Come Calcolare Il Punto Di Congelamento E Il Punto Di Ebollizione Di Una Sostanza

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se decidiamo di aggiungere un soluto in un liquido (ad esempio il glucosio), si verificano come reazione chimica due fenomeni: l’aumento del punto di ebollizione (innalzamento ebullioscopico) e la diminuzione del punto di congelamento della soluzione (abbassamento crioscopico), ma ciò dipende soltanto dalla concentrazione delle particelle del suddetto soluto. In riferimento a ciò, nei passi successivi di questa guida, vediamo quindi come calcolare il punto di congelamento e il punto di ebollizione di una sostanza.

25

Formule

La formula per calcolare l’innalzamento ebullioscopico è la seguente: Δteb rappresenta l'innalzamento ebullioscopico, che corrisponde perfettamente alla temperatura di ebollizione della soluzione meno quella del solvente, mentre Keb è la costante che varia in ogni sostanza, e nel caso dell'acqua corrisponde ad un valore pari a 0,52 (°C · Kg) / mol. La formula invece per calcolare l’abbassamento crioscopico è: Δtcr che rappresenta l'abbassamento crioscopico, uguale alla temperatura di congelamento della soluzione meno quella del solvente, mentre Kcr è la costante crioscopica che varia da solvente a solvente, e nel caso dell'acqua corrisponde a 1,86 (°C · Kg) / mol.

35

Esempio

Se consideriamo invece un chilogrammo di acqua vediamo che una mole di soluto fa innalzare la temperatura di ebollizione di 0,512 °C, e la stessa concentrazione fa abbassare il punto di congelamento di 1,86 °C, e questi valori sono chiamati costante molale del punto di ebollizione e del punto di congelamento dell'acqua. Immaginiamo di avere ad esempio una soluzione composta da 70 grammi di zucchero sciolti in 300 grammi di acqua, e dobbiamo considerare il punto di congelamento e quello di ebollizione. Innanzitutto dobbiamo calcolare il numero delle moli di soluto, ed essendo il peso molecolare dello zucchero 342 g/mol, e dato che ve ne sono 70 grammi, il numero delle moli di zucchero in 300 grammi di acqua si calcolerà così: (70 g) / (342 g/mol) = 0,204 moli.

Continua la lettura
45

Calcolo

Successivamente bisogna poi calcolare la molalità della soluzione, ossia 0,204 mol / 0,392 kg = 0,533 mol/kg. Una volta stabilita, si determina l’innalzamento ebullioscopico, e sapendo che il punto di ebollizione aumenta di 0,512 °C per ogni mole di zucchero aggiunta a 1000 grammi di acqua, l’innalzamento sarà il seguente: 100 °C (0,533) (0,512 °C) = (100 0,344) °C = 100,344 °C. Infine, dato che il punto di congelamento si abbassa di 1,86 °C per ciascuna mole di zucchero aggiunta a 1000 grammi di acqua, è possibile determinare l’abbassamento crioscopico sviluppando la seguente formula: 0 °C - (0,533) (1,86 °C) = (0 - 1,08) °C = - 1,08 °C.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare il punto di congelamento e di ebollizione

All'interno della presente guida andremo ad occuparci di calcoli, e più specificatamente, ci occuperemo di comprendere il metodo che ci permetta di capire come andare a calcolare sia il punto di congelamento e sia il punto di ebollizione.Lo faremo in...
Superiori

Come calcolare il punto di congelamento

Le proprietà colligative sono quelle proprietà di soluzioni che dipendono dal numero di particelle disciolte in una soluzione ma non sulle identità dei soluti. Per una buona approssimazione, non importa se il sale disciolto in acqua è il cloruro di...
Superiori

Come calcolare il punto di ebollizione attraverso la molalità

In chimica spesso è necessario eseguire l'analisi delle soluzioni. Una soluzione è costituita da almeno un soluto in dissoluzione in un solvente. La molalità rappresenta la quantità di soluto nel solvente. Un molalità più elevata aumenta il punto...
Superiori

Come calcolare il punto di fusione attraverso la molalità

Con questa guida ci proponiamo di spiegarvi uno dei calcoli chimici più interessanti da scoprire che è strettamente collegato alla trasformazione di sostanze che si ritrova in vari stati di consistenza. Vedremo, dunque, come far a calcolare il punto...
Superiori

Come calcolare le frazioni molari utilizzando la percentuale di massa

Un soluto si dissolve in un solvente per fare una soluzione. La concentrazione indica quanto di un composto o miscela è disciolto nella soluzione e si puó esprimere in vari modi. Le frazioni molari si riferiscono al rapporto fra numero di moli di soluto...
Superiori

Come determinare le moli di un soluto

In chimica, quando si parla di soluzione omogenea si intende una soluzione che è costituita da un solvente e da un soluto. In genere, il solvente è presente in una quantità maggiore ed è perciò in grado di sciogliere il soluto che invece si trova...
Università e Master

Come Passare Da Un Tipo Di Concentrazione Ad Un Altro

Una soluzione chimica viene definita in base alla concentrazione molecolare, e per conoscerla ci sono diversi modi. Il passaggio da un tipo di concentrazione ad un altro e il calcolo delle formule, sono dei problemi che si presentano molto frequentemente...
Superiori

Appunti di chimica: come esprimere la concentrazione

Si sa, la chimica è una materia tosta e ingegnosa; tuttavia il suo studio può risultare semplice e lineare se ci serviamo di appunti e di metodi che ci semplificano la sua comprensione. Se siete molto confusi sull'argomento "concentrazione", vi trovate...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.