Come affrontare l'esame di diritto amministrativo

di Luca Lucarelli tramite: O2O difficoltà: facile

Il diritto amministrativo rappresenta uno dei capisaldi della giurisprudenza italiana. In molti atenei universitari, questa particolare materia può essere proposta solo successivamente al superamento dell'esame di diritto costituzionale: è infatti dalla scienza giuridica pubblica che il diritto amministrativo deriva l'ordinamento interno ed i principi che ne regolano il funzionamento. Affrontare questa materia può apparire ostico, ma se condurrai lo studio con impegno e costanza i risultati non tarderanno ad arrivare.

Assicurati di avere a portata di mano: Libro di testo, compendi, dispense, costituzione, quaderno e cancelleria per fare riassunti e schemi, compagno di corso.

1 Come prima cosa, ti consiglio di affrontare la preparazione all'esame alternando una fase di studio autonomo ad una in cui ti confronterai con un tuo compagno di corso. Nel primo stadio dovrai leggere e memorizzare i capitoli in cui si articola il tuo libro di testo universitario, rivedere gli appunti presi a lezione e creare degli organigramma per riassumere i concetti principali. Questa tipologia di studio può essere condotta tranquillamente a casa tua, in biblioteca o un altro posto tranquillo dove non verrai disturbato da altre persone e da fonti di distrazione come televisori, cellulari od elettrodomestici.

2 Organizza in maniera autonoma le tue settimane di studio e cerca di suddividere la materia in piccoli nuclei tematici (puoi fare riferimento al numero dei capitoli sul libro per comprendere la corretta ripartizione). Se non hai impegni inderogabili, affronta la studio sia la mattina, sia il pomeriggio: nella prima parte del giorno dedicati alla lettura del libro di testo, delle dispense universitarie e degli appunti presi a lezione. Cerca di evidenziare eventuali parole chiave e di sottolineare i concetti fondamentali dell'argomento che affronti. Fai quindi una breve pausa per permettere alla tua mente di assorbire e rielaborare le informazioni acquisite.

Continua la lettura

3 Nel pomeriggio, riprendi in mano quanto hai studiato durante le ore mattutine e rafforza la tua memoria su base visiva.  La memoria fotografica, altresì conosciuta come "visiva", è un particolare tipo di apprendimento passivo che può esserti davvero utile: questa metodologia di acquisizione delle nozioni si basa sull'osservazione di immagini, forme e colori per imprimere nella memoria un dato concetto.  Approfondimento Come preparare un buon esame di maturità (clicca qui) Per potenziarla non dovrai fare altro che scrivere un riassunto schematico dell'argomento letto o realizzare una mappa concettuale esaustiva.  All'interno dell'organigramma dovrai riportare tutte le parole chiave evidenziate nella mattina (sia quelle del libro di testo, sia quelle degli appunti), collegandole fra loro con delle frecce per stabilire dei nessi causali o di relazione.

4 Dopo aver concluso il tuo riassunto ed aver instaurato i giusti nessi tra i concetti chiave, approfitta della serata per rilassarti e permettere al tuo cervello di riposare. Dormi un sufficiente numero di ore e, il giorno dopo, ripassa la mappa concettuale prima di dedicarti alla lettura di un nuovo capitolo. Nel pomeriggio, analizza anche questo, secondo l'esempio precedente. Dopo aver concluso l'acquisizione sommaria di ogni sezione del diritto amministrativo, dedica un'unica giornata piena alla rielaborazione degli schemi. Ripeti tutte le mappe concettuali a voce alta, ponendoti delle domande ed abituandoti a fornire delle risposte: se qualche argomento non ti è chiaro, riprendi in mano il libro e colma le tue lacune.

5 Dopo aver affrontato in maniera autonoma lo studio del diritto amministrativo, è tempo di confrontarti con un tuo collega di corso. Puoi sceglierlo in base alla simpatia che ti ispira, al grado di confidenza che vi lega, alla vicinanza di abitazione o seguendo altri fattori personali: è però fondamentale che anche questi abbia concluso l'acquisizione sommaria della materia, in modo da potervi confrontare su base paritaria. Organizza diversi pomeriggi di studio scegliendo ogni volta l'argomento da affrontare: ogni volta che vi incontrate, tu ed il tuo compagno dovrete simulare di essere all'esame e, a rotazione, porre domande specifiche e fornire risposte.

6 A titolo esemplificativo, posso consigliarti di dedicare un pomeriggio all'esposizione dell'excursus storico del diritto amministrativo (in Europa ed in Italia), salvo poi soffermarti sulle sue partizioni (generale, speciale, processuale). Dopo aver trattato in maniera sintetica i tipi di diritto amministrativo, dedica un'altra giornata ad analizzare la teoria delle fonti ed i rapporti gerarchici che regolano queste. Infine, tratta nella terza giornata le caratteristiche salienti del diritto amministrativo, confrontando - se possibile- i principi vigenti con quelli di altre materie previste nel piano di studio. Dedica più giornate allo studio del procedimento amministrativo ed agli atti, che costituiscono il nucleo più esteso della materia, e termina il ripasso soffermandoti sul tema della giurisdizione in ambito amministrativo.

7 Sfrutta questi pomeriggi di incontro per migliorare l'esposizione, confrontare gli appunti, chiarire concetti su cui non sei particolarmente preparato. In caso di dubbio, domanda al tuo compagno di spiegarti l'argomento su cui ti senti più "carente": non preoccuparti di interromperlo per porre ulteriori domande se la sua esposizione non ti appare chiara. Il tuo compagno di studi non è il docente universitario, quindi non può né mandarti a casa con voto insufficiente, né metterti in imbarazzo con il resto della classe.

8 Se tuttavia qualche argomento dovesse restare "lacunoso" (magari perché il libro non riporta gli ultimi cambiamenti in ordine cronologico ed il professore non si è soffermato sull'argomento), ricordati che hai ancora due opportunità per dirimere i tuoi dubbi. Puoi infatti fissare un appuntamento col docente o con un suo assistente per esporre eventuali dubbi o farti spiegare, in via privata, alcuni aspetti tecnici che non hai ben compreso, oppure assistere all'esame di un altro candidato per comprendere come funzioni l'appello e che tipo di domande possono esserti rivolte.

Non dimenticare mai: Suddividi il tuo tempo in maniera equa per riuscire a studiare tutta la materia. Non rimandare lo studio e non restare indietro sul programma che ti sei imposto.

Come prepararsi all'esame di diritto pubblico L'esame di Diritto Pubblico è uno dei primi esami che ... continua » Come superare l'esame di dermatologia e venereologia Un esame universitario è quasi sempre una prova impegnativa. Si inizia ... continua » Come preparare l'esame di diritto del lavoro La materia del diritto del lavoro è di notevole importanza, sia ... continua » Come superare l'esame di igiene e medicina preventiva L'esame di igiene e medicina preventiva richiede anche la conoscenza ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Appunti di diritto privato

Chi studia giurisprudenza ha a che fare con una materia piuttosto complessa e difficile da digerire, come può essere il diritto privato. La miriade di ... continua »

Appunti di diritto pubblico

Per affrontare qualsiasi esame di giurisprudenza, non si può mancare un approfondito studio dei due temi principali della materia: il diritto pubblico ed il diritto ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.