Come dimostrare la non numerabilità dell'insieme R

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
14

Introduzione

L'esempio più noto di un insieme non numerabile è l'insieme R di tutti i numeri reali; l'argomento diagonale di Cantor dimostra che questo insieme è incalcolabile. La tecnica della diagonalizzazione può anche essere usata per mostrare che molti altri insiemi sono innumerevoli, come ad esempio l'insieme di tutte le sequenze infinite di numeri naturali e l'insieme di tutti i sottoinsiemi dell'insieme dei numeri naturali. La cardinalità di R è spesso chiamata la cardinalità del continuo e indicata con C. L'insieme di Cantor è un sottoinsieme incalcolabile di R. La Cantor set è un frattale e ha dimensione di Hausdorff maggiore di zero, ma meno di un R (R ha dimensione uno). Ecco quindi comebdimostrare la non numerabilità dell'insieme R

24

Per capire come dimostrare la non numerabilità dell'insieme R, facciamo un esempio. Questo è un esempio del seguente fatto: qualsiasi sottoinsieme di R della dimensione di Hausdorff rigorosamente deve essere incalcolabile maggiore di zero. Un altro esempio di un insieme non numerabile è l'insieme di tutte le funzioni da R a R. Questo set è ancora "più incalcolabile" di R, nel senso che la cardinalità di questo insieme è 2, che è più grande di 1. Un esempio più astratto di un insieme non numerabile è l'insieme di tutti i numeri ordinali numerabili, indicati con Ω o ω1. La cardinalità di Ω è denotato N1. Si può dimostrare, con l'assioma di scelta, che N1 è il più piccolo numero cardinale non numerabile.

34

Così sia 1, la cardinalità dei reali, è pari a N1 o è strettamente più grande. Georg Cantor è stato il primo a proporre la questione se 1 è uguale a N1. Nel 1900, David Hilbert ha posto questa domanda come il primo dei suoi 23 problemi. L'affermazione che 1=N1 è ora chiamato l'ipotesi del continuo ed è conosciuto per essere indipendente dagli assiomi di Zermelo-Fraenkel nella teoria degli insiemi (compreso l'assioma di scelta). E quindi stiamo iniziando a capire come dimostrare la non numerabilità dell'insieme R.

Continua la lettura
44

Infine abbiamo capito che per dimostrare la non numerabilità dell'insieme R, nella teoria degli insiemi, l'argomento diagonale di Cantor, è chiamato anche l'argomento diagonalizzazione. L'argomento/diagonale o il metodo diagonale, è stato pubblicato nel 1891 da Georg Cantor come una dimostrazione matematica del fatto che ci sono insiemi infiniti che non possono essere messi in corrispondenza uno ad uno con l'insieme infinito dei numeri naturali. Tali gruppi sono ormai noti come insiemi non numerabili, e la dimensione degli insiemi infiniti sono ora trattati con la teoria dei numeri cardinali che Cantor ha cominciato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Teorema di Heine-Cantor: dimostrazione

La matematica e la fisica non sono tra le materie particolarmente apprezzate dai ragazzi. La difficoltà sta nel fatto che i concetti sono tutti legati tra di essi, per cui è necessario comprenderli appieno per non avere difficoltà negli studi a seguire....
Università e Master

Teorema di Hartogs (teoria degli insiemi): dimostrazione

La matematica è una materia tanto affascinante quanto complessa. Una volta capita e compresi i suoi meccanismi studiarla risulterà molto più semplice, e in alcuni casi anche divertente. In questa guida parlerò di teoria degli insiemi, in particolare...
Università e Master

Teorema di Löwenheim-Skolem: dimostrazione

In questo articolo vorrei illustrarvi la dimostrazione del Teorema di Löwenheim-Skolem. Il Teorema di Löwenheim-Skolem si chiama così perché prende il suo nome dai suoi matematici ideatori Leopold Löwenheim e Thoralf Skolem. Il Teorema di Löwenheim-Skolem...
Elementari e Medie

Appunti sui numeri reali

L'insieme di n. R si viene generalmente indicato con la lettera R e si ratta di un elemento appartenente all'algebra ordinaria. La loro definizione formale, si può dire che ha potuto rappresentare uno degli sviluppi più importanti del XIX secolo. Questo...
Lingue

Inglese: i sostantivi non numerabili

Lingua italiana e lingua inglese possono sembrare totalmente diverse, ma in realtà sono delle lingue molto vicine. Parliamo, ad esempio dei sostantivi: sarebbe molto difficile costruire delle frasi senza sostantivi, pertanto sono fondamentali. Per questo...
Superiori

Come dimostrare una funzione suriettiva

La matematica, come detto moltissime volte, è una materia tanto affascinante quanto difficile da apprendere. Infatti non sono pochi gli studenti che si ritrovano durante i loro anni di studio a doversi barcamenarsi con l'apprendimento di questa materia....
Lingue

Come utilizzare countable e uncountable nouns in inglese

I nomi numerabili in inglese vengono riferiti come "countable" mentre quelli non numerabili come "uncountable". La differenza sta nel fatto che dei nomi numerabili si può esprimere esattamente la quantità sotto forma di numero (ad esempio "una mela")...
Università e Master

Teorema di Eulero: dimostrazione

Il Teorema di Eulero (chiamato anche Teorema di Fermat-Eulero) dimostra che se è un intero positivo e un coprimo (interi che non hanno nessun divisore a eccezione di 1 e -1, se il loro massimo comune divisore è 1) rispetto a. In questo modo φ() ≡...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.