Come disegnare un pentagramma

di Edvige Sanna tramite: O2O difficoltà: facile

Disegnare un pentagramma è sicuramente uno dei tanti esercizi che vengono richiesti, prima o poi, nel corso delle lezioni di geometria. Riuscirci non è certo impresa impossibile, anche per chi non sa neanche da dove iniziare, e magari ha solamente letto qualcosa sui libri, senza però capirci molto. Se vuoi finalmente riuscire a farlo devi solo munirti di un foglio di carta, una riga, il canonico compasso, la matita, una gomma e, soprattutto, di un minimo di pazienza, grazie alla quale riuscirai finalmente a costruire un bel pentagramma in tre semplici mosse. Andiamo dunque a vedere, passo dopo passo, come disegnare un pentagramma.

Assicurati di avere a portata di mano: Foglio, riga, matita, gomma, compasso

1 Innanzitutto, è bene ricordare che con il termine di pentagono regolare si indica, generalmente, quella forma geometrica dotata di cinque angoli e cinque lati uguali. Il processo teso a disegnare un pentagono regolare venne descritto, con grande precisione, sin dall'antichità da Euclide, nel suo famoso trattato dal titolo Elementi, ovvero un'opera che risale al 300 a. C. Il procedimento in questione può essere espletato nelle seguenti fasi: Innanzitutto bisogna iniziare tracciando un cerchio, nel quale dovrai poi andare ad inscrivere il pentagono, e marca il suo centro come O.
Scegli quindi un qualsiasi punto presente sulla circonferenza, chiamandolo A, il quale sarà uno dei vertici del pentagono. Traccia, infine, una linea, che dovrà andare a intersecare la circonferenza del cerchio passando da A e O.

2 Passiamo ora alla seconda fase, quindi, per poter proseguire con il disegno del pentagramma, traccia una linea perpendicolare alla precedente (OA), la quale vada a passare per O. L'intersezione tra una delle sue estremità e la circonferenza sarà chiamata B. Quindi prosegui andando a segnare il punto C, corrispondente alla metà tra O e B. A questo punto è giunto il momento di disegnare un cerchio il cui centro sia situato nel punto C e che passi per A. La sua intersezione con la linea OB sarà denominata come D.

Guarda il video:

Continua la lettura

3 Durante la terza e ultima fase, dovrai proseguire il lavoro andando a disegnare un cerchio, il quale abbia il suo centro in A, e che passi per il punto D.  I punti in cui esso andrà a intersecarsi con la prima circonferenza sono E ed F.  Approfondimento Come disegnare una stella a 5 punte (clicca qui) Disegna quindi un cerchio con il centro in E, passante per A.  Il punto nel quale esso si interseca con la prima circonferenza sarà quindi indicato come G.  Infine, dovrai andare a disegnare un cerchio con centro in F, che passi per A.  Il punto che lo vedrà intersecarsi con la prima circonferenza è chiamato H.  A questo punto non ti rimane altro da fare che andare a costruire il pentagono regolare unendo A E G H F.  Come avrai visto, si tratta di una operazione abbastanza semplice da eseguire, soprattutto se avrai seguito minuziosamente tutte le istruzioni a riguardo, e se avrai avuto quel minimo di pazienza che può rendere facili e divertenti anche le operazioni di disegno che apparentemente sembrano essere più complesse.

Alcuni link che potrebbero esserti utili: Disegnare un pentagramma perfetto

Come suddividere una circonferenza in parti uguali In geometria, così come in matematica, i temi trattati sono davvero ... continua » Come inscrivere un pentagono in una circonferenza Il pentagono è un poligono regolare, ossia una figura geometrica costituita ... continua » Come dividere una circonferenza in 3 archi di uguale misura In geometria piana la circonferenza è una linea curva, chiusa, ed ... continua » Come costruire un pentagono inscritto in una circonferenza Le figure piane sono, in geometria, le prime che incontriamo durante ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.