Come calcolare il Minimo Comune Multiplo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La guida che verrà impostata, si occuperà, come indicato già a partire dal titolo stesso della guida, di come andare a calcolare il Minimo Comune Multiplo. Possiamo immediatamente incominciare con le nostre argomentazioni su una tematica che avrete senza dubbio studiato a scuola durante il vostro percorso di matematica.
Grazie ai grandi della matematica che ci hanno preceduto, possiamo risolvere il nostro problema imparando a memoria una piccola regola. La regola per calcolare il Minimo Comune Multiplo di due o più numeri, dice che il primo passo da compiere è quello di scomporre i numeri dati in fattori primi, e che si deve, poi, moltiplicare fra loro tutti i fattori comuni, presi ciascuno una sola volta e con l'esponente maggiore. Letta in questo modo può sembrare un'operazione alquanto complicata. Ma, in realtà, non è così! Scopriamolo insieme.

26

Occorrente

  • 1 foglio
  • 1 penna
36

Il minimo comune multiplo

L'acronimo che indica il minimo comune multiplo è, chiaramente, MCM, ed esso va a rappresentare il numero utile per poter riuscire a risolvere alcuni problemi di matematica. Esso è un insieme di numeri, talvolta, e talvolta il numero positivo più basso che è un multiplo di due. Per esempio, prendiamo i numeri 2, 3 e 5, e facendo alcuni verifiche, scopriremo subito che il minimo comune multiplo tra essi è il numero 30. Scopriamolo insieme: 2*15= 30 (multiplo di 2); 3*10= 30 (multiplo di 3), 5*6=30 (multiplo di 5). Ma facciamo un altro esempio un po' più complesso: per trovare il MCM di 30 e 45, basta fare un elenco dei fattori primi di ogni numero: 30 = 2 × 3 × 5; 45 = 3 × 3 × 5. Quindi, bisogna moltiplicare ciascun fattore il maggior numero di volte che si verifica in uno dei due numeri. Se lo stesso fattore si verifica più di una volta in entrambi i numeri, si moltiplica il fattore per il maggior numero di volte in cui esso si verifica.

46

Esempi di calcolo

Ora, possiamo andare a supporre di trovarci nella necessità di dover andare ad applicare il calcolo del minimo comune multiplo tra i numeri 10 e 16. Tanto per cominciare, dovremo andare a scomporre il 10 e il 16, partendo dal numero 10. Per farlo, seguite questo esempio.

10|2
5|5
1|

10 = 2 x 5

Successivamente, applichiamo questo medesimo procedimento anche per la scomposizione del numero 16.

16|2
8|2
4|2
2|2
1|

16 = 2 x 2 x 2 x 2

Continua la lettura
56

Approfondimenti

Una volta terminata la scomposizione del 10 e del 16, visti i risultati appena ottenuti dovremo sulla scomposizione stessa per alcuni momenti, per notare alcuni aspetti importanti. Tra i risultati il numero 2 e il numero 5, soffermandoci sulla scomposizione del numero 10, mentre, per quanto riguarda il 16, il 2 alla quarta. In base alla regola che abbiamo citato in precedenza, dovremo scegliere di prendere il 5 e il 2 elevato alla quarta (perché è in comune ma ha anche l'esponente più alto). A questo punto, non ci rimane che moltiplicare i numeri scelti tra loro: 5 x (2x2x2x2) = 80. Dunque, il Minimo Comune Multiplo tra 10 e 16 è 80. Non si tratta, quindi, di un'operazione molto difficile da risolvere.
Eccovi, in conclusione della guida, un link che potrebbe esservi utile nell'approfondimento della tematica: https://it.wikipedia.org/wiki/Minimo_comune_multiplo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Impara la regola a memoria.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come eseguire la sottrazione tra frazioni

Per chi è un po' arrugginito con la matematica, questa guida spiegherà meglio come si fanno le operazioni tra le frazioni. In particolare ci soffermeremo sulla sottrazione tra due frazioni. La frazione è composta da due numeri che rappresentano le...
Superiori

Teorema di Ruffini: dimostrazione

All'interno della guida che andremo a sviluppare ci occuperemo di matematica, in quanto, come abbiamo indicato nel titolo che contraddistingue questa guida, ci concentreremo su un teorema specifico: il teorema di Ruffini. Il nostro obiettivo sarà quello...
Superiori

Come calcolare il minimo comune multiplo tra polinomi

Lo studio dei polinomi inizia alle medie, e per la prima volta ci confrontiamo con una matematica che ha poco a che fare con la realtà. Soffermarci su argomenti come calcolare il calcolo del minimo comune multiplo è quindi importante. Anche se ci sembrano...
Elementari e Medie

Come Trasportare Un Fattore Fuori Dal Segno Di Radice

Alle scuole medie gli studi iniziano a cambiare, infatti vengono integrati altri argomenti. In matematica, per esempio, si iniziano ad affrontare tutte le operazioni che riguardano i radicali e, quindi, i numeri (o gli insiemi di numeri) posti sotto il...
Superiori

Come moltiplicare le radici quadrate

In matematica spesso si ha a che fare con i cosiddetti numeri irrazionali, ovvero quei numeri la cui espansione in qualunque base non termina mai e, non forma una sequenza periodica. Un esempio di numeri irrazionali sono per l'appunto le radici quadrate....
Superiori

Come risolvere i monomi con le frazioni

La matematica è una delle materie scolastiche per la quale la maggior parte degli studenti nutre terrore e odio. La matematica è in effetti una materia incomprensibile a prima vista, tuttavia uno studio attento e metodico vi permetterà di scoprire...
Superiori

Come studiare un'equazione fratta

Tra gli argomenti basilari dell'analisi matematica, ovvero quella branca della matematica fondata sul calcolo infinitesimale e sullo studio di funzioni, vi è lo studio delle equazioni. Un particolare tipo di equazione è la "fratta", anche detta "frazionaria"....
Elementari e Medie

Come sapere se un numero è divisibile per tre o per quattro

La matematica è una scienza ben precisa, con le sue regole, dove nulla è lasciato al caso. Fare delle operazioni a mente non sempre è facile, in particolare se ci troviamo di fronte a numeri di una certa entità. Esistono però delle regole che, se...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.