Come applicare la regola del completamento del quadrato

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La regola del completamento del quadrato è un procedimento matematico che viene utilizzato per ricondurre polinomi di secondo grado al quadrato di polinomi di primo grado, in questo modo si ottengono delle equazioni più semplici da maneggiare e da risolvere, per questo motivo questa regola trova applicazione in numerosi campi scientifici.
Vediamo come applicare la regola del completamento del quadrato.

25

La regola del completamento del quadrato può essere applicata sia ad equazioni con una sola incognita sia ad equazioni che contengono più incognite. Consideriamo il caso in cui abbiamo un'equazione con un'incognita, avremo un'equazione in questa forma:

ax^2 + bx + c = 0
Innanzitutto assicuriamoci che la nostra equazione non sia già un quadrato di un binomio. Procediamo, poi, isolando i termini con incognita da quelli senza.

ax^2 + bx = -c

Successivamente, mettiamo a in evidenza e dividiamo tutto per esso.

x^2 + (b/a) x = -c/a
.

35

Per ottenere un quadrato al primo membro, occorrerà trovare un termine noto che, moltiplicato per 2, dia come risultato b/a. Indichiamo con k questo termine e risolviamo una piccola equazione associata:

k*2 = b/a
k = b/2a

Trovato k, eleviamolo al quadrato. Ricordiamo che aggiungendo e sottraendo uno stesso numero ad un'equazione non se ne modifica il valore, quindi possiamo aggiungere e sottrarre questo quadrato al primo membro ottenendo:
x^2 + (b/a) x + k^2 - k^2 = -c/a


Portiamo il termine negativo dall'altro lato dell'equazione:

x^2 + (b/a) x + k^2 = k^2 - c/a


.

Continua la lettura
45

Il primo membro non è altro che un quadrato di un binomio e può essere scritto come:
(x + k)^2
Abbiamo dunque ottenuto il quadrato di un polinomio al primo membro ed una costante al secondo:
(x + k)^2= k^2 - c/a

A questo punto non ci resta altro che fare la radice quadrata ad entrambi i membri per ottenere un polinomio di primo grado facilmente risolvibile.
√(x + k)^2= √(k^2 - c/a)

x + k= √(k^2 - c/a).

55

Di seguito è riportato un esempio:
3x^2 + 5x -7 = 0


Abbiamo a=3, b=5, c=-7. Separiamo i termini con l'incognita da quelli senza:
3x^2 +5x = 7
Dividiamo per a:

x^2 + 5/3x = 7/3
Calcoliamo k:

k = 5/6

Eleviamo k al quadrato e aggiungiamo e sottraiamo questo quadrato al primo membro:
x^2 + 5/3x + 25/36 - 25/36 = 7/3
Portiamo - 25/36 all'altro membro:
x^2 + 5/3x + 25/36 = 7/3 + 25/36
Al primo membro abbiamo ottenuto il quadrato di un polinomio di primo grado, possiamo quindi scrivere:
(x+5/6)^2 = 109/36
Facendo la radice ad ambo i membri si ottiene:
x+5/6 = √109/6
Adesso abbiamo ottenuto un equazione di primo grado.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come risolvere le equazioni di 1 grado

La matematica è una materia importantissima che va studiata con molta attenzione. Non bisogna tralasciare nessun argomento e occorre imparare le formule necessarie a svolgere l'argomento trattato. Tra gli argomenti più importanti in assoluto vi sono...
Superiori

Come risolvere le equazioni

Una materia che può presentare degli aspetti anche piuttosto ardui da comprendere è senza ombra di dubbio la matematica. In questa guida porremo l'attenzione su un vasto campo della matematica con cui si ha a che fare fin dalla scuola primaria e che...
Superiori

Come risolvere i sistemi lineari di due equazioni a due incognite

La matematica rappresenta indubbiamente una materia molto complessa che non tutti riescono a capire. Tuttavia ciò non è impossibile: basta infatti seguire solamente alcuni fondamentali accorgimenti per poterci riuscire. Nella seguente guida pertanto...
Superiori

Come Si Scompongono I Polinomi

Con questa guida riuscirai a comprendere come si scompongono i polinomi, ed in particolare ad imparare e mettere in pratica regole matematiche come la somma di due cubi, la differenza tra due cubi, il quadrato di binomio e trinomio, la differenza tra...
Superiori

Come risolvere le equazioni differenziali coi logaritmi

Innanzitutto è necessario ricordare la definizione di Equazione Differenziale Ordinaria (EDO). Questa è un'equazione in cui sono presenti una funzione di una variabile (che indicheremo come y (x)), le sue derivate e in alcuni casi la variabile indipendente...
Superiori

Come studiare un'equazione fratta

Tra gli argomenti basilari dell'analisi matematica, ovvero quella branca della matematica fondata sul calcolo infinitesimale e sullo studio di funzioni, vi è lo studio delle equazioni. Un particolare tipo di equazione è la "fratta", anche detta "frazionaria"....
Superiori

Come ricavare le formule inverse

La matematica, ribadiamo che non è una materia molto complicata, sicuramente a livelli elevati la complessità è alta, ma per scopi più vicini alla quotidianità, risulta essere, invece, molto utile per lo sviluppo di molte capacità razionali e critiche...
Elementari e Medie

Come svolgere le equazioni di primo grado

Si definisce equazione un'uguaglianza tra due espressioni algebriche (insieme di lettere e numeri collegati da segni di operazione); nelle equazioni di primo grado (o lineari) le incognite hanno un grado massimo pari a uno. Un'equazione si definisce determinata...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.