Come dividere in sillabe in latino

di Luciano Telesco tramite: O2O difficoltà: media

Il latino è una lingua antichissima che ancora oggi è molto diffusa; infatti, basti pensare che si studia nelle scuole ad indirizzo classico, viene usata per definire termini scientifici e botanici, oltre che per celebrare le messe. La lingua precursore del moderno spagnolo, portoghese, francese, rumeno ed ovviamente italiano è tuttavia abbastanza complessa e completa, per cui ci sono alcuni termini e sillabe che necessitano si essere ben coniugate e divise. In riferimento a ciò, ecco una guida su come dividere le sillabe in latino.

1 Nel latino, la conoscenza dell'alfabeto è fondamentale per riuscire a dividere in sillabe le parole. Nell'alfabeto latino le lettere sono 24: A, B, C, D, E, F, G, H, I, K, L, M, N, O, P, Q, R, S, T, U, V, X, Y, Z. Ricordiamo che le parole che contengono le ultime due lettere, Y e Z, non erano prettamente latine, ma quasi sicuramente erano parole straniere. Ma anche altre lettere, meno sospettabili, non sono proprie del più antico livello dell'alfabeto latino. Ad esempio la G, che è più giovane delle altre, poiché originariamente il suono espresso con questa lettera veniva descritto graficamente con la lettera C.

2 Come in tutti gli alfabeti abbiamo una differenza tra consonanti e vocali. Le vocali sono le stesse che per l'italiano: A, E, I, O, U; e si pronunciano come nell'italiano. La Y di origine greca si pronuncia comunque I. Le vocali si possono anche trovare unite insieme. Quando due vocali costituiscono una unità di pronuncia formano quello che viene chiamato "dittongo". I dittonghi sono costituiti da una vocale più forte, la A, la E o la O, e una vocale debole, oppure da due vocali dello stesso tipo. Le combinazioni più frequenti sono: "AE", "AU", "EU", "OE". Rari sono "EI", "UI" ed "YI". I dittonghi "AE" e "OE" si pronunziano E. Ma "Poeta" si legge Poeta, come in italiano, poiché essendoci in latino la dieresi, i due puntini sulla lettera E, ci segna che O ed E non formano dittongo. Anche per le consonanti ci sono dei casi i cui la differenza tra grafie antiche e consuetudini moderne è un po' più rilevante. Ad esempio il gruppo "PH" si pronuncia F, e il gruppo "TI" + vocale che si pronuncia "ZI". Ci sono delle eccezioni. Se il gruppo "TI" + vocale è preceduto da S, T, X; o se la sillaba "TI" è accentata oppure se il gruppo è all'interno di un nome greco, allora si pronuncia "TI".

Continua la lettura

3 Il latino, come l'italiano, divide in sillabe la parola.  La divisione in sillabe è fondamentale perché si possa definire bene l'accento di una parola.  Approfondimento Come Fare La Lettura Metrica Dell'Esametro Latino (clicca qui) Le sillabe sono l'unità fonetica minima indispensabile alla pronuncia delle parole.  Le sillabe in latino possono essere brevi o lunghe.  Sono brevi le sillabe che contengono una vocale breve dopo la quale non ci sia una consonante che fa parte della stessa sillaba.  La consonante che segue fa capo alla sillaba successiva.  Sono lunghe le sillabe che contengono vocali lunghe o che contengono una vocale seguita da una consonante che fa parte della stessa sillaba.  Una volta stabilite quali sono le vocali lunghe e quelle brevi, del fatto che la sillaba finisce in vocale o finisce in consonante e quale è la quantità di ciascuna delle sillabe che compongono la parola, siamo perfettamente in condizioni di stabilire quale deve essere l'accento della parola stessa.

Manuale di pronuncia francese Il francese non è una lingua facilissima, ha una pronuncia molto ... continua » Divisione in sillabe: regole ed eccezioni Nella grammatica italiana uno dei problemi principali, soprattutto alle scuole medie ... continua » La pronuncia del tedesco La pronuncia del tedesco segue delle regole ben definite. In realtà ... continua » Italiano: come dividere le parole in sillabe Sembra facile dividere le parole in sillabe. Ma avete mai provato ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come Parlare L'Alfabeto Farfallino

Il linguaggio farfallino rappresenta un simpatico ed estremamente conosciuto gioco linguistico amato particolarmente dai bambini, i quali imparano in modo veramente semplice a comunicare tra ... continua »

Nozioni di fonetica

In questa guida affronteremo ed analizzeremo insieme alcune nozioni di fonetica.
La fonetica è un ramo appartenente al settore linguistico che definisce i suoni. È ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.