Appunti su Carlo Emilio Gadda

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Carlo Emilio Gadda senza dubbio ha portato uno stile linguistico innovativo e originale nella narrativa italiana. Laureato in ingegneria ma, umanista e appassionato filosofo, ha dato vita ad una copiosa produzione letteraria, basata soprattutto dai temi del dolore e della delusione causata dal mondo. Per merito di un prezioso e inimitabile intreccio di pessimismo, ironia e virtuose scelte linguistiche, Gadda rappresenta una figura unica nel panorama letterario italiano del Novecento. Rendiamo dunque omaggio al grande letterato milanese Carlo Emilio Gadda, riportando nei passi a seguire alcuni appunti sulla sua esperienza biografica ed artistica.

27

Carlo Emilio Gadda si iscrisse alla facoltà di Ingegneria

Carlo Emilio Gadda (Milano, 1893 - Roma, 1973) nacque in un ambiente benestante: il padre, industriale tessile, e la madre, insegnante e direttrice scolastica, offrirono alla famiglia uno stile di vita di tipo borghese. Purtroppo a causa di un periodo sfavorevole per il mercato del tessile, andarono in rovina, portando presto l'impoverimento della famiglia. Con la morte del padre di Carlo Emilio (1909) la situazione si aggravò ulteriormente. Così il giovane Carlo si iscrisse alla facoltà di Ingegneria rinunciando, con non poco dolore, alle sue passioni ed aspirazioni letterarie.

37

Carlo Emilio Gadda si arruolò come volontario con lo scoppiò della prima guerra mondiale

Con lo scoppiò della prima guerra mondiale, Carlo Emilio si arruolò come volontario e subì la prigionia e la deportazione in Germania, dove rimase fino al 1919. A questa dura esperienza si aggiunse la devastante notizia della morte di suo fratello, Enrico, ucciso in guerra mentre prestava servizio come aviatore. Nel dopoguerra, Gadda concluse gli studi ingegneristici e si diede a quelli umanistici e filosofici. Dalle dolorose esperienze della guerra trasse ispirazione per scrivere "Giornale di guerra e prigionia" (pubblicato nel '55). Nel '36 morì sua madre e lo scrittore riportò i sentimenti legati alla perdita nel romanzo "La cognizione del dolore", pubblicato a più riprese sulla rivista "Letteratura" tra il '38 e il '41.

Continua la lettura
47

Molte opere sono state pubblicate alla morte dello scrittore

Nel corso della sua vita Gadda scrisse un notevole numero di romanzi, saggi, racconti, collaborando a lungo con la rivista "Solaria". Nel 1957 diede alle stampe il suo capolavoro, un giallo sperimentale intitolato "Quer pasticciaccio brutto de via Merulana". Ispirato ad un fatto di cronaca realmente accaduto. Il romanzo rimase incompiuto ma registrò lo stesso un grande successo di pubblico e critica. Molte le opere pubblicate postume alla morte dello scrittore che avvenne nel 1973 a Roma.

57

I romanzi sono dominati da temi ricorrenti

I romanzi gaddiani sono dominati da alcuni temi ricorrenti. Le vicende dolorose attraversate dell'autore, i lutti, la povertà, la prigionia, la guerra, lo spinsero a definire (negli scritti "Il castello di Udine", 1934) la realtà come "un'immonda prigione", chiarendo, senza lasciare alcun dubbio, i tormenti interiori che lo attraversarono. Il senso di sofferenza, aggravato dal rancore verso l'ipocrisia del mondo, emerge nella maggior parte dei suoi personaggi, descritti spesso come tristi, malati e anche animati da una rabbia impotente.

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Letteratura del XX secolo

Il Novecento letterario ha confini imprecisi: per qualcuno inizia con la prima guerra mondiale e si chiude con la fine dell'URSS, per altri è un secolo che parte con la fin de siècle e si espande ben oltre la fine del millennio. Così, la Letteratura...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Rousseau

Jean-Jaques Rousseau è nato nel 1712 a Ginevra. Pensatore e scrittore, fu un esponente di spicco ma ambivalente della filosofia illuminista. Considerato un ispiratore della Rivoluzione Francese, è ritenuto inoltre il fondatore della pedagogia moderna...
Superiori

L'Unità d'Italia in breve

L'Unità d'Italia non fu facile e, gli avvenimenti storici che portarono a questa unione, si protrassero per gran parte del 1800. Caduto Napoleone, si riunì il Congresso di Vienna (1814-1815) per dare all'Europa un nuovo assetto. Esso si propose di...
Superiori

Storia: Carlo Magno

Nell'anno 742 nacque Carlo Magno, un uomo che influenzò la storia. Negli anni che egli fu Re, fu autore della riforma politica che fece portare l'Europa a diventare feudale. Egli unì la parte occidentale con la Sassonia e la Baviera e protesse il continente...
Superiori

Storia: la guerra civile inglese

La guerra civile inglese è stato il momento decisivo della rivoluzione che interessò l'Inghilterra durante il XVII secolo. Protagonista indiscusso di questa guerra fu il celebre Oliver Cromwell, colui che con il suo esercito riuscì a deporre la monarchia...
Superiori

La produzione letteraria di Italo Svevo

Uno dei maggiori e più famosi scrittori italiani di tutti i tempi è senza ombra di dubbio Italo Svevo. Le sue opere opere vengono studiate da tutti e molte volte è stato anche scelto come traccia per gli esami di Stato; i suoi scritti svariano su molti...
Superiori

La figura dell'inetto in Svevo

Il filo conduttore che connette tutti i romanzi di Svevo è il tema dell'inettitudine, incapacità di vivere pienamente, che si configura come malattia da cui i protagonisti sveviani sono affetti. Il male di vivere è un tema persistente, che accomuna...
Superiori

L'innovazione di Carlo Goldoni

Il teatro italiano è caratterizzato da una pluralità di forme letterarie e drammaturgiche scandite nel corso della sua stessa storia. Numerosi sono gli autori che hanno portato contributi particolarmente innovativi, così da essere considerati dei punti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.