Come Effettuare Un'Apertura Di Epossido In Ambiente Basico

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Gli epossidi vengono classificati come eteri, nonostante le tante differenze. Per ambiente basico si intende una soluzione nella quale il pH (ovvero la concentrazione di ioni H+) è minore di 7.
In questa semplice ed altrettanto utile guida scopriremo insieme come effettuare passo dopo passo una reazione di apertura di epossido molto particolare grazie alla quale si ottengono i dioli in configurazione trans. In particolare ci soffermeremo su condizioni di reazioni specifiche, infatti eseguiremo tutta la reazione in ambiente basico.

25

Occorrente

  • Manuale chimica organica
35

Un epossido è un composto organico che fa parte della famiglia degli eteri (sono dei particolari tipi di eteri, poiché hanno una reattività tutta differente e particolare). Un epossido è, nello specifico, un etere ciclico (cioè a struttura carboniosa chiusa) nel quale l'atomo di ossigeno è uno degli atomi di un anello composto da tre termini. Una volta effettuato questo breve ripasso accademico, possiamo decidere di proseguire insieme.

45

Per essere pronti ad eseguire al meglio il lavoro dovrete, innanzitutto, premunirvi di un efficace manuale di chimica organica e con esso dovrete eseguire una ripetizione completa della famiglia degli epossidi, e delle loro caratteristiche chimico-fisiche. Cercate, in particolar modo, di soffermarvi su tutta la parte riguardante non solo la nomenclatura, ma anche la stereochimica, senza tralasciare le formule di struttura. Attaccate l'atomo di carbonio (quello adiacente all'ossigeno dell'epossido), ricordandovi assolutamente che essendo una reazione di Sostituzione Nucleofila del tipo SN2 dovrete scegliere quello più accessibile all'attacco nucleofilo e quindi quello meno che si trova nello stato sostituito. Dovete scegliere un epossido da far reagire, un epossido dalla struttura semplice e senza troppe ramificazioni accessorie. Fatto ciò dovete preoccuparvi di creare un ambiente basico, quindi avrete bisogno di inserire in reazione degli OH carichi negativamente. A questo punto bisognerà eseguire una reazione di SN2 utilizzando l'idrossido come nucleofilo forte.

Continua la lettura
55

Di conseguenza, ricordatevi di rompere il legame Carbonio-Ossigeno, aprendo in due l'epossido e facendo ricadere la carica negativa sull'ossigeno stesso. Riportate alla neutralità l'ossigeno strappando un protone H+ da una molecola di acqua ed il gioco è fatto, avete ottenuto con successo un diolo, liberndo OH-, il che è corretto poiché ci si trova in ambiente basico.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come Idratare Le Aldeidi E I Chetoni

L'idratazione, ovvero l'aggiunta di una molecola d'acqua, è un processo che avviene naturalmente in molti organismi e sistemi biologici ogni secondo. Con questa guida ci occuperemo di spiegarvi, in particolare, come bisogna procedere per idratare le...
Università e Master

Appunti di chimica: idroborazione di un alchene

L'idroborazione di un alchene è una reazione della chimica organica molto importante in quanto consente l'idratazione di un doppio legame olefinico con regiochimica anti-Markovnikov. La reazione, per ottenere i prodotti finali viene poi seguita da una...
Università e Master

Come Produrre Le Ammine E Le Enammine

La formazione di ammine ed enammine è senza dubbio una tipica reazione di addizione nucleofila al carbonile di composti quali aldeidi e chetoni da parte di alcuni composti a carattere di nucleofili, rispettivamente, come le ammine primarie o le ammine...
Università e Master

Come Sintetizzare L'acido Benzoico Tramite La Reazione Aloformio Dei Metilchetoni

La reazione aloformio consiste nella alogenazione in ambiente basico di un metilchetone con produzione dell'acido carbossilico con un carbonio in meno e di aloformio, per questo è anche considerata una ossidazione. In ambiente basico i metilchetoni vengono...
Università e Master

Come calcolare il punto isoelettrico di un amminoacido

Come voi lettori e lettrici probabilmente saprete, la biochimica è una scienza branca della chimica, la quale si occupa dello studio della biologia e della chimica relazionate al funzionamento degli organismi viventi, tra cui ovviamente l'uomo. Più...
Università e Master

Chimica organica: sostituzione nucleofila

La chimica è una materia affascinante e vasta, ma di non facile comprensione per la maggior parte degli studenti. Infatti per capirla al meglio ci vogliono anni e anni di studio, e soprattutto per riuscire a padroneggiarla come si deve. In riferimento...
Università e Master

Come Sintetizzare Un Etere Da Un Alcol

Gli eteri sono dei composti costituiti da due gruppi alchilici legati insieme mediante un atomo di ossigeno. A temperatura e pressione ambiente, tendono ad essere più volatili degli alcoli perché a differenza di questi ultimi, non possono creare legami...
Università e Master

Come dare la nomenclatura Iupac ai composti ossidi

Durante i cinque anni di liceo tutti gli alunni, specialmente coloro che frequentano il liceo scientifico, devono affrontare il tanto temuto capitolo della Nomenclatura, cioè del dare i nomi specifici ad ogni elemento e composto chimico. Esistono diversi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.