Come Calcolare La Risultante Tra Due O Più Vettori

di Andrea Vigato tramite: O2O difficoltà: facile

In fisica capita molto spesso di dover eseguire operazioni con i vettori, ad esempio il calcolo della risultante. I vettori sono oggetti di uno spazio vettoriale che possono essere sommati fra di loro, o moltiplicati per uno scalare (il piano cartesiano è un esempio fondamentale di spazio vettoriale, dove il vettore è un punto del piano, determinato da una coppia di numeri reali x e y).
In questa guida si vedrà come calcolare la risultante, cioè la somma vettoriale delle forze, conoscendo l'intensità, l'angolo che essi formano con l'asse x o l'angolo che formano tra di essi. Si rinvia ai link, immagini e video segnalati per ulteriori informazioni e dettagli sull'argomento.

Assicurati di avere a portata di mano: Nozioni base di matematica Conoscenza del "Teorema di Pitagora" Conoscenza del "Teorema di Carnot"

1 Il caso più semplice si ha quando le direzioni di due o più vettori giacciono tutte sulla stessa retta. In questo caso bisogna stabilire il verso di ogni vettore (per esempio, positivo verso destra e negativo verso sinistra), sommare tra loro le intensità dei vettori positivi e sottraendo la somma delle intensità di quelli negativi, ottenendo un unico risultato.
Il vettore risultante avrà intensità pari a questa differenza. (Clicca la foto per vedere un esempio).
N = Newton (unità di misura della forza). R = Risultante.

Un altro caso semplice è quando due vettori sono perpendicolari tra loro. Sarà sufficiente traslare i vettori, dandogli lo stesso punto di origine, e costruire su di essi un parallelogramma. La risultante sarà la diagonale delle forze concorrenti (vedi video per una spiegazione grafica).

2 Si può anche scomporre ogni vettore nelle sue componenti orizzontali e verticali. Conoscendo l'angolo che ogni vettore forma con l'asse x, basterà moltiplicare il valore di ogni vettore per il coseno dell'angolo (in modo da trovare il valore della componente orizzontale) e per il seno dell'angolo (per trovare il valore della componente verticale).
Sommando (o sottraendo, a seconda del loro verso) tra loro tutte le componenti verticali e tutte le componenti orizzontali, applicando poi il teorema di Pitagora, si ottiene il valore del vettore risultante.

Guarda il video:

Continua la lettura

3 Per concludere, se conosciamo il valore di due vettori e l'angolo tra essi contenuto, possiamo calcolare la loro risultante tramite un derivato del teorema di Carnot (noto anche come "teorema del coseno"). 
La formula è la seguente:
c^2 = b^2 + a^2 - 2ab * cos (y) (link a Wikipedia per la spiegazione e dimostrazione del teorema di Carnot).

Alcuni link che potrebbero esserti utili: Dispensa Calcolo Vettoriale Wikipedia Vettore Lorenzo Roi Vettori

Come calcolare i vettori di una forza Matematica: l'algebra dei vettori Come risolvere i problemi di fisica sui vettori Come calcolare l’angolo tra due vettori

Il presente contributo è stato redatto dall'autore ivi menzionato a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e può essere modificato dallo stesso in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore dello stesso, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tale contributo e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.
Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altri articoli