Come effettuare divisioni attraverso sottrazioni successive

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Alcuni concetti matematici per molti di noi sono difficili da comprendere. Di fatto non possiamo negarlo, bisogna essere predisposti geneticamente per comprendere determinate nozioni. Le operazioni matematiche possono essere risolte in tanti modi e con procedimenti alternativi. Molti ricorderanno che alle scuole elementari ci spiegavano come fare la prova dell'esattezza del risultato con operazioni inverse. La chiamiamo molto comunemente "operazione di prova". L'argomento della guida di oggi ci insegna come effettuare divisioni attraverso sottrazioni successive.

25

Sono concetti che stanno alla base della conoscenza elementare delle operazioni che via via si applicano a concetti molto più complessi se ci troviamo di fronte a cifre più importanti. Di base dobbiamo conoscere quei piccoli "trucchi", che ci permettono di eseguire mentalmente delle operazioni piuttosto che utilizzare le calcolatrice. Un buon insegnamento da tramandare ai più piccoli che a volte abusano delle strumentazioni a loro disposizione.

35

Ipotizziamo di dover dividere 63 per 7. Generalmente le sottrazioni avvengono tra numeri con lo stesso numero di cifre. Se il divisore ha meno cifre dobbiamo aggiungere alla sua destra degli zeri. Quindi per iniziare la prima differenza che devi eseguire è tra 63 e 70 (equivalente al divisore con l'aggiunta di uno zero a destra). Il risultato è -7. Il numero sette è esattamente il nostro divisore di partenza. Otteniamo un risultato negativo. Fermiamoci e contiamo quante sottrazioni abbiamo dovuto eseguire. In questo caso solo una proprio per rendere più semplice la comprensione del concetto.

Continua la lettura
45

In modo rapido e semplice sappiamo con certezza che il quoto ottenuto nella divisione è esatto. Se avessimo ottenuto un risultato non negativo avremmo dovuto proseguire con le sottrazione. Se dal procedimento delle sottrazioni avessimo ottenuto un numero diverso dal divisore, quello sarebbe coinciso con il resto della divisione di partenza. Mentre nel banale esempio che abbiamo preso in considerazione sappiamo che la nostra divisione di partenza ha resto zero in quanto con la sottrazione abbiamo ottenuto il numero esatto del divisore. Abbiamo spiegato come effettuare divisioni attraverso sottrazioni successive.

55

È opportuno infine spiegare il concetto di contenimento delle quantità. Qualcuno certamente ricorderà quando tra i banchi di scuola ci chiedevano per esempio: il numero due quante volte ci sta nel numero dieci? Ecco rievocato il concetto di contenimento. Adesso forse sembrerà un po' più semplice. Nella divisione il contenimento della quantità è espresso dal divisore e dalla quantità del dividendo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come eseguire mentalmente operazioni aritmetiche non banali

Ormai non siamo più abituati ad eseguire calcoli a mente perché abbiamo a disposizione numerosi strumenti elettronici adatti a questo scopo, ma a volte capita di non avere a disposizione una calcolatrice e di dover eseguire mentalmente un calcolo. In...
Superiori

Come risolvere le espressioni con i numeri relativi

Per numero relativo si intende una qualsivoglia cifra compresa nell’intervallo che va da -∞ a +∞. L’insieme viene generalmente indicato con la lettera Z. In matematica l’uso è davvero frequentissimo e la risoluzioni di espressioni che contengono...
Elementari e Medie

Come fare le sottrazioni con l'abaco

L'abaco è è molto diffuso nelle scuole elementari dove viene usato per raggruppare, contare, numerare, comporre, scomporre ed in seguito per eseguire calcoli quali: sottrazioni e addizioni, ma anche moltiplicazioni e divisioni, viste rispettivamente...
Superiori

Come risolvere le espressioni con le frazioni algebriche

Una frazione algebrica è il rapporto tra due monomi o tra due polinomi. Un monomio è un prodotto tra lettere e numeri. La parte numerica è detta coefficiente, mentre le lettere sono detti parti letterali. Un polinomio invece è la somma o la differenza...
Superiori

Come risolvere un'espressione matematica con numeri interi

Nel caso in cui sei sommerso dai libri di matematica che minacciano di sterminare te e tutti i tuoi compagni di classe, che sono fedeli sudditi del tuo odioso professore, le soluzioni sono due. Per prima cosa, potresti intraprendere una guerra all'ultimo...
Elementari e Medie

Come spiegare le divisioni a tre cifre

Vostro figlio va alle scuole elementari, si presenta un giorno col quaderno a quadrettoni e vi chiede di aiutarlo a risolvere le divisioni in colonna a tre cifre. Panico! Se siete genitori non esattamente in buoni rapporti con la matematica, affidatevi...
Superiori

Come svolgere un'espressione aritmetica

Fin da tempi addietro, l'aritmetica non è mai stata tra le materie gradite da una grossa percentuale di persone che trovava ostico fare le svariate operazioni racchiuse in essa. Ciò avveniva perché mancavano gli insegnamenti di base e quindi ogni passaggio...
Elementari e Medie

Come spiegare le divisioni con le virgole

La matematica è una delle discipline in cui i bambini, ma non solo loro, trovano maggiori difficoltà: numeri, calcoli sempre più astratti, regole da ricordare, possono essere per i più piccoli degli ostacoli quasi impossibili da superare. Tuttavia,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.