Come calcolare l'ingrandimento lineare

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Una lente ha la proprietà di convergere i raggi di luce e quindi creare un'immagine virtuale di un oggetto. Questa proprietà della lente di formare immagini virtuali degli oggetti dove viene proiettato il focus è soggetta ad un incremento di grandezza. Grazie a questo fenomeno l'immagine naturale andrà in contro ad un ingrandimento delle sue reali misure. Quando si effettuano osservazioni visuali si calcola sempre l'ingrandimento che aggiunge dell'oculare. L'oculare funziona quindi da sistema diottrico convergente dove l'immagine viene ingrandita. Ora vedremo come calcolare l'ingrandimento lineare.

27

Occorrente

  • oggetto da ingrandire, lente.
37

Per calcolare l'ingrandimento lineare dobbiamo sapere alcuni parametri. Indichiamo con P la distanza di un oggetto ipotetico e la distanza tra la lente con cui effettuiamo l'ingrandimento. Q invece sarà la distanza tra la lente e l'immagine. Per la formula delle lenti sottili 1/P + 1/Q= 1/f.
La grandezza 1/f si chiamerà potere diottrico e si misurerà in m-1.
Un valore di Q>0 indicherà che l'immagine è reale. Un valore di Q<0 indicherà che l'immagine è virtuale.

47

Ora per calcolare l'ingrandimento lineare che chiameremo G sarà sufficiente fare il rapporto tra la lunghezza dell'immagine e la lunghezza dell'oggetto. Ricorrendo alla nostra precedente assunzione quindi avremo che la formula per l'ingrandimento lineare è
G= Q/P
dove Q sarà la distanza immagine lente e P sarà la distanza oggetto lente.

Continua la lettura
57

Da dire che l'ingrandimento angolare ottenuto osservando con una lente convergente un oggetto posto tra il fuoco e la lente, è dato dall'angolo visuale sotteso dall'immagine dell'oggetto e l'angolo visuale sotteso dall'oggetto posto alla distanza della visione distinta. Un curiosità; capito il concetto diventa intuitivo che non è possibile parlare di ingrandimento lineare per le immagini retiniche dato dal rapporto tra le dimensioni lineari dell'immagine e dell'oggetto. Il cristallino quindi non funziona da lente sottile e non si possono perciò applicare relazioni semplificate. Per capire meglio non dimenticate di studiare approfonditamente la sezione di ottica del vostro libro di testo. La curiosità e l'applicazione in pratica della teoria rendono i concetti molto più semplici ed immediati, quindi sarebbe sempre opportuno fare degli esperimenti e prove pratiche. Se la scuola non dispone di un laboratorio potete provare a casa comprando una lente, e magari, mettendo in pratica un esercizio del libro di testo. Fatevi aiutare quando non avete capito un concetto.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La curiosità è la miglior arma per capire queste cose.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come Calcolare E Disegnare L'Omotetia Diretta Di Una Figura Geometrica

L'omotetia è la trasformazione geometrica di un oggetto sul piano, che riguarda le dimensioni lineari ma non quelle angolari. In questo modo si ottengono ingrandimenti e riduzioni in scala senza deformazioni della forma propriamente detta. L'omotetia...
Università e Master

Come misurare la distanza focale di una lente convergente

Le lenti, elementi base di strumenti ottici quali il microscopio e il cannocchiale, o di strumenti atti a potenziare le capacità visive dell'organo della vista, l'occhio, sono costituite da materiali trasparenti (vetro o plastica) e delimitate da superfici...
Superiori

Come funzionano le lenti polarizzate

Una lente polarizzata, detta anche polarizzatore, è una particolare lente che impedisce il passaggio della radiazione elettromagnetica a seconda della polarizzazione. Le lenti polarizzate vengono usate in diversi ambiti. Nella fotografia, ad esempio,...
Superiori

Come confrontare funzioni lineari e non lineari

L'argomento calza bene le pagine di un manuale di algebra, nel capitolo del calcolo infinitesimale. La lente della nostra analisi scende sulle funzioni, lineari e non lineari. Scorrete l'articolo per sapere come confrontare funzioni lineari e non lineari....
Superiori

Come riconoscere le rocce sedimentarie

Di passioni nella vita ce ne sono moltissime, tutte per ogni gusto ed interesse. Tra le passioni e gli interessi più particolari c'è quello della conoscenza dei diversi tipi di roccia, e riconoscerne l'origine è alla base di questa passione. Le rocce...
Elementari e Medie

Come Fare Un Esperimento Per Percepire La Sensibilità Delle Piante

Le piante rispondono a stimoli diversi che provengono dall'ambiente come gli esseri viventi. Questi stimoli possono essere la luce, la gravità, l'acqua, il calore, il freddo, l'umidità e tanti altri. Alcune piante mostrano anche una sensibilità al...
Superiori

Come Leggere Le Isoipse Su Una Carta Geografica

Grazie a questa breve guida diventeremo estremamente esperti nella lettura delle isoipse su una carta geografica. Saper leggere le isoipse può darci indicazioni particolarmente utili sull'orografia del territorio che stiamo precisamente analizzando o...
Università e Master

Appunti di economia aziendale: le prezzature delle opzioni

L'investimento in strumenti di risparmio è attualmente una delle soluzioni più attivabili dal mercato. Di contro, il ridotto appeal dei titoli del debito. Pertanto nei portafogli dei risparmiatori figurano sempre più le opzioni, il nuovo motore finanziario....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.