Come Calcolare L'Assorbimento Di Un Apparecchio Elettrico

di Fabrizio Rossitto tramite: O2O difficoltà: facile

Vi è mai capitato di avere tra le mani il vostro apparecchio elettronico e di voler calcolarne l'esatto consumo?! Il calcolo del consumo elettrico di un apparecchio, è un'attività molto semplice da eseguire, e che non necessita di specifiche capacità tecniche. Per calcolare il consumo elettrico vi basterà utilizzare un tester e una calcolatrice. Questo vi permetterà di conoscere con esattezza quanti watt sfruttano i vostri apparecchi e di calcolarne l'assorbimento esercitato. Non ci resta che scoprire insieme come calcolare l'assorbimento di un apparecchio elettrico

Assicurati di avere a portata di mano: Tester calcolatrice

1 Innanzitutto, ogni elettrodomestico ha un'etichetta apposita sul retro, espressa in (w) Watt, o in migliaia di Watt. I Watt indicano la misura di potenza, invece un'altra voce che è Wattora (wh), si riferisce alla misura di energetica. Il primo passo da fare è controllare quanto misura la potenza dell'apparecchio, per esempio il ventilatore ha una potenza pari a 180 W. Cosa bisogna fare per convertire questa misura di potenza in misura energetica? La prima operazione da effettuare, è moltiplicare i 180 W per le ore che l'apparecchio è in funzione, attivandolo sulla posizione velocità media. Ipotizzate che l'elettrodomestico stia acceso per 8 ore, calcolate le ore di funzionamento, 8 h x 90 W, otterrete un risultato di 720.

2 Vi state domandando a cosa si riferisce la somma ottenuta 720? Non sono più i Watt, ma avete ottenuto Wattora (Wh) la misura di energia: in questo modo, siete riusciti a sapere quanta energia state consumando in 8 ore. Adesso è necessario capire come stimare il costo. Calcolate KWh per il costo della corrente, che dipende dal vostro gestore: ad esempio, 0,22 euro ogni KWh, quindi 0,22 x 0,72 KWh = 0,154 euro, per ipotesi, se voi tenete acceso l'elettrodomestico una settimana intera, 5 giorni x 0,154 = 0,78 euro, la spesa mensile sarà 3,08 euro. Per elettrodomestici più grandi, come ad esempio frigorifero, lavatrice, scaldabagno, lavastoviglie, essi sono apparecchi che lavorano in maniera diversa.

Continua la lettura

3 A questo punto, vediamo altri metodi.  Bisogna prendere un tester e impostarlo in posizione di tensione alternata, spostando il commutatore su Volt-AC.  Approfondimento Come verificare un transistor bipolare (clicca qui) In questo caso, il tester è in parallelo al carico.  Dopo aver fatto ciò, misurate la tensione sul carico, ad esempio potreste constatare una tensione pari a 228 Volt.  A questo punto, dovrete impostare il commutatore del tester in Amper- AC.  Misurate quindi la corrente che si muove sul carico in Ampere, assicurandovi di collegare il tester in serie al circuito, fate tale operazione successivamente al carico.  Una volta effettuata la misurazione, potrete finalmente conoscere l'esatta quantità di corrente che si muove sulll'utilizzatore., la quale potrebbe risultare pari a 0,88 Ampere.

Alcuni link che potrebbero esserti utili: https://www.ideegreen.it/come-stimare-il-consumo-elettrico-39819.html http://www.aggiustatutto.it/forum/bricolage-fai-da-te/4-elettricita/4748-calcolo-consumo-elettricita.html

Appunti di fisica: i circuiti Questi appunti di Fisica sono volti a fornire all'utente alcuni ... continua » Come Calcolare L'intensità Di Un Campo Elettrico Questa guida illustra come calcolare l' intensità di un campo elettrico ... continua » Come Calcolare L'Equivalenza Tra Due Generatori Parlando dei generatori, bisogna sapere e conoscere che il loro principale ... continua » Come ricavare la concentrazione di una soluzione da misure spettrofotometriche Una tecnica analitica largamente utilizzata sfrutta il fenomeno dell'assorbimento delle ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come calcolare la potenza minima

Spesso, nelle applicazioni di fisica, ingegneria e scienza dei materiali, le prestazioni delle apparecchiature possono essere massimizzate riducendo al minimo la potenza necessaria per il ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.