Come dimostrare la fotosintesi ai bambini

di Francesca Dalfino tramite: O2O difficoltà: facile

La scienza è una materia scolastica molto affascinante ed utilissima nella vita quotidiana e potrebbe aprire tutto un mondo diretto verso una forte passione per la natura. Sta alle maestre delle scuole elementari l'arduo compito di appassionare i propri allievi spiegando in modo molto semplice i processi della natura e della vegatazione. Vedremo un argomento interessante in questa guida: come dimostrare la fotosintesi clorofilliana ai bambini. Anche i genitori potrebbero in semplicissime parole spiegare questo interessante processo naturale.
Fotosintesi è una parola che deriva dal greco e significa: Foto = Luce, Sintesi = Costruzione/Assemblaggio. Vediamo come avviene questo processo con tre semplici passaggi in questa guida.

1 Come si procurano il cibo le piante: la fotosintesi clorofilliana Tramite la fotosintesi clorofilliana la maggior parte delle piante si nutre. Significa che le piante sono in grado di alimentarsi da sole nel momento in cui ne hanno necessità tramite elementi naturali quali la luce (solare e non) e il loro pigmento verde chiamato clorofilla che è indispensabile proprio per assorbire la luce. Ma è un processo che non riguarda solo le piante, ma anche le alghe verdi (vedremo come far capire in pratica ai bambini portandoli al mare) ed alcuni tipi di batteri.

2 Come avviene la fotosintesi clorofilliana La fotosintesi è il processo quindi che converte la luce solare in energia chimica utilissima, come elaborare zuccheri da anidride carbonica (CO2) in minerali e acqua con l'aiuto, appunto, della luce solare. Per mostrare in pratica ai bambini come avviene la reazione, occorre procurarci un vaso di vetro, poi alcune piantine acquatiche e una bottiglia d'acqua. Inseriamo le piantine nel vaso, ricopriamole completamente di acqua, lasciamole al sole. In questo stato, basterà osservarle attentamente. Si noterà dopo pochissimo tempo che apparirà una bolla d'aria corrispondente all'ossigeno derivante proprio dalla fotosintesi.

Continua la lettura

3 Un'altra dimostrazione di come avviene la fotosintesi clorofilliana Un altro metodo forse più coinvolgente è quello di portare i bambini al mare (naturalmente se vivete in zona), scegliamo un mare con delle scogliere.  Cerchiamo dei ristagni poco profondi lasciati quando il mare si ritira.  Approfondimento La fotosintesi clorofilliana (clicca qui) In questo modo osserveremo che le alghe presenti in questa poca acqua, sono piene di bolle di ossigeno, ciò significa che è avvenuto il processo di fotosintesi clorofilliana.  Inoltre, è possibile anche osservare il processo in un giardino.  Basterà guardare le piante la sera al calar del sole, per constatare la presenza di bollicine di ossigeno su tutte le foglie.  Quindi come abbiamo notato da questi pochi passaggi è molto semplice da spiegare ma soprattutto da dimostrare.

Botanica: università Come ci ripetono fin dalle scuole elementari, anche le piante sono ... continua » Come vivono le piante Esattamente come tutti gli esseri viventi, le piante sono degli organismi ... continua » Appunti di paleontologia La paleontologia è una delle scienze più affascinanti che esistono in ... continua » Come realizzare un semplice schema sulla fotosintesi Il processo fotosintetico è un insieme molto complesso di fenomeni naturali ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come classificare le foglie

Quando si avvicina l'autunno, è inevitabile non pensare alle foglie dal colore giallastro/marrone che essendo secche, cadono dagli alberi e regalano un paesaggio ... continua »

Come Costruire Un Estintore

All'interno della presente guida andremo a parlare di sicurezza. Nello specifico, come avrete già compreso dal titolo della guida stessa, ora andremo a spiegarvi ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.