Come Attribuire Il Nome Agli Acidi Carbossilici

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Gli acidi carbossilici sono composti organici caratterizzati dal gruppo carbossilico -COOH, formato dall'unione del carbonile CO e dell'ossidrile -OH. Come tutti i composti organici la loro nomenclatura segue delle regole rigide, sebbene siano in uso nomi comuni (come il termine "acido lattico" utilizzato per indicare l'acido 2-idrossipropanoico). Tuttavia la nomenclatura si basa sui nomi dei corrispondenti alcani. Vediamo le dunque come Attribuire Il Nome Agli Acidi Carbossilici.

27

Occorrente

  • Conoscenze pregresse sugli idrocarburi semplici
37

I nomi IUPAC degli acidi carbossilici derivano da quelli dei corrispondenti alcani a cui si sostituisce alla -o finale il suffisso -oico, premettendo successivamente il termine "acido". La numerazione comincia dal carbonio carbossilico e i nomi di uso comunque spesso indicano la sostanza dalla quale sono stati isolati per la prima volta. Nei nomi correnti si utilizzano le lettere greche per indicare gli atomi di carbonio che seguono il gruppo carbossile.

47

Possiamo trovare oltre agli acidi più semplici alcuni acidi che hanno strutture particolari. Quando la catena di carbonio supera i 15 atoni infatti prendono il nome di acidi grassi (che come si vedrà in seguito hanno un ruolo fondamentale dal punto di vista strutturale della cellula). Abbiamo anche acidi bicarbossilici (che presentano due gruppi carbossilici) il cui capostipite è l'acido ossalico HOOC-COOH e idrossiacidi (ovvero acidi che presentano una funzione -OH all'interno della catena), un esempio è proprio l'acido lattico CH3-CHOH-COOH.

Continua la lettura
57

Una piccola nota in merito ai famosi acidi omega-3 è d'obbligo. Tale nomenclatura è dovuta al fatto che l'insaturazione dell'acido si trova tre posti a partire dall'ultimo atomo di carbonio di catena. Questi acidi grassi sono ben più salutari degli omega-6 contenuti nelle fritture e si trovano ad esempio nel pesce. Una dieta ben equilibrata dovrebbe portare appunto ad una compensazione dei due acidi, tuttavia alcuni americani presentano una percentuale di acidi omega-6 addirittura doppia rispetto agli omega-3 nel sangue.

67

Ora che sappiamo come si nominano gli acidi spieghiamone la funzione.
L'acido più semplice è l'acido formico (o metanoico) e provoca ustioni, è stato sintetizzato per la prima volta a partire dalle formiche. L'acido acetico invece, come suggerisce il nome, prende il nome a causa del ruolo che svolge nella fermentazione acetica. L'acido propionico o propanoico deriva dalla fermentazione di alcuni formaggi. L'acido butirrico o butanoico è il responsabile dell'odore del burro rancido o di quello dei formaggi stagionati.

77

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di chimica: l'esterificazione di Fischer

La chimica è una materia molto complessa ma allo stesso tempo affascinante. A scuola viene spesso messa in secondo piano, ma occorre studiarla bene se si decide di intraprendere un percorso scientifico all'università. Anche coloro che intendono studiare...
Università e Master

Come Idrolizzare Gli Alogenuri Acidi

L'idrolisi è un processo nel quale le molecole si scindono grazie a particolari forme di reazione determinate dall'acqua. Solitamente quindi, il processo di idrolisi si deve intendere come l'opposto rispetto a quello della condensazione. In questa guida...
Superiori

Come realizzare un semplice schema sui gruppi funzionali organici

Una branca molto importante della chimica è rappresentata, senza dubbio, dalla chimica organica, che ha come oggetto lo studio dei processi biologici. Nell'ambito di questa materia non sempre risulta di agevole comprensione la vasta gamma di reazioni...
Università e Master

Come Ossidare Le Aldeidi E I Chetoni

Le aldeidi e i chetoni, in chimica, altro non sono che dei composti organici che possono prevedere un procedimento di cosiddetta "ossidazione". Aldeidi e chetoni sono rinomati per essere proprio i composti organici che meglio riescono ad ossidarsi.In...
Università e Master

Appunti di chimica: saponificazione degli esteri

In questa guida cercherò di spiegarvi con i miei appunti di chimica come funziona e cos'è la reazione di saponificazione degli esteri. Questa reazione è più propriamente chiamata "reazione di idrolisi basica degli esteri". Una soluzione di una base...
Superiori

Come realizzare un semplice schema sui composti organici

Nella guida che seguirà andremo a concentrarci sui composti organici. Infatti, come indicato nel titolo della guida, andremo a spiegarvi in pochi passi Come realizzare un semplice schema sui composti organici.I composti organici possono risultare difficili...
Università e Master

Come Effettuare La Reazione Di Cannizzaro

La reazione di Cannizzaro serve per effettuare un tipico processo della chimica inorganica che effettua la formazione di particolari prodotti chimici molto importanti per l' industria chimica e molto apprezzata per la versatilita' delle miscele di prodotti...
Superiori

Appunti di chimica: il saggio di Tollens

Il saggio di Tollens è un test appartenente alla favolosa chimica organica e all'analisi dei medicinali, il quale viene condotto in presenza di un reattivo detto appunto "reattivo di Tollens", dal quale prende il nome. Tollens, il suo inventore, era...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.