Come calcolare la forza frenante

di Gaetano Ciaramitaro tramite: O2O difficoltà: difficile

Per chi ama i settori scientifici e desidera proseguire gli studi con dei percorsi universitari ad indirizzo fisico o matematico, sicuramente inizialmente potranno esserci delle difficoltà a capire per esempio degli argomenti specifici come quello delle forze. Molto spesso chi studia fisica si ritrova ad affrontare problemi relativi alle frenate, alle forze, all'attrito e ai coefficienti di attrito. Una delle difficoltà più importanti per chi studia materie come fisica è sicuramente quella legata alla risoluzione del problema delle forze frenanti. In questa guida, a tal proposito, troverete una spiegazione concisa su come calcolare la forza frenante.

Assicurati di avere a portata di mano: Libri di fisica.

1 Considerate degli esempi pratici La forza frenante o d'attrito spesso viene spiegata attraverso alcuni esempi giornalieri che accadono quotidianamente. Per esempio la frenata di un motorino, quella di un'automobile o di un camion, vengono solitamente spiegate attraverso la forza frenante. Ogni veicolo in procinto di frenare deve infatti riuscire ad attivare una condizione detta di scivolamento, ma in realtà senza mai raggiungerla. In sostanza ogni mezzo che deve franare deve provocare tra il proprio pneumatico e il terreno una sorta di attrito radente di tipo statico. Con questi esempi è molto più facile capire le condizioni in cui un autoveicolo si trova a frenare ed è molto più facile capire la forza frenante.

2 Ricordate la formula Ovviamente la forza frenante o di attrito varierà in base alla tipologia di terreno o di condizione atmosferica con cui un autoveicolo si ritroverà a frenare. Questi sono concetti basilari per capire la forza d'attrito, ma quest'ultima può anche variare a seconda della grandezza degli pneumatici o delle condizioni di questi ultimi. In sostanza la formula che vi permetterà di calcolare la forza frenante non è altro che Fa = K * P. La "K" indicherà il coefficiente di attrito mentre "P" indicherà il peso. Per esempio se avrete un'automobile con una massa di 1000 chili, la forza di attrito per un coefficiente di 0,4 è di (1000 * 0,4) = 4000 N.

Continua la lettura

3 Fate pratica con degli eserciti Questo è un esempio molto semplice per farvi capire come può essere calcolata una forza frenante.  Per continuare a calcolare la forza frenante, è necessario anche poter calcolare il tempo che sarà legato al coefficiente di attrito tra pneumatico e asfalto.  Approfondimento Come calcolare la forza di attrito minima (clicca qui) Un automobile di 1000 kg che viaggerà ad una velocità di 50 km/h potrà avere semplicemente una formula di questo tipo: F * D t = m * D v.  In sostanza, "F" sarà la forza di attrito, "D t" sarà il tempo, mentre "m" sarà la massa e "D v" la variazione della velocità.  Buono studio.

Non dimenticare mai: In sostanza, "F" sarà la forza di attrito, "D t" sarà il tempo, mentre "m" sarà la massa e "D v" la variazione della velocità. Alcuni link che potrebbero esserti utili: Esercizio su decelerazione e forza frenante Forza frenante Il problema di frenare La frenata di un'automobile Esercizi svolti sui principi della dinamica Forza d'attrito: spazio di frenata di un veicolo su fisica facile

Come calcolare la forza d'attrito radente La forza di attrito, nel settore della fisica, equivale alla potenza ... continua » Come calcolare la forza di attrito Attorno a noi ci sono molti oggetti fermi. Questi, infatti, restano ... continua » Come calcolare la forza di attrito su un piano inclinato L'attrito è la forza che si oppone al moto di ... continua » Come calcolare la forza di attrito su un piano inclinato L'attrito è la forza che si oppone al moto di ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.