Come disegnare un prisma esagonale in assonometria isometrica

di Rita Malizia tramite: O2O difficoltà: media

L'assonometria è un metodo di rappresentazione grafica della materia che fornisce una visione d'insieme dell'oggetto. Nell'assonometria isometrica, gli assi x ed y sono inclinati entrambi di 30°, ma vedremo in seguito come costruirli con l'uso delle squadre. Prenderemo in esame un prisma esagonale, che impareremo a disegnare tramite pochi e semplici passi, applicabili per qualsiasi altro prisma regolare. Nell'assonometria isometrica, inoltre, è da tenere a mente che le misure riportate in ogni dimensione, parallelamente all'asse x, y o z, restano identiche: questo dato può facilmente essere sfruttato per verificare la validità del procedimento. Ecco come disegnare un prisma esagonale in assonometria isometrica.

1 Col tempo, la manualità ci permetterà di realizzare direttamente la visuale assonometrica, senza fasi intermedie; per cominciare, suddivideremo il foglio (allineato in orizzontale) in tre quadranti: due in basso ed uno più grande sopra di essi. Anzitutto, partiamo dalla rappresentazione della figura dall'alto: nel quadrante in basso a destra, tracciamo una linea orizzontale di riferimento, ad appena un paio di centimetri dal bordo inferiore del foglio, come base su cui costruirete l'esagono, ancora bidimensionale.

2 Ora, riportiamo gli spigoli della figura ed i suoi punti d'intersezione sulle semirette che delineano il quadrante: utilizziamo le squadre per riportare i suddetti punti tramite linee perpendicolari a ciascuna semiretta di riferimento; approfittiamo del quadrante sinistro, adiacente a quello su cui avete lavorato, e puntiamo il compasso nel punto d'intersezione delle semirette che delineano i tre quadranti, avendo cura di condurre con questo strumento i punti dell'esagono, riportati sulla semiretta che separa la figura dallo spazio bianco, sulla semiretta che separa quest'ultimo dal grande riquadro in alto.

Continua la lettura

3 A questo punto, costruiamo gli assi-guida (x, y, z) partendo dal punto d'intersezione dei quadranti, utilizzando la squadra che riporta sul dorso un'inclinazione pari a 30°.  È ora di costruire la rappresentazione isometrica: usiamo ancora il compasso, puntato sempre nell'intersezione dei quadranti, per condurre i punti, che abbiamo lasciato sulle semirette di delineazione del quadrante in alto, fino agli assi x e y.  Approfondimento Come disegnare una piramide rettangolare in assonometria isometrica (clicca qui) Cancelliamo con attenzione e prudenza le linee-guida che abbiamo tracciato per costruire il solido, ma lasciamo quelle riportate a compasso, che saranno calcate più leggermente.

Come fare l'assonometria isometrica di un parallelepipedo Quando si parla di assonometria, si intende un metodo che consente ... continua » Come fare l'assonometria isometrica di un cubo L'assonometria è un metodo rappresentativo che fornisce una visione d ... continua » Come disegnare un cilindro in assonometria cavaliera Se siamo degli amanti del disegno tecnico, sapremo sicuramente che ci ... continua » Come disegnare un prisma con base triangolare Oggi impareremo a disegnare un prisma con base triangolare con il ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.