Come calcolare una somma di corrente ai nodi

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

La somma di corrente a nodi viene analizzata completamente dalle leggi di Kirchoff. In questa guida vedremo insieme come si può calcolare e vedremo quali sono i collegamenti nei quali una corrente viene ripartita affinché si eviti che tutti i rami di essa si trovino nella stessa tensione. Passo dopo passo vedremo tutto il procedimento al fine di non perdersi nei diversi passaggi.

25

Posto che un nodo non può accumulare nessuna variazione di carica elettrica, si deve tenere conto che essa deve defluire su altre vie, le quali sono posizionate sui suoi lati. Da questa affermazione comprendiamo che la somma delle correnti entranti in ogni nodo è pari esattamente a quella delle correnti uscenti da esso. Si tratta proprio del principio di Kirchoff per cui per ogni nodo, dove sono presenti un numero n di correnti, si deve applicare l' equazione: I1 I2 I3... In = 0.

35

A questo punto, l' equazione appena ricavata deve essere trasformata in una formula matematica più adeguata per poter effettuare i vari calcoli. La nostra equazione ora sarà: ∑ Ik = 0 dove la lettera k assume tutti i valori della sequenza dei numeri naturali da 1 fino a n infiniti. Ciò che deve sempre essere presente è che la corrente di per sé non è né negativa e né positiva, ma si tratta comunque di una grandezza di tipo algebrico. Il verso della corrente, entrante o uscente dal nodo, è un fatto puramente preferenziale che può essere scelto dal soggetto che la deve calcolare.

Continua la lettura
45

Una volta effettuati tutti i passaggi precedenti, poniamo che vi sia dato un verso positivo, dobbiamo escludere che tutte le correnti di verso contrario e difforme possano essere dello stesso segno e per questo esse saranno forzatamente negative. Nell'immagine correlata possiamo semplificarci l'idea vedendo come nel nodo A sono collegati l'uno all'altro tre bipoli le cui tensioni derivate sono diverse. Valutando la diversità della tensione U, non è possibile in questo caso dedurre una relazione tra le correnti utilizzando la conservazione della potenza, quindi si dovrà applicare il procedimento fin qui visto. Fatto questo si vedrà come la velocità totale con cui la carica entra in un nodo, uguaglierà la velocità totale della carica uscente nello stesso.

55

Prima di terminare questa considerazione, è bene definire alcuni parametri indicativi. Se il circuito è in corrente continua, la somma è algebrica, se, invece, è in regime sinusoidale si può parlare di somma vettoriale. Avendo lo schema del circuito e qualche base di matematica, sarà semplice calcolare la somma delle correnti ai nodi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come risolvere un circuito col metodo potenziali nodali

Per risolvere un circuito col metodo potenziali nodali, è necessario utilizzare la legge di Ohm, in moda da rilevare le correnti sconosciute dai potenziali nodi e dalle fonti di tensioni quando è necessario. Per tutte le correnti sconosciute, bisogna...
Università e Master

Elettronica: leggi di Kirchhoff

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri cari lettori, interessati a questi argomenti, a capire cosa siano le leggi di Kirchhoff, in campo di elettronica, in maniera tale da poterle utilizzare quando ne sarà necessario. Nell'ambito dell'elettronica...
Superiori

Come Risolvere Un Circuito Con Le Correnti Di Maglia

Con il metodo esposto di seguito, è possibile riuscire a risolvere un circuito con le correnti di maglia. Questo sistema è molto raffinato e nello stesso tempo molto efficace in quanto, una volta che lo si padroneggia bene, permette di risolvere veramente...
Superiori

Appunti di fisica: i circuiti

Questi appunti di Fisica sono volti a fornire all'utente alcuni elementi chiarificatori circa lo studio dei circuiti elettrici. Occorre prima di tutto dare la definizione di corrente elettrica ovvero quel flusso di elettroni che si muove in maniera ordinata,...
Università e Master

Come calcolare il numero dei nodi indipendenti

Vi è mai capitato tra le mani un circuito elettrico? Vi siete mai chiesti come si può calcolare il numero di nodi indipendenti? In questa guida vedrete un modo semplice di come effettuare il calcolo in circuiti elettrici semplici. Una volta acquisito...
Superiori

Come calcolare le correnti in un circuito a induzione

Luce, magnetismo ed elettricità sono fenomeni naturali che quotidianamente vediamo sotto i nostri occhi. La fisica classica si occupa di spiegare questi fenomeni mediante la branca dell'elettromagnetismo, il quale a sua volta chiarisce esplicitamente...
Università e Master

Come calcolare la misura della velocità delle correnti in pressione

In commercio esistono differenti strumenti atti a determinare velocitá e portata di correnti fluide, poiché le applicazioni pratiche di tale nozione sono molteplici. Allo stesso tempo occorre tenere presente che in fase di misurazione e a seconda dello...
Superiori

Appunti di fisica: il campo magnetico

Le proprietà magnetiche della materia, come quelle elettriche, sono note fin dall'antichità. Questo grazie alla magnetite, che si tratta di un minerale il cui nome deriva dalla località nella quale veniva estratto, ossia Magnesia, in Asia Minore. La...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.