Come costruire interest e refert

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il latino è la base di numerose lingue (le cosiddette neolatine). Da sempre, costituisce un cruccio per gli studenti. I verbi, in particolare, con i loro tempi, modi e declinazioni possono confondere i giovani scolari. In genere, sono una parte importante nella frase. Indicano un avvenimento, una qualità e l'esistenza del soggetto. "Interest" e "refert" sono verbi impersonali al genitivo. Significano rispettivamente "interessare" ed "importare". Ecco come costruire interest e refert.

27

Occorrente

  • Un testo di grammatica latina
  • Esercizi inerenti all'uso di refert ed interest
37

Il verbo impersonale esprime un significato di senso compiuto, senza indicare la persona. I verbi "riporto" e "partecipo" assumono significato all'infinito ed in terza persona singolare. In questo caso, pertanto, l'ablativo femminile sostituisce i pronomi personali di prima e seconda persona. Nelle preposizioni subordinate si utilizza l'ablativo possessivo "usa". Interest è una forma composta da "sum". Pertanto, bisogna fare attenzione nel coniugarlo nel tempo "imperfetto". Refert è una forma di uso arcaico molto rara nel latino classico. Si deduce che i verbi impersonali non esprimono un soggetto determinato.

47

Pertanto, per costruire le due forme verbali, si utilizza l'infinito e la terza persona singolare. La persona viene espressa al genitivo. A seconda delle situazioni, invece, la cosa che importa o interessa, si esprime mediante l'infinito, un'interrogativa indiretta, un pronome neutro o una proposizione completiva. I verbi impersonali "interest" e "refert", significano letteralmente "importare" e "stare a cuore". Sono di solito espressioni subordinate "la cosa" che importa. L'ablativo dell'aggettivo possessivo si usa nella prima e seconda persona di un pronome di riflessione. Non bisogna confondere l'impersonale refert, con quello di terza persona singolare dell'indicativo presente.

Continua la lettura
57

Qualche approfondimento sulla lingua latina.
La grammatica latina viene studiata anche in altre parti del mondo, non solo in Italia. Rappresenta la lingua ufficiale del Vaticano. Ci sono verbi transitivi ed intransitivi. Se l'azione passa direttamente dal soggetto al complemento oggetto, si parla di verbo transitivo. Viceversa, la forma verbale intransitiva esprime un modo di essere del soggetto. L'Italiano ha le sue fondamenta nel latino ed ha molteplici sfaccettature. Per tali motivi non è semplice parlarlo. Gli stranieri trovano non poche difficoltà nello studiarlo a seconda della provenienza. Tenacia e determinazione aiutano a raggiungere i risultati.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per acquisire la pratica necessaria, meglio farsi aiutare da un docente di lingua Italiana o da un Laureato in Lettere.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Francese: i verbi impersonali

In questa bella guida vogliamo proporre ai nostri lettori, un argomento tipico della lingua francese ed in particolar vogliamo imparare insieme a loto quali possono essere i verbi impersonali, in questa lingua veramente bella e particolare, da parlare...
Lingue

Latino: gerundio e gerundivo

Studiare le lingue è una bellissima cosa, permette, oltre che di comunicare con altre persone del resto del mondo, di conoscerne anche la cultura. Ma c'è una lingua, più antica e ancora oggi piuttosto studiata che è alla base della nostra attuale...
Superiori

L'accusativo latino: guida al suo utilizzo

La grammatica latina è abbastanza particolare e il suo studio può, a volte, risultare di difficile comprensione. Tra le prime cose che si imparano vi sono i casi e le declinazioni. Proprio dei cosiddetti "casi" fa parte l'accusativo, insieme a nominativo,...
Superiori

Grammatica latina: il doppio accusativo

La lingua italiana ha molto a che fare, seppur etimoligicamente, con la lingua degli antichi latini. La grammatica latina è davvero molto interessante. Molte delle nostre parole e delle nostre frasi, derivano dal latino. Come sappiamo però, non è una...
Lingue

Lingua spagnola: i verbi

Approcciarsi ad una lingua differente dalla propria non è mai semplice. Ci sono regole da imparare, termini da memorizzare, nuovi suoni da pronunciare e, inizialmente, tutto ciò potrebbe scoraggiare chi si accinge a studiare per la prima volta una nuova...
Superiori

Come Costruire Il Verbo Videor In Latino

Il latino è una lingua molto antica, diffusa su gran parte delle regioni mediterranee grazie all'espansione dell'Impero Romano. Tuttavia, anche se oggi non viene più parlata, è considerata comunque molto importante nello studio della storia e dell'arte;...
Superiori

Come coniugare i verbi deponenti in Latino

Mentre in italiano i verbi sono o di forma attiva (es. Io lodo) o di forma passiva (es. Io sono lodato), in latino esistono anche verbi di forma passiva, ma di significato attivo: i verbi deponenti. I grammatici li hanno chiamati così pensando erroneamente...
Superiori

Come utilizzare i paradagmi dei verbi latini

I verbi latino sono un argomento difficile da imparare, soprattutto se abbiamo una conoscenza non ben approfondita della grammatica italiana. Magari con un po' di pratica riusciamo a riconoscere i verbi quando li troviamo in latino. Ma quando dobbiamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.