Come creare una elettrocalamita

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In questa guida imparerete come creare, passo dopo passo, una elettrocalamita. Tutto ciò che vi occorre è una batteria, un bullone e un filo di ferro. Questo esperimento è molto utile per introdurre i vostri ragazzi ai principi basilari della fisica. L'elettromagnete, o elettrocalamita, è un elemento elettrotecnico. Esso comprende un nucleo in materiale ferromagnetico su cui troviamo avvolto un solenoide, ovvero una bobina di molte spire di filo elettrico. Lo scopo dell'elettromagnete è di generare un campo magnetico da una corrente elettrica. L'intensità del campo magnetico generato si calcola a con le regole dell'induzione magnetica. Esso essenzialmente è proporzionale al numero di spire che costituiscono l'avvolgimento. L'aumento del numero di spire e riduce però la corrente circolante (a parità di tensione) in conseguenza della legge di Ohm. Per ovviare al problema si deve aumentare la sezione del filo. Dopo queste indicazioni di chiaro indirizzo teorico, è ora di passare alla pratica. Ecco a voi una guida su come creare una elettrocalamita.

27

Occorrente

  • batteria
  • filo di rame
  • foglio di carta
  • un bullone
37

Per prima cosa prendete un bullone di ferro. Assicuratevi che non sia ad esempio di acciaio, perché in questo caso non si magnetizzerà. Cercate quindi materiali conduttori per creare una elettrocalamita. Prendete un foglio di carta e tagliatelo a striscioline con le forbici. Unite queste striscioline con nastro adesivo fino a realizzare una lunga striscia. Una volta che l'avrete ottenuta, ricopriteci in maniera ben salda il bullone. Facendo in questo modo garantirete ai materiali un buon isolamento.

47

Successivamente procuratevi un filo di rame smaltato e avvolgetelo attorno al bullone. Per avere i migliori risultati dovete avvolgere almeno cinque o sei metri di filo attorno al bullone. Scoprite il filo di rame alle due estremità. Per farlo utilizzate un paio di forbicine. Tuttavia fate attenzione a tagliare solo la pellicola attorno al filo di rame. Fatto questo, collegate tali estremità ai due morsetti di una batteria.

Continua la lettura
57

A questo punto ricoprite i morsetti con un nastro isolante, sempre per creare un buon isolamento elettrico. Avvicinate il vostro strumento ad oggetti metallici come fermagli, chiodini, spille o pezzetti di ferro e osserverete come questi vengono attirati. Avete così costruito una elettrocalamita, cioè una calamita che sfrutta alcuni importanti principi elettrici. Potete poi avvicinare l'elettrocalamita ad una calamita normale e osservare se quest'ultima viene attirata o respinta.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come risolvere un circuito magnetico

Un circuito magnetico è un nucleo ferromagnetico nel quale si induce un campo magnetico per mezzo di avvolgimenti percorsi da corrente elettrica alternata o per mezzo di magneti permanenti. Tali circuiti vengono impiegati per trasferire potenza attiva...
Superiori

Come visualizzare Le Linee Di Forza Di Una Calamita

In questa semplice ed esauriente guida impareremo a realizzare un esperimento molto particolare e nello stesso tempo molto facile da mettere in pratica. In buona sostanza, durante tale esperimento saremo in grado di visualizzare le linee di forza del...
Università e Master

Come costruire una bobina di valore esatto

Nel campo dell'elettronica troviamo vari elementi tecnici che rivestono un'importanza notevole per il corretto funzionamento delle varie apparecchiature. Uno di questi è la bobina. Si definisce bobina un insieme di spire. Il loro numero è variabile...
Elementari e Medie

Come Costruire Un Galvanoscopio

Il galvanometro è un dispositivo in grado di trasformare un impulso di corrente elettrica in campo magnetico. Il nome di tale dispositivo deriva da quello di Luigi Galvani e molte delle prime applicazioni si devono a William Thomson. L'impiego più comune...
Superiori

Come calcolare l'induttanza di una bobina

L'induttanza rappresenta quella grandezza fisica, avente un ruolo davvero importante con riferimento allo studio dei fenomeni elettrici e magnetici. In buona sostanza essa si riferisce ai circuiti elettrici, e consiste nel rapporto tra le tensione (o...
Università e Master

Come Determinare Sperimentalmente L'Equivalente Meccanico Della Caloria

Per riuscire ad effettuare degli esperimenti in casa sarebbe necessario conoscere adeguatamente la teoria che serve a svolgere correttamente il compito. Una volta apprese le giuste tecniche e conoscendo perfettamente la teoria risulterà molto interessante...
Superiori

Come Calcolare Il Flusso Del Campo Magnetico

Molti di noi non hanno tanta dimestichezza con la fisica e i suoi fenomeni. Questo perché non hanno praticità di matematica e analisi dei fenomeni fisici e naturali. Non sono in molti coloro che riescono a calcolare ad esempio, il flusso del campo...
Superiori

Come generare un campo magnetico

Un campo magnetico è un campo di forze invisibili che viene generato nello spazio dal moto di una carica elettrica o da un campo elettrico variabile nel tempo. La sua unità di misura è il Tesla e si tratta di un campo vettoriale, ossia possiede un'intensità,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.