Come costruire una diga

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

All'interno di questa specifica guida, andremo a occuparci di un tema molto interessante, che ha contraddistinto lo sviluppo stesso della civiltà avanzata: la diga. Nello specifico, come avrete avuto l'opportunità di comprendere attraverso la lettura stessa del titolo di questa guida, ora ci concentreremo su una spiegazione sul Come costruire una diga.
COSTRUIRE UNA DIGA: La prima rudimentale costruzione ed anche quella più naturale che immaginiamo quando ci viene chiesto cos'è una diga è senz'altro quella dei Castori nei fiumi, ma nonostante questi piccoli animali la realizzino con grande semplicità e naturalezza, le strutture artificiali che sin dall'antichità l'uomo adopera per trattenere il flusso dell'acqua sono davvero vaste e complesse. Per poter riuscire a cogliere quello che è il reale funzionamento che c'è dietro una diga, e quindi poter comprendere le modalità di costruzione e ancor prima di progettazione della stessa, serve porsi alcune domande in modo rigoroso. Eccole: A COSA SERVE, per poter capire dunque QUALI SONO LE VARIE TIPOLOGIE DI DIGHE ed infine fare qualche accenno riguardo I CRITERI DI PROGETTAZIONE che vengono presi in considerazione prima di iniziare l'opera. Quelli che proporrò saranno comunque soltanto delle nozioni basilari allo scopo di rendere il più chiaro possibile l'argomento.

26

A COSA SERVE UNA DIGA. A questo tema risponderemo con un po' di cenni di carattere storico. La prima diga costruita dall'uomo risale al 4000 avanti Cristo. Essa fu costruita in Africa, in Egitto, in quanto ciò servi per la costruzione della città di Menfi, avendo anche lo scopo di riuscire a deviare il corso del fiume Nilo. Tra i benefici che l'uomo ha potuto trarre dall'utilizzo di questa ingegneristica invenzione non possiamo non menzionare quello in agricoltura, dove si è ottenuto un ottimo sistema di controllo e di economizzazione dell'acqua nell'irrigazione dei campi; il contributo importantissimo nel trasporto via fiume di una grande quantità di merce resa altrimenti impossibile dal basso livello dell'acqua, o addirittura l'utilizzo più tecnologico e innovativo di dette barriere per lo sfruttamento dell'energia cinetica dell'acqua in caduta: le centrali idroelettriche. Il principio fondamentale per riuscire, tutt'ora a trovare metodi per produrre energia dalla natura, è la diga, che sostanzialmente tramite una barriera va a trattenere una quantità d'acqua molto importante, amministrandone la forza.

36

LE VARIE TIPOLOGIE DI DIGHE: Con l'evoluzione scientifica e tecnologica dell'uomo è noto come si evolva anche la tecnica nel costruire le grandi opere di ingegneria come la diga. In passato il materiale predominante che ne costituiva la struttura erano le rocce e la terra; tali elementari costruzioni potevano elevarsi fino ad un centinaio di metri, mentre per le successive e più moderne dighe furono adoperati materiali come il cemento armato; bisogna precisare che la tecnica edile adottata nel definire queste enormi pareti a forma di trapezio ed elevate ancora più delle prime (addirittura il doppio), le rende comunque un mezzo veramente solido e funzionale proprio per via dell'inclinazione della parete esterna verso la pesante massa d'acqua da arrestare. Una variante più leggera ma altrettanto efficiente a quella appena detta (a gravità), è quella (ad arco) detta così per la forma curva che scarica l'azione di spinta dell'acqua su dei vincoli laterali. Oltretutto, si possono trovare delle dighe costruite in modo differente, attraverso delle tecniche specifiche. Per esempio, si trovano delle dighe sviluppate tramite la tecnica detta "con contrafforti". Questa specifica tipologia di diga garantisce la stabilità attraverso una robustezza importante, dovuta a dei sostegni e una struttura leggera, se confrontata ad altre tipologie. Non vi è bisogno di progettazioni sulla parete esterna, in quanto non c'è bisogno che essa penda contro la pressione impressa dall'acqua.

