Come Calcolare L'Equilibrio Di Un Corpo Vincolato

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Nell'ambito scolastico ci ritroviamo spesso a dover fare i conti con materie molto difficili. Difatti la materia considerata la più difficile dagli studenti sia delle scuole elementari che superiori, è la matematica. Le materie scientifiche infatti sono adatte a pochi soggetti, in grado di saper affrontare i calcoli matematici. Tra i vari calcoli da saper affrontare, in ambito matematico, troviamo l'equilibrio di un corpo vincolato. Esso rappresenta uno studio approfondito della materia, alla quale non tutti sono capace di affrontare. In questa guida attraverso brevissimi e semplicissimi passaggi, vedremo come calcolare l'equilibrio di un corpo vincolato. Andiamo ad approfondire l'argomento nei seguenti passaggi.

24

Quando un corpo non è libero di spostarsi in tutte le direzioni si dice che tale corpo è vincolato. Un vincolo limita, dunque, lo spostamento di un corpo. Un corpo vincolato è soggetto all'azione di forze, i vincoli sviluppano forze contrarie chiamate reazioni. Ad esempio, se si ha R come il risultante delle forze esterne e M0 il il momento delle forze stesse rispetto a un punto qualunque del piano, le due relazioni contengono grandezze note e grandezze incognite. Sono quindi equazioni che, in casi particolari, ti permettono di determinare delle incognite. Se scrivi in forma scalare a mezzo delle componenti di R rispetto a una coppia di assi cartesiani, otterrai le equazioni cardinali della statica, cioè Rx = 0; Ry = 0 e M0 = 0.

34

Essendo Rx e Ry le componenti di R e ricordando che la somma delle componenti di un sistema di vettore è uguale alla componente del risultante rispetto alla stessa retta, indicando con F ix, Fiy, Moi le componenti e il momento della forza attiva, e con ø ix, ø iy, M0i le componenti e il momento della forza vincolare avrai, per un corpo sottoposto ad un sistema n di forze attive e di m reazioni vincolari, risultati pari allo zero.

Continua la lettura
44

Le equazioni cardinali scalari nel piano ti permettono di determinare le reazioni vincolari soltanto quando queste danno luogo a incognite scalari; in questo caso, chiamerai il corpo isostatico. Un esempio di un corpo unico isostatico è un punto materiale soggetto ad un sistema qualsiasi di forze, in cui queste si ridurranno da sole. Altri casi simili sono rappresentati da una cerniera cilindrica o un appoggio scorrevole. In questa guida, attraverso brevi ma approfonditi passaggi, abbiamo visto quindi come calcolare l'equilibrio di un corpo vincolato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Leggi della dinamica: appunti

Tra le sottoclassi più affascinanti della fisica c'è senza dubbio la dinamica. Se la cinematica studiava il moto dei corpi rigidi, la dinamica si occupa invece delle cause che generano tali moti. Le cause che permettono ai corpi rigidi (cioè a corpi...
Superiori

Come calcolare la forza dinamica

La Dinamica è la parte della meccanica che studia le cause che producono i movimenti del corpo. I maggiori esponenti dello studio della dinamica furono Galileo e Newton, i quali ebbero delle intuizioni fondamentali, attuali ancora oggi e applicate nel...
Università e Master

Come Calcolare Le Reazioni Vincolari Di Una Trave Appoggiata E Caricata Uniformemente

Per risolvere il quesito, occorrono semplicemente una calcolatrice, carta e penna e i dati della travatura in questione...il metodo poi è relativamente schematico, applicabile a tutte le travi simili al suddetto caso!Per calcolare le reazioni vincolari...
Superiori

Come Risolvere Il Calcolo Di Una Trave Con Carico Concentrato In Mezzeria

Nella guida seguente si procederà con il risolvere il calcolo di una trave appoggiata ai suoi estremi e soggetta ad un carico concentrato applicato nella mezzeria della stessa. La struttura che si andrà a risolvere risulta "isostatica", ovvero il numero...
Università e Master

Come Calcolare Il Momento Flettente

Quando consideriamo un corpo, come ad esempio una trave soggetta a forze esterne e reazioni ai vincoli che le vengono imposti, a noi può risultare immobile, perché tali azioni generano un sistema di forze in equilibrio; in realtà, caricando la struttura,...
Università e Master

Come trovare l'asse centrale in una struttura

Tutti gli studenti iscritti alla facoltà di architettura, si trovano prima o poi a fare i conti con l'esame di statica, che è quella branca della fisica che studia l'equilibrio. Quest'esame consta generalmente di una prova scritta seguita da una orale....
Università e Master

Come applicare l'equazione di continuità al tubo di flusso

Un tubo di flusso è definito dallo spazio individuato dalla superficie tubolare che si forma lasciando una linea di flusso passante per ogni punto di una superficie chiusa, che non sia essa stessa una linea di flusso. Essendo il tubo di flusso l'insieme...
Lingue

Linguistica italiana: lingua d'oil e d'oc

Nella storia della letteratura internazionale e in particolare nel caso di quella francese, occorre fare una differenziazione tra la lingua d'oil e la lingua d'oc. Una divisione che riflette anche sulla storia linguistica italiana e che vede queste due...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.