Come diventare tutor scolastico

di Annalisa Spasiano tramite: O2O difficoltà: media

Diventare tutor scolastico significa conseguire l'abilitazione al sostegno di un alunno, in diverse forme, presso l'istituto scolastico o a domicilio, per soggetti con difficoltà di apprendimento o diversamente abili. La figura del tutor ha assunto diverse specializzazioni nel corso degli anni: è, innanzitutto, un professionista che fa da ponte tra il docente e l'allievo, incaricandosi di colmare il divario generazionale, offrire metodi di studio alternativi e creare piani di studio e di crescita personalizzati. Il tutor, insomma, si occupa del singolo e della sua integrazione nei programmi della collettività di appartenenza e svolge un lavoro delicato ed essenziale al sistema scolastico. Vediamo allora come diventare tutor scolastico.

Assicurati di avere a portata di mano: passione studio esperienza

1 Il luogo di lavoro Il lavoro che svolge il tutor riguarda sia l'ambiente scolastico che quello universitario. In tutti i luoghi di apprendimento non è da trascurare il presupposto che ogni individuo, in base al proprio vissuto, alle possibilità e alle inclinazioni si approccia alla conoscenza in maniera differente e, pertanto, necessita di una specifica tipologia di insegnamento. Sarebbe impossibile pretendere una diversificazione del corpo docenti tale da offrire lezioni così particolareggiate: a queste esigenze sopperisce il tutor.

2 Frequentazione del corso Per diventare tutor scolastici occorre frequentare un apposito corso. Non è sufficiente, infatti, conoscere le nozioni che si devono insegnare: il tutor non è solo un insegnante, dunque un aspirante deve apprendere i metodi di tutoraggio, gli approcci da adottare, la pedagogia e tanto altro. Questi corsi spesso sono di tipo specialistico, dunque non sono aperti a chiunque, ma solo a personale docente o a coloro che già hanno superato appositi concorsi. Per quanto riguarda questi ultimi, la legislazione è abbastanza mutevole, dunque è consigliabile tenersi informati costantemente circa i bandi: chiedete in edicola dei giornali che riportino tali informazioni oppure fate ricerche periodiche sul web.

Continua la lettura

3 I concorsi Se dopo una serie di concorsi e colloqui non si riesce ad entrare in una scuola come tutor scolastico, c'è sempre la possibilità di espletare questo servizio "in proprio", aiutando gli studenti fuori dalla scuola.  Questo tipo di incarico richiede la capacità di indirizzare l'alunno a diventare autonomo, insegnandogli un metodo da seguire che, nel corso del tempo, gli consenta di proseguire gli studi senza intoppi.  Approfondimento Come valutare un alunno con disabilità (clicca qui) Questa esperienza, favorita dai genitori soddisfatti dell'insegnamento, potrebbe essere per il tutor un'arma in più, per future domande presso istituti scolastici.

Non dimenticare mai: Studiate sodo e documentatevi opportunamente sulla professione che avete scelto! Alcuni link che potrebbero esserti utili: Come diventare tutor

10 regole per un buon rendimento scolastico È risaputo. Chi ha buoni voti a scuola è favorito sia ... continua » Come diventare collaboratore scolastico Esistono diversi lavori da poter svolgere all'interno di una struttura ... continua » Come recuperare gli anni scolastici persi Ottenere una formazione scolastica adeguata, al giorno d'oggi, risulta veramente ... continua » Anticipo scolastico: pro e contro L'anticipo scolastico è un grande aiuto per i genitori occupati ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.