Appunti sulle alghe marine

di Rossella Cecchini tramite: O2O difficoltà: facile

Le alghe marine fecero la loro prima apparizione sulla Terra circa tre miliardi di anni fa. Questi organismi viventi segnano il confine tra il regno vegetale e quello animale e si trovano sia in acqua dolci che salate. Un'alga è dunque un vegetale acquatico sprovvisti di radici e fusto. Le alghe marine sono un ottimo ingrediente per le diete e il trattamento della cellulite. Esse hanno svolgono una funzione di blocco dei grassi e degli zuccheri. Per questo motivo, queste piante vengono impiegate per stimolare la funzionalità della tiroide e per controllare il colesterolo. Qui di seguito troveremo alcuni utilissimi appunti sulle alghe marine.

Assicurati di avere a portata di mano: Alghe marine Manuale di biologia

1 Principali gruppi di alghe: Cianofite, Euglenofite, Pirrofite e Bacillariofite L'insieme delle alghe marine si suddivide in 8 gruppi, che sono i seguenti:
- Cianofite;
- Euglenofite;
- Pirrofite;
- Bacillariofite;
- Crisofite;
- Clorofite;
- Feofite;
- Rodofite.
Analizziamo brevemente ogni categoria. Le Cianofite sono microscopici organismi unicellulari di colore azzurro che vivono in acqua, sul terreno e sulle rocce umide. Le Euglenofite, invece, sono alghe planctoniche che presentano uno o più flagelli. Alcune di esse sono responsabili della malattia del sonno. Le Pirrofite si chiamano anche "alghe di fuoco" per il loro colore rossastro. Esse hanno delle appendici che ricordano le ali degli uccelli e vivono in acque dolci e salate. Le Bacillariofite (o Diatomee) presentano un involucro ricco di silice e possono assumere diverse forme. Gran parte di esse si trova nei mari freddi.

2 Principali gruppi di alghe: Crisofite, Clorofite, Feofite e Rodofite Andiamo ora a conoscere gli ultimi 4 gruppi di alghe marine presenti sul nostro Pianeta. Le Crisofite (o alghe dorate) sono provviste di flagelli ed assumono forme assai varie in base alla specie. Le Clorofite, invece, sono alghe di colore verde. Anche queste hanno diverse forme, vale a dire minuscoli ombrelli, sottili filamenti o foglie di insalata. Tra tutte le alghe, queste sono decisamente le più evolute. Le Feofite si chiamano anche "alghe brune" e somigliano alle radici di molte piante. Hanno una parte simile ad un fusto e piccoli componenti laminari che sembrano foglie. Le Rodofite sono invece di colore rosso, sembrano piccoli cespugli e raggiungono una lunghezza di 40 cm. La loro colorazione si deve ad alcuni pigmenti che coprono il verde della clorofilla. Grazie ad essi, le alghe rosse possono sfruttare la luce solare pure vivendo a profondità maggiori.

Guarda il video:

Continua la lettura

3 Principali impieghi delle alghe marine Dopo aver passato in rassegna i principali gruppi di alghe marine, arricchiamo i nostri appunti con alcune informazioni riguardanti gli impieghi di queste piante acquatiche d'acqua salata.  Nei paesi orientali, come Cina e Giappone, le alghe vengono impiegate come alimento.  Approfondimento Botanica: la sistematica delle piante (clicca qui) In Europa si utilizza molto la carragenina, una sostanza presente nelle alghe rosse che possiede la proprietà di addensare i liquidi, le gelatine e molti cosmetici.  Sulle coste della Francia e del Nord Europa si falciano durante la bassa marea e divengono foraggio per il bestiame.  Le alghe marine sono perfette anche come cosmetico.  Esse infatti aiutano a fronteggiare gli inestetismi della cellulite, stabilizzano il colesterolo e regolano la funzione della tiroide.  Esse vengono però sconsigliate agli ipertesi, ai cardiopatici e durante la gravidanza e l'allattamento.

Non dimenticare mai: Le alghe marine hanno notevoli proprietà. Assunte con parsimonia sono ottimi integratori alimentari. Conoscere le alghe è importante per capire quali possono avere effetti benefici sul nostro organismo. Alcuni link che potrebbero esserti utili: Le Alghe Marine Alghe marine: curarsi con le erbe

Appunti di microbiologia La microbiologia è la scienza che studia i microrganismi, cioè tutti ... continua » Appunti di paleontologia La paleontologia è una delle scienze più affascinanti che esistono in ... continua » Le Dolomiti e la loro genesi Le Dolomiti sono tra le montagne più belle del mondo e ... continua » Appunti di scienze: le leggi di Mendel Il matematico, naturalista e religioso d'origine ceca Gregor Johann Mendel ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Appunti di chimica

La chimica è la scienza che studia la composizione e le proprietà della materia.
In particolare, si occupa di studiare le sue componenti microscopiche (atomi ... continua »

Appunti di scienze

Attraverso l’articolo “appunti di scienza” cercherò di darvi delle buone informazioni connesse ad uno dei capitoli più importanti del programma di scienza indicato in ... continua »

Appunti di fisiologia: gli ormoni

Gli ormoni sono sostanze chimiche che vengono prodotte dalle ghiandole del nostro organismo. Essi non sono tutti uguali; infatti, sono state fatte moltissime classificazioni. La ... continua »

La struttura del DNA e RNA

La biologia studia la composizione del corpo umano, grazie al DNA (Acido Desossiribonucleico o Deossiribonucleico) e RNA (Acido Ribonucleico). Il DNA e l'RNA sono ... continua »

Appunti di botanica

La botanica è una materia molto antica che si occupa dello studio del mondo vegetale, quindi delle forme di vita della flora. Gli elementi trattati ... continua »

Appunti di anatomia comparata

Oggi tratteremo alcuni appunti essenziali di anatomia comparata, la cui conoscenza è indispensabile per poter sostenere al meglio l'omonimo esame. Innanzitutto, bisogna capire che ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.