Appunti di letteratura: La Chanson de Roland

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Appunti di letteratura: La Chanson de Roland, "Orlando" in italiano, è la più conosciuta e famosa canzone di gesta, o poema epico in volgare della letteratura medievale francese. Esso fu scritto tra la metà dell’XI-XII secolo in decasillabi e recitati da un cantore con arrangiamento musicale. Quest’opera racconta di persone e di fatti esistiti storicamente, quando visse Carlo Magno e delle sue campagne militari contro i musulmani. Racconta, in particolare, la battaglia di Roncisvalle del 778 d. C.: quando le truppe di Carlo Magno, che erano guidate dal guerriero Rolando valoroso, in Spagna vennero sconfitte dai musulmani, a causa del tradimento di Gano, suo patrigno.

24

L'origine

L’origine di questa opera epica è incerta, alcuni studiosi la attribuiscono ad un ambiente clericale, altri ad un iniziativa dei giullari, i quali erano esperti dell’intrattenimento a corte e praticavano generi diversi a secondo del pubblico. Le canzoni di gesta avevano l’obiettivo di trasmettere alle classi più umili valori e comportamenti della nobiltà feudale come: la guerra santa contro i musulmani, il sacrificio per il proprio paese, le imprese militari. La Chanson de Roland è formata da tre manoscritti, di cui il più antico è quello di Oxford, che fu scritto tra il 1125-50 in Francia da un certo Turandolo, di cui non si conosce niente.

34

Una sintassi molto lineare

Gli storici hanno stabilito che in realtà, i cavalieri affrontarono in Spagna, non i musulmani ma i baschi: tale cambiamento da parte dell’autore ha un valore molto simbolico, in quanto il periodo in cui l’opera venne scritta, XI-XII secolo, fu caratterizzato dalla guerra santa o crociate contro i Mori. La Chanson de Roland risente molto della letteratura orale per la presenza di ripetizioni stereotipate, ed è composta da una sintassi molto lineare. E’ un opera che ebbe molto successo in tutta Europa, e fu la fonte di ispirazione per altre canzone di gesta come: ” il Cantar de mio Cid”, composto in Spagna nel 1140, da autore anonimo e “il Cantare dei Nibelunghi”, poema dell’inizio del Duecento, composto in Germania anch'esso da autore anonimo.

Continua la lettura
44

Gli ideali

Gli ideali che vengono proposti nella Canzone di Rolando sono soprattutto:
- la lotta per la fede, fino al proprio sacrificio;
- l’onore del cavaliere, la sua fedeltà;
- lealtà al sovrano.
In questa canzone non c’è spazio per l’amore e nemmeno per la figura femminile; solo nella parte finale troviamo la figura femminile di Aude, la promessa sposa di Rolando, alla quale viene comunicata la morte dell’amato. L'opera racconta della campagna militare di Spagna di Carlo Magno e della resistenza eroica del valoroso Rolando contro i Mori. Dopo vari anni di vittorie in Spagna, Carlo Magno decise di tornare in Francia. Rolando convinse il Re ad accettare la proposta di pace con i musulmani. Ma in realtà era una trappola tutta organizzata da Gano, che era il patrigno di Rolando. La retroguardia francese, infatti, viene attaccata e sconfitta a Roncisvalle, e Rolando perde la vita in battaglia. Carlo Magno farà uccide Gano in quanto l'aveva tradito.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Breve guida sull'arte medievale

L'arte medievale è legata strettamente alla religione. Questo capita quanto, come è ben conosciuto, la religione domina la vita di tale epoca, grazie al predominio che la Chiesa cattolico-cristiana acquisisce. Il predominio di cui si parla non è soltanto...
Università e Master

Appunti di letteratura francese

La storia della Letteratura Francese, si potrebbe dire, che cominci tra il XII e il XIII secolo con un genere letterario che si sviluppò inizialmente nel Nord della Francia, le cosiddette "canzoni di gesta" (chanson de geste), dei componimenti realizzati...
Superiori

Appunti su Italo Calvino

Ora tratteremo uno degli scrittori più importanti del 1900 in Italia, ovvero Italo Calvino. Attraverso le due guerre mondiali, Calvino assunse uno spazio importante come voce di spicco della cultura italiana, proseguendo poi nel dopoguerra. Al confine...
Superiori

Storia: Carlo Magno

Nell'anno 742 nacque Carlo Magno, un uomo che influenzò la storia. Negli anni che egli fu Re, fu autore della riforma politica che fece portare l'Europa a diventare feudale. Egli unì la parte occidentale con la Sassonia e la Baviera e protesse il continente...
Superiori

I più grandi imperatori della storia

Fin dalle epoche più remote l'uomo è sempre stato spinto da un irrefrenabile istinto di conquista, espansione, ed esplorazione. Solo alcuni grandi sovrani e condottieri riuscirono a distinguersi per la grandezza delle loro gesta e a far emergere il...
Superiori

Letteratura: vita e opere di Carlo Emilio Gadda

Carlo Emilio Gadda occupa un posto di rilievo nella letteratura italiana del Novecento perché ha contribuito al rinnovamento della narrativa tradizionale e alla nascita del romanzo contemporaneo. Le sue opere, in particolare il Pasticciaccio e La cognizione...
Superiori

Appunti di storia medievale

Medioevo significa, alla lettera, "età di mezzo". Il termine viene utilizzato, con valore negativo, da alcuni intellettuali del 1300. Per questi studiosi, amanti dei classici latini, si trattava di un periodo buio, lontano dai modelli dall'antica arte...
Superiori

Appunti di letteratura greca: Isocrate

Isocrate è un maestro dell'oratoria antica ed il più longevo nella letteratura greca. Nella sua lunga esistenza, assiste all'evoluzione storico-politica del mondo ellenico del IV secolo a. C. Pertanto, vive l'egemonia tebana e l'ascesa del macedone...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.