Come calcolare la derivata di una funzione goniometrica

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La derivata di una funzione è una parte fondamentale dei programmi di matematica dei licei e un tassello imprescindibile per l'esame di analisi dell'università. Generalmente non si hanno troppi problemi con le funzioni classiche con l'incognita x e y. Con la trigonometria, però, la situazione inizia sempre a complicarsi, e spesso ci si perde. In questa guida spiegheremo come calcolare la derivata prima di una funzione goniometrica.

26

Occorrente

  • pregresse conoscenze sulle funzioni goniometriche
  • pregresse conoscenze sulle derivate
36

La derivata è una funzione che indica come la crescita di una funzione cambi al cambio del suo argomento. In pratica corrisponde alla tangente della funzione in un determinato punto. Per cui si dice che la derivata è una grandezza puntale, ovvero si calcola punto per punto. È espressa come funzione perché associa ad ogni punto la tangente alla curva descritta dalla funzione di partenza. Mentre la derivata di una funzione in un punto è un valore, ovvero un numero, non un funzione.

46

Per calcolare la derivata di una funzione goniometrica il primo passo è avere ben presente le derivate fondamentali. Innanzitutto occorre ricordarsi come vengono derivati gli esponenti. Se abbiamo una qualsiasi funzione f (x)=x^s, dove s appartiene ai numeri reali, f'(x)=sx^(s-1). Ne consegue che la derivata f (x)=x è f'(x)=1 e la derivata di una costante f (x)=k è f'(x)=0. Per il nostro scopo occorre ora vedere le derivate fondamentali di una funzione goniometrica. La f (x)=sin (x) diventa f'(x)=cos (x), mentre f (x)=cos (x) diventa f'(x)=-sin (x). Queste sono le più elementari, mentre andando nello specifico abbiamo le seguenti derivate: tan (x) diventa 1/(cos^2(x)); cot (x) invece -1/(sin^2(x)).

Continua la lettura
56

Ovviamente a queste derivate fondamentali vanno aggiungte le regole della derivazione, valide per ogni tipo di funzione, goniometrica e non. Le principali regole sono le seguenti: 1) La derivata del prodotto di una costante per una funzione è pari al prodotto della costante per la derivata della fuzione. Quindi se abbiamo f (x)=2sin (x), la derivata sarà f'(x)=2cos (x). 2) La derivata della somma o della differenza di due funzioni è pari alla somma o alla differenza delle due funzioni. Quindi la derivata di f (x)=sin (x)+cos (x) è pari a f'(x)=cos (x)-sin (x). 3) la derivata del prodotto di due funzioni corrisponde alla somma del prodotto della derivata della prima funzione per la seconda funzione e il prodotto della prima funzione per la derivata della seconda funzione. Se abbiamo f (x)=sin (x)cos(x) allora f'(x)=cos^2(x)-sin^2(x). 4) Un po' più complicata è la derivata del rapporto di due funzioni. Al nominatore abbiamo la derivata del numeratore per il denominatore, a cui si sottrae il numeratore per la derivata del denominatore. Al denominatore abbiamo invece il denominatore elevato al quadrato. Quindi f (x)=sin (x)/cos (x) sarà pari a [cos^2(x)-sin^2(x)]/cos^2(x).

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ricordiamoci che il simbolo "^" significa "elevato"
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Matematica: regole fondamentali delle derivate

Quando in matematica si parla di algebra di derivate si fa riferimento ad una base, di natura sia teorica che pratica, attraverso la quale è possibile calcolare la derivata di qualsiasi funzione; chiaramente, per poter procedere, è fondamentale conoscere...
Superiori

Dimostrazione della derivata del quoziente di due funzioni

Cerchiamo di comprendere alcune regole matematiche: Dimostrazione della derivata del quoziente di due funzioni. Sappiamo che in matematica la derivata di funzione è il cardine dell'analisi matematica, la derivata della funzione (f) un punto x0 (coefficiente...
Superiori

Studio di funzioni goniometriche

Imparate a studiare le funzioni goniometriche è molto utile per via dell'importanza che esse rivestono in moltissimi ambiti sia della matematica, nell'ambito dell'elettronica ed elettrotecnica, della meccanica e delle telecomunicazioni. Queste funzioni...
Maturità

Analisi matematica: le derivate

In matematica, la derivata di una funzione descrive la crescita della funzione stessa in relazione al suo argomento. I campi di applicazione delle funzioni derivate sono davvero tanti, ed essendo alla base dell'analisi matematica, lo studio delle derivate...
Superiori

Come calcolare la derivata di un rapporto

A scuola, nell'ambito della matematica, viene di regola insegnato quello che risulta essere esattamente lo studio della funzione, nonché la derivata di un rapporto collegata a quest'ultima. Nella maggior parte dei casi, potete comunque trovarvi di fronte...
Superiori

Come calcolare la derivata di una frazione al quadrato

Secondo le regole consuetudinarie di derivazione delle funzioni, la derivata del rapporto tra due funzioni A e B, è data da un ulteriore rapporto. Quindi, il numeratore della derivata, è calcolato, dalla differenza tra il prodotto della derivata di...
Superiori

Come calcolare la derivata di una funzione composta

Se avete la necessità di conoscere delle regole specifiche per svolgere in maniera non troppo complessa dei problemi matematici, come ad esempio per calcolare la derivata di una funzione composta, allora è il caso di documentarvi in maniera approfondita....
Università e Master

Le derivate parziali

Dobbiamo prima di tutto comprendere il significato del termine di derivata:sia f (x) definita in un intervallo aperto (a, b) e sia x un punto di (a, b) si dice che la funzione f è derivabile nel punto x se esiste in finito il limite del rapporto incrementa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.