Come calcolare il calore specifico di una soluzione

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In questa guida andremo a capire come calcolare il calore specifico di una soluzione. Per comodità prenderemo in analisi un metallo molto importante, il rame. Ora, questo si fa già molte volte, in modo che il valore sia disponibile nei libri di riferimento. Faremo finta che non ne sia il caso. Ovviamente, abbiamo bisogno di un po' di rame puro, quindi prendiamo un piccolo pezzo di esso. Diciamo che potremmo usarne 15.0 grammi. La forma non ha importanza.

27

Occorrente

  • Rame
  • Coppa aperta
  • Acqua
  • Becco bunsen
37

Ecco come calcolare il calore specifico di una soluzione. Innanzitutto, poniamo il metallo di rame in una coppa aperta piena di acqua bollente e lasciamo riposare. Permettiamo di riposare finché tutto il rame metallico sia alla stessa temperatura dell'acqua bollente. Innalziamo la temperatura a 100,00°C. Ora, per quanto tempo stia in acqua bollente è irrilevante, perché si presuppone che stia immerso abbastanza a lungo. Ora arriva un vero e proprio passo fondamentale. Nel più breve tempo possibile, tiriamo il metallo fuori dall'acqua bollente e lo trasferiamo in un bicchiere che contiene 100,0 ml di acqua molto più fresca, circa 25,00°C. Lo sappiamo perché abbiamo misurato la temperatura con un termometro. Il metallo di rame caldo si raffredda e l'acqua si riscalda, fino a che non raggiunga la stessa temperatura finale. Questo era il primo passo su come calcolare il calore specifico di una soluzione. Passiamo al secondo.

47

Ecco il secondo passo su Ecco come calcolare il calore specifico di una soluzione. Registriamo quindi questo con un termometro e scopriamo che si tratta di 26.02°C. Ora conosciamo due diversi valori di DT. Uno è 100.00 meno la temperatura finale (rame) e l'altra è la temperatura finale meno 25,00 (acqua). A questo punto faremo un presupposto chiave che renderà il nostro compito più facile. Vale a supporre che tutto il calore ceduto dal rame finisce in acqua. In realtà, questo non è il caso. In un esperimento vero e proprio, il trasferimento di calore non avverrà al 100% e si devono prendere misure per compensare tali perdite. Questo era il secondo step su come calcolare il calore specifico di una soluzione.

Continua la lettura
57

Infine, scopriamo subito come calcolare il calore specifico di una soluzione. Il punto appena al di sopra, quando si dichiara come equazione termochimica, è: qcopper=qwater. Con la sostituzione, abbiamo (I valori in rame, sui valori dell'acqua a sinistra e a destra): (La massa) (Dt) e (Cp)=(massa) con (Dt) e (Cp). Mettiamo i numeri a posto e abbiamo: (15,0 g) (73.98° C) (x)=(100,0 g) (1,02 ° C) (4.184 J G1 ° C1) che risolvendolo dà 0,384J. Notiamo piuttosto un piccolo guadagno di temperatura dell'acqua (25.00 al 26.02) e la notevole variazione di temperatura (da 100 a 26.02) del rame. Questo è tipico dei problemi di questo tipo. Notiamo che 100,0 g di acqua si utilizzano nel calcolo fatto sopra, mentre più sopra il testo dice 100,0 mL di acqua. La massa d'acqua presente si determina da tempi di volume e densità. Poiché la densità dell'acqua è 1,00 g ML1, il calcolo è:100,0 mL x 1,00 g ML con la risposta di 100,0 g. Abbiamo appena imparato come calcolare il calore specifico di una soluzione.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Indossate una mascherina

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come costruire un termometro atmosferico ad aria

Considerati i prezzi più che elevati degli strumenti di misura in commercio, è utile tenere presente che nell'ambito del fai da te, è possibile cimentarsi nella realizzazione di vari tipi di strumenti, tra cui i termometri. Quello che ti suggerisco...
Superiori

Come si calcola il momento d'inerzia di una trave

La fisica e la meccanica sono due materie correlate tra di loro, non facili da capire a primo impatto. Ci vogliono infatti diversi anni di studio e preparazione per poter padroneggiare al meglio queste materie, ma una volta capite possono aprire la mente...
Università e Master

Come verificare la legge di Charles

Nella seguente guida cercheremo di verificare in una serie di passi esplicativi la legge di Charles, conosciuta anche come legge isocora dei gas, oppure come prima legge di Gay-Lussac. Nel Settecento, Jacques Charles appurò come un gas, sottoposto ad...
Superiori

Come calcolare la temperatura di ebollizione di una soluzione acquosa

Durante i vostri anni scolastici, o quelli dei vostri figli, vi capiterà sicuramente di imbattervi in materie molto toste da capire. Possono essere materie scientifiche come letterarie, ci sono un infinità di cose che impariamo giornalmente e che dobbiamo...
Superiori

Scienze: l'atmosfera

Nel mondo delle scienze il termine atmosfera indica l'involucro di gas che circonda ogni pianeta. Tale involucro si forma mediante l'azione della forza di gravità che tiene unite le particelle gassose. Le discipline scientifiche che studiano in particolare...
Superiori

Scienze: la vita di un vulcano

L'attività vulcanica si verifica per tre fenomeni. Le placche con margini divergenti in cui la crosta si frattura diventando sempre meno spessa. Si apre una fessura e tramite una decompressione si ha la formazione del magma. La fessura continua ad allargarsi...
Università e Master

Come calcolare la densità planare

In questa guida capirete come calcolare la densità planare in tre semplici passi. In questi tre passi andrete a vedere nello specifico cos'è una densità planare e come viene calcolata. Infine, vi porterò un esempio pratico del calcolo della densità...
Superiori

Come calcolare la densità lineare

La densità lineare detta anche massa lineare è una misura di massa per unità di lunghezza. La densità lineare riferita alla massa si può calcolare per gli oggetti monodimensionali, cioè oggetti in cui una dimensione è più grande rispetto alle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.