Come discutere un'equazione parametrica di primo grado con il metodo diretto

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Un'equazione è l'equivalenza tra due espressioni letterali. La soluzione o radice si ottiene attribuendo alle incognite dei particolari valori numerici. Se i coefficienti di un'equazione di primo grado sono funzioni di una o più variabili, anche le radici saranno funzioni di tali variabili. Risoluzione e svolgimento non sono condizioni sufficienti a definire esaurientemente le equazioni. Quello che le rende, certamente, più intriganti è la cosiddetta "discussione", ossia il confronto della radice con un numero assegnato arbitrariamente detto parametro. La discussione parametrica richiede la conoscenza di base del concetto e del calcolo delle equazioni e delle disequazioni di primo grado. Con l'aiuto di qualche esempio, vediamo insieme come discutere un'equazione parametrica di primo grado, con il metodo diretto.

27

Occorrente

  • Quaderno
  • Penna
37

Supponete di dover discutere l'equazione parametrica di primo grado 2x + k = 0. K è un numero arbitrario, definito parametro che farà variare l'uguaglianza in funzione della sua variazione. Ipotizzate, come assunto incorreggibile, che x sia maggiore di 2. L' esercizio è di facile soluzione: dovrete calcolare quei valori che assegnati al parametro k definiranno una soluzione pari a x > 2. Con le regole fondamentali delle equazioni di primo grado calcolate il valore dell'incognita.

47

2x = 1 - k da cui x = (1 - k) / 2. Per ipotesi il vostro esercizio poneva x > 2, quindi basterà porre la vostra soluzione in questa condizione. Procedete dunque impiantando una disuguaglianza di primo grado (1 - k) 2 > 2. Risolvete con le regole di base delle uguaglianze di primo grado 1 - k > 4. Da qui si ottiene - k > 4 - 1. Continuate a risolvere la disuguaglianza estrapolando k e rendendolo positivo. Ricordate che il cambio del segno di k farà cambiare il segno anche alla disuguaglianza - k > 3 per cui k < - 3.

Continua la lettura
57

Questo significa che esiste almeno un numero che soddisferà la vostra equazione iniziale 2x + k - 1 = 0 per x > 2. Significa, inoltre, che essa verrà verificata da tutti quei valori che spaziano da - 3 al - infinito. Per accertarvi di ciò, basterà discutere la soluzione parametrica. Fate quindi la prova con il metodo diretto. Scegliete un valore arbitrario di k minore di - 3 e sostituitelo nell'equazione. Ipotizzate di scegliere k = - 4. Otterrete 2x = 1 più 4 da cui x = 5 / 2. Il valore - 4, minore di - 3, soddisfa la vostra ipotesi che poneva x > 2. Procedete, analogamente con la verifica scegliendo un valore maggiore di - 3. Questo è discutere un'equazione parametrica di primo grado, con il metodo diretto.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Comparate con la guida inerente allo svolgimento e a quella della soluzione di un'equazione di primo grado per meglio comprendere le varie tipologie di studio delle uguaglianze -

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare l'ascissa curvilinea

In fisica, spesso si utilizzano delle funzioni matematiche per descrivere degli specifici movimenti o forze che agiscono in diverse maniere. Per spiegare tali concetti abbiamo assolutamente bisogno di funzioni ed equazioni di riferimento. Prendiamo come...
Superiori

Come risolvere le equazioni parametriche

Quando vediamo le equazioni per la prima volta, abbiamo paura di non poterle mai risolvere. Ci sembrano operazioni estremamente complicate. Eppure, eseguendo sempre più esercizi, ci rendiamo conto della loro facilità. Tuttavia, notiamo l'inserimento...
Università e Master

Matematica: come parametrizzare una curva

In matematica viene utilizzata la parametrizzazione nel momento in cui si desidera procedere alla semplificazione delle variabili di una curva in una sola variabile. È bene sapere che è possibile parametrizzare varie figure geometriche, come una circonferenza,...
Università e Master

Elementi di fisica: la cicloide inversa

La matematica e la fisica sono due materie molto complicate e non tutti sono in grado di comprendere tutti gli argomenti trattati da queste discipline. In questi casi potremo provare a ricercare su internet, fra le moltissime guide che ogni giorno vengono...
Superiori

Appunti di matematica: le equazioni e le disequazioni

Equazioni e disequazioni sono un argomento spesso ostico ma con i giusti appunti di matematica può essere davvero facile comprenderle. Le equazioni sono una uguaglianza numerica tra due espressioni contenenti una o più incognite. Queste possono essere...
Superiori

Come disegnare un fascio di rette

In questo tutorial vedremo come disegnare un fascio di rette. Dentro al campo della geometria analitica, che è quel ramo che si occupa in modo principale del prodotto scalare, dello spazio vettoriale, del prodotto vettoriale ed anche dei problemi di...
Superiori

Come risolvere le espressioni con il computer

In matematica, un'espressione corrisponde ad una serie di calcoli, che bisogna svolgere seguendo un determinato ordine logico. A seconda del tipo di espressione, detta anche equazione, ci sono regole ben precise da seguire per uno svolgimento corretto....
Superiori

Come determinare il segno di una una forma quadratica

Per gli studenti di facoltà scientifiche, le materie teoriche rappresentano spesso un ostacolo che sembra insormontabile. In particolare, una delle materie che più spaventa gli studenti è l'algebre lineare, spesso associata anche alla geometria. In...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.