Come determinare la percentuale di solubilità

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando si parla di soluzioni si fa riferimento a delle miscele costituite da almeno due componenti. Questa dal punto di vista chimico risultano omogenee. Tanto che, presentano uguale composizione chimica e medesime proprietà fisiche in ogni loro punto. In particolare, tenendo in considerazione l'aspetto analitico, le composizioni più importanti sono quelle che impiegano l'acqua come solvente. Nelle soluzioni acquose proprio l'acqua rappresenta il componente presente in quantità maggiore. Mentre il soluto è quello in quantità più limitate. A seconda della proporzione tra i due elementi, le soluzioni vengono definite come concentrate oppure come diluite. Nella seguente guida spiego come determinare la percentuale di solubilità.

26

Innanzitutto, è importante indicare che la percentuale di solubilità viene presa in considerazione quando si valuta una soluzione dal punto di vista quantitativo. Ossia quando si cerca di calcolare la concentrazione delle soluzione stessa. La percentuale di solubilità viene definita, infatti, come la concentrazione percentuale massa su volume (indicata come % m/v). Questa rappresenta i grammi di soluto sciolti in 100 millilitri di soluzione. Inoltre, esiste una formula che permette di determinare la percentuale m/v. Questa viene data dal rapporto tra la massa espressa in grammi e il volume della soluzione. Pertanto definito in millilitri, moltiplicando per 100 il risultato ottenuto. Quindi, % m/v = (massa soluto/volume soluzione) x 100.

36

Per fare un esempio pratico, la candeggina (il tipico sbiancante che viene impiegato per uso domestico), rappresenta una soluzione di ipoclorito di sodio (formula chimica NaCIO), al 10% di massa soluto/volume soluzione. Questo significa che la candeggina contiene disciolti, nella quantità di 100 millilitri di soluzione, 10 grammi di NaCIO. Pertanto, moltiplicando la concentrazione percentuale % m/v per 10, si ottengono i grammi di soluto che si trovano in 1 litro di soluzione. Nel caso in cui si conosca la densità (d) della soluzione, è possibile passare da una % m/m ad una % m/v.

Continua la lettura
46

Un esercizio può aiutare a capire meglio il concetto. Se una soluzione contiene una quantità pari a 8 grammi di un soluto in 250 grammi di solvente. In questo caso va considerata la sua densità relativa (d), pari a 1,08. Per poi, calcolare la % m/v della soluzione si dovrà procedere in questo modo: massa della soluzione = 250 grammi + 8 grammi, ossia 258 grammi;% m/m = grammi di soluto/grammi di soluzione, quindi (8 grammi/258 grammi) x 100 = 3,10 %;% m/v = % v/v x d = 3,10 x 1,08 = 3,35 %. Ecco come determinare la percentuale di solubilità.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Consultare un libro di chimica
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare la solubilità sapendo il pH

La "solubilità" di una sostanza equivale alla quantità di soluto che possiamo disciogliere all'interno di un solvente, al fine di ottenere una soluzione satura. Questo valore, tuttavia, dipende strettamente da altre variabili, quali temperatura, pressione...
Superiori

Appunti di chimica: la concentrazione e le soluzioni sature

Lo studio della chimica può essere molto divertente ed è applicabile alla vita di tutti i giorni. In questi appunti, cercheremo di fornire un quadro dettagliato di un argomento fondamentale per l'apprendimento della materia, chiarendo il concetto di...
Superiori

Come calcolare la solubilità di un sale in acqua

Come materie scientifiche esistono varie soluzioni per ciascuna di esse. C'è chi si applica nelle materie più fisiche e chi invece trova interessanti gli studi sulla chimica e sulle molecole delle varie sostanze. Un fatto importante però che molti...
Superiori

Come calcolare la concentrazione di ioni

Quando un sale, noto come "soluto", viene disciolto in un solvente, subisce un processo in cui gli ioni positivi e negativi si separano. Questo processo è chiamato "dissociazione". Le concentrazioni degli ioni dipendono dal rapporto in cui erano presenti...
Superiori

Come calcolare la solubilità di un sale

Comunemente le sostanze si classificano in solubili o insolubili in acqua, tuttavia è molto insolito che una sostanza sia completamente insolubile. La costante Kps è detta prodotto di solubilità del carbonato di calcio e rappresenta un valore applicabile...
Superiori

Come calcolare la solubilità del cloruro di argento in acqua pura

In questa guida andremo a spiegare nei dettagli come calcolare la solubilità del cloruro di argento in acqua pura. La suddetta operazione è una di quelle definite come reazione di solubilità, in questa operazione il cloruro di argento è un sale, nello...
Università e Master

Come Eseguire Una Estrazione Lle

Nella seguente semplice e rapida guida che vi enuncerò nei passaggi successivi, vi spiegherò molto brevemente, ma comunque dettagliatamente, come bisogna procedere per eseguire correttamente questa particolare tipologia di estrazione diffusa nel campo...
Università e Master

Come Indicare La Concentrazione Di Una Soluzione

In questa guida vedremo come indicare la concentrazione di una soluzione. Logicamente stiamo parlando di una soluzione chimica. Le soluzioni comunque sono tantissime cose che spesso ci stanno attorno come l'acqua in una pentola, l'acqua del rubinetto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.