Continua la lettura
46

I CRITERI DI PROGETTAZIONE DELLA DIGA: L'ambiente costituito dal percorso d'acqua da controllare con le dighe rappresenta il criterio principale da adottare per scegliere quale delle diverse tipologie sia la più adatta. È infatti determinante l'entità della massa liquida a cui opporre la resistenza della barriera; Secondo già noti principi di fisica, infatti, una diga esercita verso l'acqua una spinta uguale e contraria al suo moto ed al suo peso in proporzione all'altezza ed alla superficie dell'opera. Non bisogna comunque sia cadere nella trappola della sottovalutazione della forza della natura, e per questo bisogna cercare di riuscire a contrastare situazioni avverse, che non possono essere controllate in modo minuzioso, come nel caso dei terremoti. In questo caso, i terremoti hanno spinto i progettisti a disegnare strutture sempre più resistenti e sempre più innovative. Tra le eterne sfide dell'uomo nel domare forze più grandi di lui: (quelle della Natura), le costruzioni di Dighe è senz'altro quella più emblematica.
In ultima analisi, vorrei vivamente consigliarvi ulteriori letture su questo specifico tema che abbiamo provato a sviluppare nel miglior modo possibile, lungo questi tre passi della nostra guida. Ampliando le vostre conoscenze, avrete l'opportunità di prendere in considerazioni nuovi dettagli, nuovi punti di vista, sicuramente molto utili. Proprio per questo, vi consiglio questo link:
http://www.progettodighe.it/main/tecnica/article/il-corpo-della-diga.
Spero che questa guida su Come costruire una diga possa esservi utile.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • cerca su: http://www.treccani.it/enciclopedia/diga_(Enciclopedia-Italiana)/
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Geografia: gli affluenti del Po

La guida che vedrete nei passi che seguiranno, avrà come materia principale la geografia, in quanto andremo a dedicarci ai fiumi. Essendo più specifici, rimarremo nei confini italiani, e ci dedicheremo al fiume più grande d'Italia: il Po. Come avrete...
Elementari e Medie

Fiumi e laghi più importanti d'Africa

Dei cinque continenti, l'Africa è sicuramente quello che ha conservato di più la natura selvaggia che lo caratterizza; per questo motivo, attira milioni di turisti tutto l'anno. Questi visitatori possono ammirare le tantissime bellezze naturali che...
Elementari e Medie

Come si formano le cascate

La natura ci regala da sempre degli spettacoli affascinanti. Rispettarla è un dovere al quale non possiamo esimerci. Il nostro rispetto delle natura di fronte a fenomeni ambientali di enormi proporzioni ci fa sentire quasi indifesi. Tra le manifestazioni...
Università e Master

Appunti di geologia applicata

La Geologia Applicata è nata oltre due secoli fa come scienza formale e le sue prime nozioni di insegnamento, inerente alla produzione ed all'industria, vennero affrontate presso l'Università di Friburgo (Germania) nel 1763, a cui seguirono negli anni...
Superiori

Storia: Roosevelt e il new deal

La storia che andiamo a trattare è quella di come l'America si risollevò dalla crisi da lei stessa causata. Il New Deal è un programma di politica economica, attuato negli Stati Uniti dal neopresidente eletto Franklin Delano Roosevelt, a partire dal...
Superiori

Appunti di scienze: il magma

Il Magma è una miscela di roccia fusa (o semi-fusa) di detriti volatili e solidi, che si trovano sotto la superficie della Terra. Oltre roccia fusa, il magma può contenere anche cristalli sospesi e gas disciolti; spesso si raccoglie in camere magmatiche...
Elementari e Medie

Appunti di storia: i Sumeri

Studiare la storia è sicuramente per chi piace un qualcosa di molto bello ed appassionante. In molte infatti sono le civiltà degne di stima e considerazione che hanno portato un proprio contributo al progresso dell'umanità, tra di queste spicca certamente...
Superiori

Storia: il Colonialismo inglese

In questa guida verranno illustrate le tappe che hanno caratterizzato la storia del colonialismo inglese, un importantissimo quanto lungo e vasto periodo storico che muove i suoi passi dal XIV secolo fino alla prima guerra mondiale. L'Inghilterra fu...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.