Come dare il nome agli alcoli

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La chimica si avvale di una nomenclatura che ci permette di risalire alla composizione di alcune sostanze. Come per tutte le materie scientifiche, ogni elemento è contraddistinto da formule e da schemi che ci permettono di classificarli in determinate tabelle. Ogni elemento ha delle proprietà e delle strutture atomiche che gli permette di interagire con altre sostanze e formarne nuove, ognuna con caratteristiche proprie. In questa guida parleremo degli alcoli, composti contenenti ossigeno: essi sono additivi e solventi per uso industriale e di laboratorio (come ad esempio l'etanolo, o alcol etilico). Inoltre gli alcoli giocano un ruolo chiave nell'interconversione dei gruppi funzionali organici. In questa guida vedremo come dare il nome agli alcoli, in modo da poterli riconoscere facilmente. Vediamo come fare.

25

Occorrente

  • carta e penna
35

Il gruppo funzionale di un alcol è il gruppo -OH (gruppo ossidrilico) legato ad un atomo di C ibridato sp3. Deriviamo il nome IUPAC di un alcol allo stesso modo del nome degli alcani con la differenza di cambiare il suffisso -o in -olo. Il suffisso -olo ci indica che il suddetto composto è un alcol. E infatti tutti conoscono la parola etanolo, glicerolo e altri con questo suffisso. Questo ci permette di classificare l'elemento nella scala degli alcooli.

45

Si sceglie la catena più lunga di atomi di carbonio contenente il gruppo -OH come alcano di riferimento. E viene numerata a partire dall'estremità più vicina al gruppo -OH. La localizzazione del gruppo -OH ha la precedenza sui gruppi alchilici e sugli atomi di idrogeno nel numerare la catena base. Una tabella chimica vi chiarirà le idee.
.

Continua la lettura
55

Si cambia il suffisso dell'alcano di riferimento da o a olo e si usa un numero per definire la localizzazione del gruppo OH. Per alcoli ciclici la numerazione invece inizia dal carbonio che lega il gruppo OH. Si assegna il nome e si numerano i sostituenti che vengono elencati in ordine alfabetico. I nomi comuni si ottengono indicando il gruppo alchilico legato al gruppo -OH e premettendo la parola alcol.
Sapere le basi della chimica è fondamentale quando si ha a che fare con determinate sostanze, questo è fondamentale per i tecnici di laboratorio o per chi ha a che fare con queste sostanze, interazioni tra gli elementi non controllate possono dare luogo a fenomeni esplosivi; sostanze non controllabili dal punto di vista chimico, inefficaci o talvolta tossiche. Un'adeguata preparazione ci aiuta ad affrontare meglio e senza rischi l'uso di alcuni prodotti, soprattutto quando questi devono essere composti con altri. Solo una volta imparate le basi e la teoria, allora si potrà passare alla pratica. Non bisogna addentrarsi in campo così affascinante ma anche complesso come quello chimico. Meglio lasciare la pratica agli esperti del settore, oppure se si è curiosi farsi aiutare da loro per vedere in che modo gli elementi interagiscono.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come Sintetizzare Un Etere Da Un Alcol

Gli eteri sono dei composti costituiti da due gruppi alchilici legati insieme mediante un atomo di ossigeno. A temperatura e pressione ambiente, tendono ad essere più volatili degli alcoli perché a differenza di questi ultimi, non possono creare legami...
Università e Master

Come Trasformare Il 2-propanolo In Propene

Quasi tutti i bambini hanno voglia di mescolare le sostanze per scoprire cosa succede. Questa procedura diventa pericolosa quando vengono mescolate sostanze che messe insieme diventano tossiche. Per tale motivo è consigliabile conoscere come reagiscono...
Università e Master

Come Risolvere L'Esercizio Di Reazione Tra Etanolo Ed H2so4

Siete degli appassionati della chimica, sempre in cerca di qualche reazione da sperimentare nel vostro laboratorio o a casa vostra? Se la risposta a questa domanda è si, allora questa guida farà sicuramente al caso vostro. In questa guida, come avrete...
Università e Master

Come Formare Gli Acetali

Gli acetali sono dei composti organici che derivano da una reazione reversibile di aldeidi con un alcol. Gli acetali, nella sintesi organica, risultano stabili e poco reattivi in ambienti neutri e molto basici. Ciò significa che proteggono adeguatamente...
Superiori

Appunti di chimica: l'esterificazione di Fischer

La chimica è una materia molto complessa ma allo stesso tempo affascinante. A scuola viene spesso messa in secondo piano, ma occorre studiarla bene se si decide di intraprendere un percorso scientifico all'università. Anche coloro che intendono studiare...
Università e Master

Appunti di chimica: saponificazione degli esteri

In questa guida cercherò di spiegarvi con i miei appunti di chimica come funziona e cos'è la reazione di saponificazione degli esteri. Questa reazione è più propriamente chiamata "reazione di idrolisi basica degli esteri". Una soluzione di una base...
Università e Master

Come fare una ossimercuriazione riduzione

Se siamo degli amanti della chimica, oppure siamo degli studenti di questa bellissima materia e ci piacerebbe approfondire alcuni particolari argomenti, potremo sfruttare tutte le potenzialità offerte da internet.Sul web, infatti, troveremo con molta...
Università e Master

Come risolvere l'esercizio di sintesi del terz butanolo

La chimica organica è una materia complessa quindi spesso si ha bisogno di un aiuto oppure di qualche suggerimento utile. Se vi serve un aiuto in chimica organica, questa guida fa al caso vostro, in quanto parleremo di una reazione di sintesi di chimica...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.