Appunti di Storia dell'Estetica Moderna

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La storia è parte integrante di ogni avvenimento o quant'altro, il tempo contribuisce alla ricerca di altri processi e ce li espone con entusiasmo e novità. In questa guida introdurremo appunti di storia dell'estetica moderna, l'estetica è una parte della filosofia che si occupa del bello naturale, artistico e scientifico, ossia giudizio, moralità e spiritualità, questo va dalla seconda metà del Settecento alla prima metà dell'Ottocento, in questo periodo il filosofo tedesco Baumgartner definì l'estetica la percezione attraverso i sensi, come anche Hegel approfondì ancora di più l'unione tra arte e filosofia. Insomma anche questo spazio dell'estetica è stato argomento discusso da grandi personaggi dell'epoca.

26

Occorrente

  • Conoscere la storia
36

L'estetica basata su due grandi opere

L'Estetica Antica si forma sulla base di due importantissime opere, ossia sul sublime e poetica, entrambe esaltano il sublime e lo stile elevato, che ha lo scopo di affascinare il pubblico con sentimento ed emozioni. L'Estetica Moderna, invece, inizia negli ultimi anni del 1700, dopo la Fenomenologia, anche qui troviamo due forme di pensiero, ossia l'estetica analitica americana, e l'estetica continentale di cui la prima si basava sull'arte, la seconda si basava sulla percezione e non più sull'arte, si affermò col tempo anche la neuroestetica, la quale applicava al campo artistico tecniche di sviluppo in ambito neuroscientifico.

46

Le grandi personalità dell'epoca

Le personalità che hanno distinto l'estetica moderna troviamo Immanuel Kant (si occupava della sensibilità e delle forme, definendo spazio e tempo di natura intuitiva, vedendo nell'estetica la liberazione dalle sofferenze), Arthur Schopenahuer (articolava la sua poesia in ragionamenti e aforismi caustici) e Friedrich Nitzsche (spartiacque tra filosofia tradizionale e nuovo modello di riflessione informale e provocatorio). In Italia si ricorda Giambattista Vico, il suo ideale era quello del dominio del senso e della fantasia, partecipandovi con l'aiuto di ingegno e partecipazione a conoscere la verità divina che si rivela nell'errore, insomma forme e pensieri differenti che presero piede con il passare del tempo.

Continua la lettura
56

Il giudizio dell'estetica

Proseguiamo dicendo che Kant vedeva l'estetica moderna come un sentimento del bello è puro, e che non risponde a scopi specifici ed è condiviso da tutti, senza una vera e propria necessità logica. Alcuni filosofi dell'epoca fanno confluire nell'arte Ragione e Sentimento, per altri l'arte diventava l'intuizione dell'Infinito nel finito, facendo nel corso degli anni divenire l'estetica un oggetto delle scienze sperimentali, ad esempio Herder in contrapposizione al pensiero kantiano, appoggiando Baumgartner, definiva l'estetica la più feconda e bella tra le arti astratte. Abbiamo anche qui visto, che l'argomento ha creato indubbiamente punti di vista differenti, ma sempre giustificabili con l'estetica.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prendere nota dei pensieri di grandi filosofi

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

La "Critica del Giudizio" di Kant

Salve a tutti in questa guida vi parlerò della critica del giudizio di Immanuel Kant poeta e filososo illuminista tedesco del tardo 700. Una delle sue composizioni letterarie più importanti come "La Critica della Ragion Pura" e quella della Ragion Pratica...
Superiori

Il pensiero dei filosofi tedeschi dell'Ottocento

In Germania, agli inizi dell'Ottocento prese vita l'idealismo tedesco. Questa corrente filosofica appena citata fonda le sue radici nel pensiero platonico e nel pensiero kantiano. Se siete interessati a queste tematiche, vi è fortemente consigliato continuare...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Kant

Immanuel Kant nacque a Könisberg nella Prussia orientale il 22 aprile del 1724. È stato uno dei più importanti filosofi di tutti i tempi, esponente della corrente di pensiero dell'Illuminismo. È stato inoltre anche precursore dei principi basilari...
Superiori

La filosofia di Kant in pillole

Immanuel Kant, uno dei maggiori filosofi di tutti i tempi, nacque a Konigsberg nel 1724 da famiglia povera. È stato uno dei maggiori esponenti della corrente illuministica tedesca e precursore della filosofia idealistica. Il perno della dottrina kantiana...
Superiori

Filosofia: la "Critica della Ragion Pura" di Kant

Immanuel Kant, tedesco di nascita, fu uno dei più importanti scrittori nella storia della filosofia. L'opera per la quale egli è più noto è indubbiamente la "Critica alla Ragion Pura" che fu una rivoluzione copernicana nel campo gnoseologico: secondo...
Superiori

Kant: la dialettica trascendentale

Kant è senza dubbio uno dei più importanti filosofi tedeschi, nonchè un esponente dell'illuminismo tedesco; inoltre è noto per essere il fondatore della filosofia idealistica. Nella terza parte della sua maggior opera, la Critica della ragion pura,...
Maturità

Il Criticismo di Kant

Quando si parla di filosofia non si può non parlare del celebre filosofo tedesco Immanuel Kant. Kant diede vita a quella che era una corrente tutta sua, lontana dai canoni perseguiti nei decenni passati, il Criticismo. Il Criticismo di Kant fu un qualcosa...
Superiori

La filosofia di Arthur Schopenhauer

La filosofia dell'800 si sviluppa in opposizione all'idealismo sistemistico di Hegel. I filosofi di questo periodo rifiutano, rompono, capovolgono il sistema del filosofo tedesco, recuperando tematiche che la "Ragione" o la "Razionalità" hegeliana avevano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.