire la corrente prodotta dal trasduttore in una tensione, è quando si dispone un trasduttore che produce in uscita non una tensione, ma bensì una corrente che sia proporzionale alla grandezza da misurare. Ecco come eseguire una conversione da corrente a tensione.

25

Se disponi di un generatore reale di corrente, per il quale Io = 0,1A, Ri = 1000A, puoi convertirlo in tensione, purché E = Ri Io = 1000. 0,1 = 100V e Ri = Ri ' = 1000%u03A9. In pratica, nel passaggio da tensione a corrente noterai che la R rimane invariata, mentre invece la corrente Io del generatore di corrente è pari al rapporto tra la E del generatore e la relativa tensione interna. Nel passaggio da corrente a tensione, l' E è pari al prodotto tra la corrente Io e la Ri del generatore di corrente.

35

Se tieni conto di queste relazioni, noterai che i due generatori risultano tra loro equivalenti. Se ad esempio, un accumulatore presenta Eo = 12V e Icc = 100A, la schematizzazione come generatore di tensione è composta da un generatore e dalla sua resistenza interna, che in questo caso devono risultarti pari a E = Eo e Ri = Eo / Icc = 0,12 %u03A9. La schematizzazione come generatore di corrente è mostrata nella figura qui sotto.

Continua la lettura
45

Dal valore di Ri, risulta comunque evidente che la configurazione come generatore di tensione è più in accordo con il comportamento del dispositivo di quanto invece non lo sia quella come generatore di corrente. Noterai infatti che le loro caratteristiche di tensione coincidono perfettamente, e come vedi in figura, un utilizzatore collegato ai morsetti AB non è in grado comunque di distinguere se lo alimenta un generatore di tensione o uno di corrente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Teorema dell'assorbimento della sorgente: dimostrazione

Del teorema dell'assorbimento della sorgente se ne parla quando è possibile sostituire un generatore di corrente controllato con un'impedenza. Precisamente ci troveremo in presenza di un generatore di corrente "Y (r)" controllato dalla caduta di tensione...
Superiori

Come applicare il teorema di Thevenin

Il teorema di Thevenin, un ingegnere francese che è vissuto tra il 18° ed il 19° secolo, rappresenta una via di risoluzione abbastanza semplice, riguardante le reti lineari complesse. Ovviamente, a prima vista può apparire come qualcosa di complicato,...
Superiori

Appunti di fisica: i circuiti

Questi appunti di Fisica sono volti a fornire all'utente alcuni elementi chiarificatori circa lo studio dei circuiti elettrici. Occorre prima di tutto dare la definizione di corrente elettrica ovvero quel flusso di elettroni che si muove in maniera ordinata,...
Università e Master

Come determinare un bipolo ideale

Il bipolo rappresenta una rete elettrica complessa e di cui non si conosce la composizione interna, che può essere accessibile solo utilizzando una coppia di morsetti. Il risultato interessante è il comportamento attuato esternamente in termini di relazione...
Università e Master

Come risolvere un circuito col metodo potenziali nodali

Per risolvere un circuito col metodo potenziali nodali, è necessario utilizzare la legge di Ohm, in moda da rilevare le correnti sconosciute dai potenziali nodi e dalle fonti di tensioni quando è necessario. Per tutte le correnti sconosciute, bisogna...
Università e Master

Come disegnare la curva di Peano

Cercando su internet, e scrivendo "curva di Peano" si trovano varie curve che hanno la proprietà di riempire una porzione di piano. Ovviamente non è possibile disegnarle (a meno che non si disegni un quadrato tutto nero), perciò in genere sono disegnate...
Superiori

Come funziona un circuito in corrente alternata

Quando parliamo di corrente alternata si intende il classico circuito elettrico cpresente nell'impianto di casa. Le differenze tra corrente alternata e corrente continua sono numerose, in particolare la prima viene solitamente usata per vantaggi economici...
Università e Master

Come dimostrare il teorema di Thevenin

In questa guida verranno date alcune informazioni utili su come dimostrare correttamente il teorema di Thevenin. Esso sostiene che qualsiasi rete elettrica lineare con tensione e con generatori di corrente, può essere sostituita ai morsetti "AB" di una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.