Come Calcolare Il Volume Di Un Parallelepipedo Rettangolo

di Rachele Faggiani tramite: O2O difficoltà: facile

Il parallelepipedo rettangolo è una particolare tipologia di poliedro, e quando parliamo di poliedro, intendiamo un solido delimitato da un numero finito di facce piane poligonali. Il parallelepipedo, infatti, è formato da quattro rettangoli e due quadrati, uno per ogni lato delle sue facce. Insieme al cubo, questo è sicuramente uno dei solidi più semplici da "gestire". Ed è proprio per questo motivo che, nei percorsi scolastici, è tra i primi solidi studiati. In questa guida andremo a vedere quali sono le formule e il procedimento per calcolare il volume di un parallelepipedo rettangolo.

Assicurati di avere a portata di mano: - Alcune conoscenze sulle norme elementari della matematica; - Carta e matita; - Righello.

1 La prima cosa da fare, per rendere la nostra spiegazione più semplice, è un disegno perfetto della figura del parallelepipedo rettangolo: utilizziamo una matita e un righello, così da non sbagliare e ottenere una figura precisa. Avendolo davanti agli occhi, infatti, sarà più facile comprendere meglio le formule in questione e la loro applicazione. Per calcolare il volume di un solido di questo tipo, puoi servirti di due formule: la prima vuole che il volume si ottenga moltiplicando tra loro le misure delle sue dimensioni, ovvero dalla formula V= (a)(b)(c); la seconda, invece, si otterrà moltiplicando l'area di base e la misura dell'altezza relativa, quindi V=A (h). Andiamo a studiarle più nello specifico

2 Dato che, comunque, la base del parallelepipedo è un rettangolo, la moltiplicazione "(a)(b)" rappresenta l'area di base. Per questo motivo il volume è possibile scriverlo come "V= A (h)", ovvero come una moltiplicazione tra "A" (area di base) e "h" (misura dell'altezza relativa).
Di conseguenza si possono ottenere anche le formule inverse per il calcolo dell'area di base e dell'altezza, ovvero rispettivamente "A= V/h" e "h= V/A". Una volta chiarite anche queste formule inverse, tutte le informazioni appena spiegate saranno di certo più semplici da comprendere.

Continua la lettura

3 Ora facciamo un esempio.  Supponiamo di dover calcolare il volume di un parallelepipedo le cui dimensioni misurino 3, 4 e 12 cm, e quindi a=3 cm, b=4 cm e c=12 cm.  Approfondimento Come calcolare il volume di un cubo (clicca qui) Per la prima formula trascritta, "V=(a)(b)(c)", avremo che V=(3)(4)(12), e il risultato del nostro calcolo sarà quindi 144 centimetri cubici.  Di conseguenza, per la nostra seconda formula, V=A (h), dobbiamo trovare l'area del rettangolo, che è la base del parallelepipedo, moltiplicando (a)(b), e quindi (3)(4).  Dunque possiamo scrivere la formula come V=(3)(4)(h) e, essendo h=c ed essendo il valore di c=12 cm, possiamo scrivere V=(3)(4)(12).  Anche in questo modo, facendo i giusti calcoli, otterremo che il risultato sia 144 centimetri cubici.  Il volume di un parallelepipedo, quindi, le cui dimensioni misurino 3, 4 e 12 cm, sarà di 144 cm cubici.

Non dimenticare mai: La matematica è una scienza esatta, certo, ma non farti intimidire da essa! Armati di pazienza e, se la prima volta non hai successo, riprova fino a quando non ci riesci. Ricorda: i numeri sono nostri amici!

Come calcolare l'area di un parallelepipedo rettangolo In riferimento a delle nozioni di geometria, con questa guida spieghiamo ... continua » Come calcolare la diagonale di un parallelepipedo Oggi parliamo di una tra le figure geometriche solide che crea ... continua » Come calcolare l'area della superficie del CUBO La geometria è un ramo della matematica in cui vengono applicate ... continua » Come Calcolare Il Volume Di Un Esaedro Regolare L'esaedro regolare è una particolare tipologia di poliedro, caratterizzato dall ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.