Come calcolare la Molarità di una soluzione

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Una soluzione per definizione è un miscuglio omogeneo di due o più componenti ed ha la stessa composizione e le stesse caratteristiche in tutti i suoi punti. E’ identificata dal rapporto di combinazione tra il solvente, che è la sostanza presente in percentuale maggiore ed il soluto o soluti. Un esempio molto semplice è il sale (soluto) disciolto nell'acqua (solvente). La Concentrazione delle soluzioni è la misura di soluto presente in una certa quantità di solvente, che in chimica può essere espressa in diversi modi. Attraverso i passi di questa esauriente guida scoprirete come calcolare la molarità di una soluzione.

26

Senza dubbio, il criterio di valutazione più usato è la concentrazione molare, essa esprime il numero di moli di soluto (n) presenti in un litro di soluzione. L’unità di misura utilizzato è mol/l. Quindi la formula sarà: M= n soluto/V (mol/L). C'è da dire che con il variare della temperatura varia il volume del liquido e quindi anche il valore della molarità, a temperatura ambiente la variazione è dell'ordine dello 0,1%.

36

Ricordiamo che il parametro mol/l, che, alcune, volte viene indicato semplicemente con M non fa parte del sistema internazionale dei criteri di valutazione, più precisamente viene considerata obsoleta, come la Normalità e la Molarità. Inoltre il volume dovrebbe essere espresso in metri cubi e non in litri. Il concetto di concentrazione molare nonchè essere molto diffuso è anche utile, in quanto conoscendo la quantità di soluto contenuto, si possono dosare le sostanze in modo rapido e preciso. Una soluzione di 1M di soluto contiene 1 mol di soluto per litro della stessa.

Continua la lettura
46

È bene sapere che le molarità di soluzioni diverse non sono additive, quindi non si può fare (M1+M2 ecc), tranne nel caso in cui il volume sia di 1 litro, infatti in questo caso il numero di moli equivale alla concentrazione molare n (mol)= M*V. Nel caso in cui si hanno volumi diversi prima bisogna calcolare le moli. Ecco un facile esempio per comprendere meglio. Dobbiamo determinare la molarità di una soluzione che contiene 3.40 moli di NaCL in 470 ml della stessa. In questo caso basta applicare la definizione quindi: 470 ml= 0.470 l M= 3.40/0.470=7.23.

56

Nel caso in cui si deve calcolare il peso molecolare, si deve moltiplicare il peso atomico di ciascun elemento facente parte del composto per il numero di atomi presenti nella formula. Esempio: HNO3= 1+14+(3*16)= 63 UMA. L’UMA è l’unità di misura del peso degli atomi, che potrete trovare sulla tavola periodica.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Modi per esprimere la concentrazione di una soluzione

Nel campo della chimica, una soluzione deriva dall’unione uniforme di una o più sostanze. Il suo volume è omogeneo, perché le particelle si dispongono in maniera regolare. Una soluzione si compone di due elementi. Il soluto si disperde nella soluzione...
Superiori

Come calcolare la molarità di una miscela

In chimica, la molarità viene definita come il rapporto tra il numero di moli di un soluto su volume di solvente espresso in litri: mol/L. Per indicare la molarità si usa la lettera "M" maiuscola: se una soluzione ha un valore di 2 mol/L allora diremo...
Superiori

Come calcolare la concentrazione molare di una soluzione

Questa guida è piuttosto semplice se si seguono tutti i passaggi alla lettera, altresì può risultare un po' complicata. Armatemi ti molta pazienza e prendetevi tutto il tempo utile per leggere e comprendere la spiegazione.La concentrazione molare di...
Superiori

Appunti di chimica: come esprimere la concentrazione

Si sa, la chimica è una materia tosta e ingegnosa; tuttavia il suo studio può risultare semplice e lineare se ci serviamo di appunti e di metodi che ci semplificano la sua comprensione. Se siete molto confusi sull'argomento "concentrazione", vi trovate...
Superiori

Come calcolare la molarità dal peso molecolare

Nel campo della chimica quando si parla di soluzione, si intende un miscuglio con le stesse caratteristiche di composizione, per cui viene definito omogeneo, e l'identificazione avviene in base al rapporto che si ottiene con una sostanza solvente. Un...
Superiori

Come calcolare la molarità in una titolazione

La titolazione è un metodo attraverso il quale si cerca di determinare la concentrazione (titolo) di una soluzione mediante l'aggiunta ad essa di un'altra soluzione (soluzione titolante o reattivo titolante) di concentrazione nota. Se le soluzioni utilizzate...
Superiori

Come calcolare la molarità con la curva di titolazione

Sciogliendo un pochino di sale (che rappresenta il soluto, ovvero l'elemento che viene sciolto) nell'acqua (che costituisce il solvente, ossia l'elemento che scioglie), si ottiene una soluzione liquida: dunque, la molarità è il rapporto fra le moli...
Superiori

Come calcolare la concentrazione di ioni

Quando un sale, noto come "soluto", viene disciolto in un solvente, subisce un processo in cui gli ioni positivi e negativi si separano. Questo processo è chiamato "dissociazione". Le concentrazioni degli ioni dipendono dal rapporto in cui erano presenti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.