Come Effettuare Una Alogenazione Radicalica

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

In chimica organica alcune reazioni si possono definire dei veri e propri cardini in quanto sono le basi per poter eseguire dei procedimenti e degli esercizi abbastanza complessi ed articolati. Tra queste reazioni si trova anche l'alogenazione radicalica. Quest'ultima è una reazione di sostituzione radicalica catalizzata dalle azioni della luce e del calore. Leggendo questo tutorial si possono avere delle corrette indicazioni e degli utili consigli su come è possibile effettuare correttamente una alogenazione radicalica.

24

Questa tipologia di reazione riguarda la famiglia più semplice della chimica organica, cioè per intendersi gli alcani. Per riuscire a comprendere meglio i passaggi successivi della guida è consigliabile fare una ripetizione su: le proprietà di questa famiglia, il tipo di legame e quello di ibridazione. Tutto il lavoro da svolgere non è faticoso in quanto gli alcani rappresentano una delle famiglie più semplici. Dopo aver fatto la ripetizione si può finalmente cominciare ad eseguire la reazione vera e propria.

34

Gli alcani hanno poca reattività per cui la reazione ha bisogno di energia; infatti, bisogna aggiungere al vettore di reazione i simboli di energia luminosa oppure quelli di energia termica. Come alogeno si può decidere di utilizzare una molecola di Cl2, invece come alcano il metano CH4. A causa dell'energia luminosa l'alogeno forma due radicali al cloro; in sostituzione di quest'ultimo si può utilizzare il fluoro e lo iodio. Generalmente questi due elementi sono poco adoperati in quanto con il fluoro le reazioni sono abbastanza violente e veloci, mentre con lo iodio avvengono troppo lentamente.

Continua la lettura
44

A questo punto bisogna attaccare il metano con uno dei due radicali. Successivamente togliendo un idrogeno all'alcano si ottiene un radicale al carbonio più una molecola di HCl. In seguito CH3 radicalico va a strappare un Cl da una seconda molecola di Cl2 per cui si ottiene CH3Cl più un radicale al cloro. Quest'ultimo si lega in seguito con un altro radicale libero in soluzione. Se sono stati seguiti attentamente tutti i passaggi riportati all'interno di questa guida si è compreso come è possibile eseguire una alogenazione radicalica. Sicuramente le persone che hanno poca esperienza nel campo della chimica possono trovare i passaggi abbastanza complicati. Tuttavia con un po' di pazienza e con lo studio delle nozioni basilari alla fine si riesce a comprendere questa reazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come Risolvere L'Esercizio Di Reazione Di Clorurazione Del Metano

Quando si studio inevitabilmente ci si può impantanare in argomenti o materie che magari sono fin troppo ostiche o non ci vanno proprio a genio. Tra le tante materie che si possono incontrare nel proprio corso di studi, scolastico o universitario, ve...
Università e Master

Come fare un'adizione di HBr ad un alchene in presenza di perossidi

Se avete bisogno di un aiuto con la chimica organica, questa guida fa sicuramente al caso vostro. In questa guida vedremo Un'adizione di HBr (ovvero di acido bromidrico, che come voi ben saprete è un acido forte che si dissocia completamente) ad un alchene....
Università e Master

Appunti di chimica: alogenazione di un alchene

Nella seguente dettagliata e complessa guida che troverete esposta nei passaggi successivi, cercherò di spiegarvi bene, grazie ai miei appunti di chimica, come funziona esattamente il meccanismo di alogenazione di un alchene. Precisamente, si tratta...
Università e Master

Come Sintetizzare L'acido Benzoico Tramite La Reazione Aloformio Dei Metilchetoni

La reazione aloformio consiste nella alogenazione in ambiente basico di un metilchetone con produzione dell'acido carbossilico con un carbonio in meno e di aloformio, per questo è anche considerata una ossidazione. In ambiente basico i metilchetoni vengono...
Università e Master

Come Effettuare Una Addizione Di Alogeni Ad Un Alchino

In chimica le operazioni tra i vari elementi non possono essere effettuate a caso, ovviamente dietro ogni addizione tra sostanze diverse c'è una formula imprescindibile, che è fondamentale conoscere soprattutto per capirne il meccanismo e prevederne...
Università e Master

Come risolvere l'esercizio di reazione tra 3-esene ed idrogeno molecolare

il 3-esene è una molecola lineare composta da sei atomi di carbonio appartenente al gruppo degli Alcheni. Gli alcheni sono idrocarburi (molecole costituite da atomi di carbonio legati ad atomi di idrogeno) contenenti uno o più doppi legami. Il 3-esene,...
Superiori

Come scrivere la reazione di combustione di un alcano

Una Combustione completa (in quantità sufficiente di ossigeno) di qualsiasi idrocarburo produce anidride carbonica e acqua. Con gli idrocarburi è più difficili eseguire la combustione quando le molecole diventano più grandi; questo perché le molecole...
Superiori

Come realizzare un semplice schema sui gruppi funzionali organici

Una branca molto importante della chimica è rappresentata, senza dubbio, dalla chimica organica, che ha come oggetto lo studio dei processi biologici. Nell'ambito di questa materia non sempre risulta di agevole comprensione la vasta gamma di reazioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.