Appunti di geometria analitica

di Pa Pa tramite: O2O difficoltà: media

Questa guida fornisce le conoscenze base per affrontare i problemi di geometria analitica con un grado di approfondimento per le scuole superiori. Gli appunti descrivono per ognuno dei luoghi geometrici, caratteristiche e definizioni nonché alcune problematiche principali a essi collegati. Nella seguente guida, passo dopo passo, approfondiremo l'argomento fornendovi maggiori informazioni in merito ai concetti base della geometria analitica.

1 Il piano cartesiano La geometria analitica qui trattata riguarda solo il piano cartesiano, quindi si ferma alle due dimensioni. Il piano cartesiano si definisce come la porzione di piano individuata unicamente a partire da due rette perpendicolari tra loro, orientate che si incontrano in un punto denominato "Origine". Queste vengono chiamate asse delle ascisse e asse delle ordinate. Ricordiamo che l'elemento più semplice della geometria analitica è il "punto".

2 La retta Passando a elementi più complessi, troviamo la retta, che in geometria classica si definisce come l'insieme dei punti allineati su una stessa direzione. In analisi invece essa viene caratterizzata da un coefficiente angolare, che indica la pendenza della retta rispetto all'asse delle ascisse e da un termine noto, che rappresenta l'ordinata di intersezione della retta stessa con l'asse delle y. Nella geometria analitica è importante ricordare che a una rappresentazione grafica si associa una equazione. La retta presenta una equazione lineare del tipo: ax+by+c=0. A questa forma "implicita" si affianca la forma "esplicita" y=mx+q, dove i termini m e q sono numeri reali e rappresentano le caratteristiche descritte in precedenza. I problemi sulla retta in genere riguardano la definizione dell'equazione a partire da alcuni dati.

Guarda il video:

Continua la lettura

3 La parabola Dopo aver visto un elemento lineare, passiamo a descrive un luogo geometrico rappresentato da una equazione di secondo grado: la parabola.  L'equazione in forma esplicita della parabola è y=ax^2+bx+c, dove a, b e c sono numeri reali.  Approfondimento Geometrica analitica: i punti (clicca qui) L'ascissa del vertice della parabola si ricava dalla semplice formula -b/2a, mentre l'ordinata si calcola sostituendo l'ascissa appena ottenuta all'equazione.  Le equazioni analitiche non hanno la caratteristica della funzione biunivoca.  Analiticamente invece l'equazione cartesiana dell'ellisse è x^2/a^2 +y^2/b^2 = 1, dove a e b sono numeri reali.  Mentre per quanto riguarda la circonferenza, l'equazione cartesiana è x^2+y^2+ax+by+c=0, sempre con a, b e c numeri reali.

Alcuni link che potrebbero esserti utili: Appunti di Geometria Analitica per studenti di Matematica e del liceo Geometria analitica nel piano Appunti e riassunti di Geometria analitica Esercizi e formule di geometria analitica

Come determinare l'equazione di una retta In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire ... continua » Come disegnare il grafico di una parabola La parabola è una delle coniche che più spesso troviamo in ... continua » Come trovare il coefficiente angolare di un punto In geometria analitica, a qualsiasi studente, è capitato di sentir parlare ... continua » Come calcolare il coefficiente angolare di una retta Il coefficiente angolare di una retta esprime la pendenza di una ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Geometria analitica: l'iperbole

La geometria analitica studia le figure geometriche attraverso il piano cartesiano, in cui ogni punto è definito da due coordinate; con il termine ascisse indichiamo ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.