Appunti di economia aziendale: l'effetto Forrester

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'effetto Forrester è un fenomeno osservato nei canali distributivi di previsione "driven". Si riferisce ad un trend di oscillazioni in risposta ai cambiamenti della domanda dei clienti e della catena di fornitura di un prodotto. Il concetto fu esposto per la prima volta nella dinamica industriale da Jay Forrester (1961). Dal momento che la domanda di ingrandimento oscilla a monte di una filiera, ricorda una frusta di rottura e per questo motivo l'effetto Forrester è diventato noto anche come "effetto frusta". Siccome la domanda della clientela risulta avere una base oscillatoria e solo raramente si fonda su periodi stabili, le imprese devono provare ad anticipare quest'andamento, prevedendolo. In questo modo, potranno provare ad impostare una riorganizzazione dell'inventario aziendale delle risorse. Purtroppo, tutte le previsioni hanno come elemento fondante delle statistiche, che presentano sempre dei margini d'errore, perciò non sempre sono accurate nel minimo particolare. Gli errori di previsione sono comunque messi in preventivo, essendo essi un dato di fatto, e per questo le aziende riportano un buffer di inventario denominato "scorta di sicurezza".
All'interno di questa guida, andremo a trattare un tema di economia, nello specifico, scriveremo alcuni appunti riguardanti l'effetto Forrester. Di cosa si tratta? Scopriamolo insieme.

26

All'interno di questa guida, andremo a trattare il tema dell'effetto Forrester. Di cosa si tratta? Scopriamolo insieme. Le cause comportamentali riguardanti l'effetto Forrester sono: l'uso improprio delle politiche di base, le percezioni errate dei feedback e dei temporali ritardi, le reazioni di panico dopo l'ordinazione della domanda risultante insoddisfatta e il rischio percepito da una razionalità limitata. Al contrario, le cause sono riguardanti aspetti come: gli errori compiuti nelle previsioni, i parametri di controllo dell'inventario, la trasformazione della domanda dipendente, la cosiddetta sincronizzazione lot-sizing, lo sconto di qualità, il consolidamento delle richieste, il movente di transazione, l'anticipazione di carenza, la promozione degli scambi e l'allocazione dei fornitori.

36

I fattori umani che influenzano il comportamento nelle catene di fornitura sono in gran parte inesplorati. Comunque sia, gli studi compiuti vanno a dimostrare che le persone che necessitano di una maggior sicurezza, non producono dei buoni risultati mentre, al contrario, quelle aventi un self-afficacy più alto, hanno una gestione dell'effetto forrester migliore. L'effetto descritto può portare ad una produzione inefficiente o ad un inventario eccessivo, in quanto ogni produttore ha bisogno di soddisfare la domanda del suo predecessore nella catena di fornitura; questo porta anche ad un basso utilizzo del canale di distribuzione.

Continua la lettura
46

A dispetto di avere scorte di sicurezza, è presente il rischio dello "stock-out" che si traduce in un pessimo servizio per i clienti e di molte vendite perse. Oltre ai finanziamenti, le conseguenze misurabili dei poveri servizi, comportano un adempimento omesso che può includere l'immagine pubblica e le sanzioni contrattuali. L'assunzione continuativa ed il licenziamento dovuto ad un fattore di variabilità dal lato della domanda, producono un surplus di costi di formazione e nuovi licenziamenti.
Vi consiglio vivamente di visualizzare anche questo link, inerente al medesimo argomento che abbiamo trattato all'interno di questa guida: http://tesi.eprints.luiss.it/6744/1/giorgetti-tesi-2011.pdf.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Seguite la guida per comprendere l'effetto.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Appunti di economia aziendale

L'economia aziendale è una materia di base di molti percorsi universitari e scolastici. Approfondiace tutto ciò che riguarda l'azienda in termine economico. Si occupa dell'organizzazione, della gestione e rilevazione dell'azienda. Se volessimo darle...
Superiori

Appunti di economia aziendale: l'elasticità incrociata

In questo manuale vi illustriamo alcuni appunti di economia aziendale. L' elasticità incrociata è molto importante nel settore perché misura la reattività della domanda di un bene rapportata alla variazione del prezzo di un secondo bene. Tale parametro...
Superiori

Appunti di economia aziendale: le curve di indifferenza

L'Economia Aziendale è un ramo dell'economia che studia tutto quello che è collegato alle gestioni aziendali, in tutte le fasi che le compongono: questo studio è fondamentale, poiché avviene sotto una prospettiva sia qualitativa che quantitativa.L'Economia...
Università e Master

Appunti di economia aziendale: la banca dei poveri

Nell'era del capitalismo finanziario la banca dei poveri ha diritto ad uno spazio solo tra gli "appunti" di economia aziendale. I Paesi occidentali sono in una carreggiata che vieta un'inversione di marcia di questo tipo. Siamo nei tempi in cui le banche...
Superiori

Appunti di economia aziendale: la duration di portafoglio

Nel mondo finanziario si definisce portafoglio l'insieme di tutte le attività finanziarie, riferite a una persona fisica o giuridica, correlate ad un certo investimento. Investire in un portafoglio di titoli è una tipologia meno rischiosa rispetto ad...
Università e Master

Appunti di economia aziendale: Management Buyout e Management Buyin

Per chi frequenta la facoltà di economia, soprattutto dal punto di vista dell'economia aziendale, deve avere ben chiaro di quale sia il concetto e le differenze tra Management Buyout e Management Buyin. Genericamente parlando entrambe svolgono un ruolo...
Università e Master

Appunti di economia aziendale: la curva di Lorenz

La curva di Lorenz è una rappresentazione grafica della funzione di distribuzione cumulativa della ricchezza; la curva di Lorenz viene utilizzata in economia. Questa curva è stata sviluppata da Max O. Lorenz nel 1905. Nel grafico viene mostrato la percentuale...
Università e Master

Appunti di economia aziendale: le prezzature delle opzioni

L'investimento in strumenti di risparmio è attualmente una delle soluzioni più attivabili dal mercato. Di contro, il ridotto appeal dei titoli del debito. Pertanto nei portafogli dei risparmiatori figurano sempre più le opzioni, il nuovo motore finanziario....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.