Appunti di elettronica: alternatore

di Alfredo Gorlini tramite: O2O difficoltà: media

In questi appunti di elettronica analizzeremo uno strumento che trova un numero enorme di applicazioni, poiché è in grado di produrre direttamente corrente elettrica alternata: stiamo parlando dell'alternatore. Per capire cos'è l'alternatore, bisogna innanzitutto capire cosa si intende per corrente elettrica alternata: a differenza di quella continua, la corrente elettrica alternata non ha sempre lo stesso verso, ma lo inverte ad una certa frequenza. L'alternatore è quindi uno strumento che, grazie al principio dell'induzione elettromagnetica, riesce a trasformare l'energia meccanica in elettrica, permettendo quindi di produrre energia a partire da un movimento più o meno continuo, come può essere quello di una ruota che gira. La differenza sostanziale tra alternatore e dinamo sta proprio in questo, ovvero nel fatto che il primo produce corrente alternata, il secondo corrente continua.

1 Alternatore e corrente alternata La maggior parte degli strumenti che utilizzano la corrente alternata per funzionare, sono costituiti da un circuito chiuso immerso in un campo magnetico; il circuito viene fatto ruotare e, per effetto dell'induzione magnetica, si crea una forza elettromotrice indotta, avente una propria differenza di potenziale, che può essere utilizzata per alimentare un carico, ad esempio un motore elettrico.

2 Forma base dell'alternatore È possibile riprodurre il fenomeno della corrente indotta anche a casa, basta infatti prendere una spira, ovvero un circuito conduttore chiuso e metterlo in un campo magnetico generato da un magnete a forma di ferro di cavallo. Se fate ruotare il circuito, si genererà una corrente che per metà rotazione circolerà in un verso, mentre nell'altra metà della rotazione nel verso opposto.

Continua la lettura

3 Funzionamento dell'alternatore Nell'alternatore la corrente ha lo stesso verso della forza elettromotrice (f.  E.  Approfondimento Come calcolare le correnti in un circuito a induzione (clicca qui) M.) indotta.  Per determinare il verso della fem è possibile usare una regola precisa.  In ambito fisico si fa ricorso alla regola della mano destra, ma c'è un metodo ancora più semplice: quando un lato della spira, ruotando in senso orario, passa sotto il polo nord del magnete, la fem e la corrente hanno verso entrante nel piano del foglio, entrano cioè nella figura; quando un lato della spira, ruotando in senso orario, passa sotto il polo sud del magnete, la fem e la corrente hanno verso uscente dal piano del foglio.  È bene ricorda che esistono diversi tipi di alternatore, ma quelli più diffusi sono quelli privi di contatti striscianti, così da durare di più nel tempo.

Appunti di fisica: le equazioni di Maxwell Con gli appunti di fisica che seguono ci occuperemo di spiegarvi ... continua » Come funziona un circuito in corrente alternata Quando parliamo di corrente alternata si intende il classico circuito elettrico ... continua » Come risolvere un circuito magnetico Un circuito magnetico è un nucleo ferromagnetico nel quale si induce ... continua » Appunti di elettronica: il trasformatore Il trasformatore viene utilizzato solo ed esclusivamente nei circuiti a corrente ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Appunti di fisica: i circuiti

Questi appunti di Fisica sono volti a fornire all'utente alcuni elementi chiarificatori circa lo studio dei circuiti elettrici. Occorre prima di tutto dare la ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.