Come Costruire Verbi Parasintetici

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La lingua italiana presenta una grammatica abbastanza ricca, infatti sono molte le parti del discorso presenti nel linguaggio, come ad esempio: sostantivi, nomi, aggettivi, articoli, preposizioni, verbi, congiunzioni e avverbi e tutti devono essere analizzati con uno studio approfondito. I verbi possono essere regolari, irregolari e parasintetici, presentano ramificazioni differenti; le desinenze dei verbi sono: are-ere-ire (prima seconda e terza coniugazione). Ecco come costruire con semplicità i verbi parasintetici.

25

Utilizzare un prefisso adatto

I verbi parasintetici sono complessi da realizzare, in quanto bisogna formare il verbo con un sostantivo. Puoi trasformare un sostantivo in un verbo applicandogli un prefisso adatto e aggiungendo alla fine la desinenza tipica dei verbi italiani (-are, -ere, -ire). In questo modo costruisci i verbi definiti parasintetici, una tipologia verbale molto diffusa nella lingua italiana. Il prefisso che devi utilizzare normalmente dipende dalla lettera iniziale del sostantivo di partenza. Devi considerare quindi il sostantivo di partenza. Se esso inizia per b allora il prefisso da usare è im-, ad esempio se parti dalla parola briglia puoi costruire il verbo imbrigliare. Se invece il nome inizia per vocale devi prevedere l'utilizzo del prefisso inn-. Quindi se parti dal nome esca puoi derivare il verbo parasintetico innescare.

35

Prevedere l'utilizzo di prefissi

Nel caso in cui il nome inizia per l il prefisso è il-. Prova a considerare il sostantivo di base livido e applicando il prefisso suggerito ottieni il verbo illividire. Ancora puoi prevedere l'utilizzo di prefissi s-intensivi e s-privativi, in tal modo partendo dai nomi forza e debito ottieni per derivazione rispettivamente i verbi riflessivi sforzarsi e sdebitarsi (privarsi quindi di un debito, eliminarlo).

Continua la lettura
45

Iniziare dai verbi basilari

Per concludere ricordate che lo studio dei verbi è abbastanza complesso, in quanto bisognerebbe iniziare prima di tutto dai verbi basilari che sarebbero il verbo essere e il verbo avere; questi possono essere coniugati nei vari tempi e modi. Il modo indicativo presenta: il tempo presente, il passato prossimo, l'imperfetto, trapassato prossimo, il passato remoto, il trapassato remoto, il futuro semplice e il futuro anteriore. Gli altri modi sono: il congiuntivo, il condizionale, il gerundio e il participio. Una volta appresi i verbi principali, è possibile coniugare gli altri tipi di verbi (ovvero le azioni che vengono composte all'interno di una frase, sia questa verbale, che scritta).

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Leggi bene la guida.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Tedesco: la coniugazione dei verbi deboli

La coniugazione dei verbi deboli e i tempi verbali in generale sono tuttavia uno degli argomenti più semplici da affrontare quando si decide di studiare la lingua tedesca. Il tedesco non è una lingua semplicissima da studiare. Eppure, studiando bene...
Elementari e Medie

Come ripassare i verbi

La coniugazione dei verbi italiani non è di certo tra gli argomenti grammaticali più facili da affrontare. Questo perché la nostra lingua, come la maggior parte di quelle romanze (ovvero le lingue che hanno subìto una dominazione romana, latina),...
Lingue

Tedesco: l'imperativo

Studiare le lingue è una delle cose più belle che si possano fare. Ciò permette sia di comunicare meglio con persone di altri paesi, sia di studiarne la cultura. Studiare lingue è un mondo vasto ed affascinante, dove si possono conoscere molte persone...
Lingue

Come formare il comparativo in inglese

Leggendo questa guida, scopriremo come formare il comparativo in inglese. Che si tratti di comparativo di maggioranza, di minoranza, di uguaglianza o di superlativi, la lingua inglese tiene conto, per quanto concerne sia gli aggettivi che gli avverbi,...
Lingue

Come memorizzare i phrasal verbs in inglese

Al giorno d'oggi imparare una seconda lingua oltre alla propria d'origine rappresenta sicuramente un grande vantaggio, in modo particolare nel mondo del lavoro che è diventato sempre più cosmopolita ed aperto a nuove culture. Generalmente la lingua...
Lingue

Francese: i verbi ausiliari

I verbi ausiliari in francese sono molto simili a quelli della lingua italiana. Infatti, come per la lingua francese, i verbi ausiliari vengono utilizzati per definizione in combinazione ad altre voci verbali per dare uno specifico significato alla forma...
Università e Master

come riconoscere le tipologie dei nomi deverbali

Per verbi deverbali (VDev) si intendono, in base ai comportamenti morfologicidell’italiano, verbi formati a partire da una base verbale mediante opportuni suffissi (conl’eventuale concomitante comparsa del prefisso s-, che connota come parasintetico...
Elementari e Medie

Come imparare velocemente i verbi

Ecco una guida, pratica e veloce, mediante il cui aiuto poter imparare come e cosa fare per imparare, nel modo corretto velocemente i verbi, in maniera tale da poterli utilizzare al meglio e senza grossi problemi. Imparare in modo perfetto i verbi, è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.