Appunti di storia greca: Sparta e Atene

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Fra le molte città-stato della Grecia, due furono più potenti e rappresentative delle altre: Sparta, città di terraferma, oligarchica e chiusa, orientata all'arte della guerra; Atene, città marittima e commerciale, destinata a sviluppare forme democratiche di governo. In questa guida presenterò alcuni appunti di storia greca riguardanti queste due antiche città classiche.

27

I gruppi sociali della società spartana

Intorno al 900 a. C. Nel Peloponneso sorse la città di Sparta, che nel VII secolo a. C. sottomise la limitrofa regione della Messenia. La società spartana era divisa in tre gruppi: gli spartiati, che detenevano il potere politico e militare; gli iloti, che lavoravano le terre dei nobili spartiati; i perieci, ai quali era riconosciuta la libertà e lasciato l'esercizio delle attività economiche, ma che non avevano diritti politici. La vita sociale di Sparta mirava a mantenere un forte esercito, necessario per controllare i territori conquistati e difendersi dalle rivolte degli iloti.

37

L'assetto istituzionale della società spartana

Gli spartiati si riunivano nell'Apella, assemblea mensile che aveva il potere di approvare o respingere le proposte formulate dalla Gherusìa, un consiglio di ventotto anziani eletti a vita. Ogni anno l'Apella eleggeva cinque efori che eseguivano le sue decisioni. Alla guida dello Stato vi erano due re con funzione di capi militari e religiosi. La Costituzione di Sparta, definitasi a metà del VI secolo a. C., mirava a conservare il potere dell'aristocrazia. Il rifiuto di ogni cambiamento, la chiusura rispetto alle altre città e culture, la progressiva riduzione del numero degli spartiati e il mancato ricambio della classe dirigente finirono per indebolire progressivamente la potenza di Sparta.

Continua la lettura
47

L'assetto istituzionale della società ateniese

Lo sviluppo dell'economia di Atene, d'altro canto, fu favorito dalla posizione geografica dell'Attica, regione prossima al mare e protetta da catene montuose che le evitavano l'invasione dei Dori. Dopo un periodo monarchico, fra l'VIII e il VII secolo a. C. Il potere passò agli aristocratici. Nove arconti, scelti anno per anno tra la nobiltà, si spartivano i compiti di governo. Altre istituzioni erano il consiglio degli anziani (Areopago), che nominava gli arconti, e l'Ecclesìa, assemblea dei cittadini liberi, senza potere decisionale. Durante il VII secolo a. C. La condizione delle classi sociali più umili peggiorò a causa del rialzo dei prezzi e, di conseguenza, aumentò la schiavitù per sanare i debiti.

57

Le riforme di Solone

Solone, divenuto arconte nel 594 a. C., prese provvedimenti a favore delle classi popolari: fu abolita la schiavitù per debiti e il monopolio politico della nobiltà fu ridimensionato grazie a una divisione in gruppi di tutti i cittadini in base al loro reddito agrario. Solone istituì anche l'Elièa, tribunale popolare in cui tutti i cittadini ateniesi potevano giudicare le cause.

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Storia greca: come prepararsi all'esame

Come ogni esame universitario, anche quello di Storia Greca, presenta delle difficoltà da non sottovalutare. Prepararsi per affrontare la prova d'esame comporta per lo studente un lavoro impegnativo, poiché i contenuti richiesti dai docenti sono parecchi,...
Superiori

Appunti di letteratura greca: Isocrate

Isocrate è un maestro dell'oratoria antica ed il più longevo nella letteratura greca. Nella sua lunga esistenza, assiste all'evoluzione storico-politica del mondo ellenico del IV secolo a. C. Pertanto, vive l'egemonia tebana e l'ascesa del macedone...
Elementari e Medie

Le città più importanti dell'antica Grecia

Nel passato la Grecia è stata una delle più importanti civiltà del Mediterraneo, culla dei più grandi filosofi, artisti e poeti dell'antichità. Ancora oggi rimane l'esempio ideale per tutti coloro che si occupano di belle arti, nonché studiata in...
Superiori

Le origini della civiltà greca

Nel terzo millennio a. C. Si sviluppa la civiltà greca, e le sue origini furono nella città di Creta situata in un'ottima posizione per l'attività commerciale, perché al centro del Mediterraneo. Creta trovandosi in un punto strategico, per impedire...
Superiori

Filosofia greca in pillole

Studiare la storia e la filosofia è il modo migliore per capire come il pensiero dell'essere umano sia cambiato ed evoluto in base agli eventi che ne hanno segnato i momenti più importanti, e le svolte epocali che ci hanno portato fino ad oggi. La filosofia...
Elementari e Medie

Storia: la seconda guerra persiana

La seconda guerra persiana (480-479 a. C.) si verificò durante le guerre greco-persiane, quando il re Serse I di Persia cercò di conquistare totalmente la Grecia. Tuttavia, la maggior parte delle città greche rimasero neutrali e sottoposte a Serse....
Superiori

Appunti di letteratura greca: Lisia

Durante i nostri percorsi di studio ci è sicuramente capitato di imbatterci in una materia complessa e difficile. Tra le tante materie di questo genere, troviamo senza ombra di dubbio la letteratura greca. Prendete sempre molti appunti durante le lezioni...
Superiori

Appunti di letteratura greca: Demostene

Demostene (nato nel 384 a. C. e morto nel 322 a. C.) era un uomo politico ateniese, che veniva ritenuto il più grande oratore greco. La propria reputazione era determinata dalle sue appassionate orazioni contro Filippo II di Macedonia (che nacque nel...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.