Come calcolare la base di un triangolo rettangolo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Un triangolo viene definito rettangolo quando uno dei suoi angoli interni, costituito dall'incontro di due lati (i cateti), è un angolo retto, cioè ha un ampiezza di 90°. Il lato opposto all’angolo retto viene chiamato ipotenusa. Per calcolare la misura della base di un triangolo rettangolo, si possono seguire diversi metodi che prevedono dei passaggi semplici e facili da tenere a mente: di seguito, vi illustreremo quali sono e come applicarli.

26

Occorrente

  • Un buon libro di geometria
  • Una calcolatrice
36

Il teorema di Pitagora

Per risolvere il problema oggetto di questa guida, consiste nell’utilizzare il teorema di Pitagora, secondo il quale l’area del quadrato costruito sull’ipotenusa (c) corrisponde sempre al valore della somma delle due aree dei quadrati che hanno come lati i due cateti (che chiameremo a e b). La formula che rappresenta l'enunciato del teorema di Pitagora è la seguente:
a² + b² = c²
Usando la formula inversa del teorema di Pitagora, è possibile trovare il valore dell’ipotenusa:
√a² + b² = c.
Espicitando detta formula inversa, si può riscriverla come segue:
√altezza² + base² = c.
Ora, se siete a conoscenza dei valori dell’ipotenusa e dell’altezza, vi basterà applicare la regola inversa e otterrete, come risultato, la base del triangolo:
b = √c² - a²
quindi:
base = √ipotenusa² - altezza².

46

La formula inversa

Proponiamo un altro esempio numerico di utilizzo del teorema di Pitagora, per chiarire quanto visto al passo precedente.
Ipotizzate di dover calcolare la base di un triangolo rettangolo conoscendone il valore dell’ipotenusa (25 cm) e dell'altezza (15 cm).
Procedete con la soluzione del problema, applicando la formula inversa del teorema di Pitagora:
base = √ipotenusa² - altezza²
Quindi:
b = √25² - 15²
b = √625- 225
b = √400
b = 20
Ecco risolto il problema. Vi sarete accorti, quindi, che seguendo delle regole appropriate, la soluzione è molto più semplice del previsto.

Continua la lettura
56

La base per l’altezza

Un altro valido metodo, se siete a conoscenza dell’area del triangolo rettangolo e del valore dell’altezza, per calcolarne la base vi basterà seguire un semplice procedimento. Partendo dal concetto che l’area di un triangolo rettangolo si ottiene moltiplicando la base per l’altezza e dividendo il prodotto per due (A = (b x h) / 2), si potrà ricavare l'incognita del problema (b) riaddattando la precedente formula come segue:
b = (2 x A) / h
Vi facciamo un esempio numerico, per chiarire meglio quanto esposto.
Supponete che l’area del vostro triangolo sia di 36 cm² e che l’altezza sia di 12 cm.
Per trovare il valore della base, applicate la seconda versione della formula soprascritta in questo modo:
b = (2 x 36) / 12
b = 72 / 12
b = 6
Avete appena ottenuto il valore della base del triangolo, che equivale a 6 cm.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Studio costante e tanto esercizio
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare le proiezioni di un triangolo rettangolo

La geometria è una materia piuttosto interessante ma complicata che ha bisogno di essere studiata a fondo e amata per essere imparata. Esistono moltissime figure che grazie alla geometria si possono imparare a disegnare, tra queste il triangolo rettangolo,...
Elementari e Medie

Come calcolare il cateto maggiore di un triangolo rettangolo

I triangoli rettangoli hanno un rapporto costante tra i quadrati dei due cateti e dell'ipotenusa, noto anche come teorema di Pitagora. I cateti sono le due parti che formano un angolo retto di novanta gradi, mentre l'ipotenusa è l'altro lato. È possibile...
Superiori

Come dimostrare il teorema di Pitagora con un semplice disegno

Il teorema di Pitagora è sicuramente uno dei più noti teoremi della geometria, nonché uno dei più utili. Viene infatti utilizzato per risolvere i problemi più basilari così come quelli di grado avanzato. Il suo scopo è quello di fornire la dimostrazione...
Elementari e Medie

Come calcolare l'ipotenusa di un triangolo isoscele

La scuola è un luogo fondamentale per poter studiare, e comprendere al meglio le varie materie. Tra le varie materie scolastiche troviamo, l'italiano, la geografia, la storia, l'inglese, l'arte, diritto, l'economia aziendale, ma soprattutto la matematica....
Superiori

Come si calcola l'area del quadrato costruito sull'ipotenusa

Per chi volesse cimentarsi negli iniziali e basilari studi di geometria, è fondamentale imparare teoremi e nozioni molto importanti che stanno alla base di tale materia. Il teorema di Pitagora per esempio, riesce a ricavare attraverso la sua formula...
Elementari e Medie

Teorema di Pitagora: dimostrazione e funzioni

Fin dalle elementare, con il primo approccio alla geometria, ci viene illustrato il Teorema di Pitagora, uno dei più antichi teoremi che tutt'oggi conosciamo. Riproposto in ogni scuola dopo le primarie, sia alle medie che alle superiori, rappresenta...
Superiori

Come calcolare l'apotema di un triangolo rettangolo

In ambito geometrico, al fine di ottenere dei risultati corretti su calcoli effettuati, risulta fondamentale apprendere tutte le regole che comprendono la materia. È necessario quindi conoscere le diverse formule da applicare in base ai risultati che...
Superiori

Come trovare l'ipotenusa del trapezio rettangolo

La geometria, insieme alla matematica, è una delle materie più difficili da apprendere e molto spesso potremmo aver bisogno di qualche aiuto per riuscire a comprendere tutti gli argomenti. Grazie ad internet potremo trovare moltissime guide che ci spiegheranno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.