Appunti di cinetica chimica

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

La cinetica chimica è lo studio e la discussione delle reazioni chimiche rispetto ai tassi di reazione, all'effetto di diverse variabili, al ri-arrangiamento degli atomi ed alla formazione degli intermedi. Ci sono molti argomenti che meritano di essere discussi e ciascuno di questi è un importantissimo strumento per lo studio delle reazioni chimiche. A livello macroscopico, la cinetica chimica studia la quantità di reagito e formato, nonché il costo della loro formazione. A livello molecolare o microscopico, le seguenti considerazioni devono essere fatte anche in funzione del meccanismo chimico di reazione. Premesso questo, ecco alcuni appunti di cinetica chimica.

25

Velocità di reazione

La velocità di reazione è definita in riferimento alla velocità di cambiamento della concentrazione di una determinata specie. Tuttavia, poiché la velocità alla quale i reagenti si consumano e i prodotti si formano nel corso della reazione muta, è necessario prendere in considerazione la velocità istantanea di reazione, ovvero la sua velocità in uno specifico istante. Più è ripida la curva, maggiore è la velocità di scomparsa del reagente; analogamente, la velocità di formazione di un prodotto corrisponde al coefficiente angolare del grafico della sua concentrazione, sempre in funzione del tempo.

35

Legge cinetica

La legge cinetica è un'equazione che esprime la velocità di reazione in funzione delle concentrazioni molari delle specie coinvolte nella reazione globale. Tale legge fornisce le basi per classificare le reazioni in funzione del loro profilo cinetico. Il vantaggio che ne deriva da una simile classificazione consiste nel fatto che le reazioni appartenenti alla stessa classe presentano lo stesso comportamento cinetico, quindi le loro velocità dipenderanno dalla concentrazione.

Continua la lettura
45

Tempo di dimezzamento

Un'indicazione utile della velocità delle reazioni chimiche del primo ordine è il tempo di dimezzamento (t: 1/2 di un reagente, vale a dire il tempo necessario perché la concentrazione del reagente in esame si riduca alla metà rispetto al valore iniziale). Il tempo di dimezzamento della specie A che si consuma nel corso di una reazione del primo ordine può essere ricavato eseguendo la sostituzione (A)= 1/2 (A) ₀ t 1/2 nella seguente equazione: kt 1/2 = -ln 1/2 (A) ₀ / (A) ₀ = -ln 1/2= ln 2e, da cui segue: t 1/2 = ln 2/k. L'aspetto principale si evidenzia nel fatto che per una reazione del primo ordine il tempo di dimezzamento di un reagente è indipendente dalla sua concentrazione iniziale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare le concentrazioni in una reazione chimica in equilibrio

Una reazione chimica è composta da reagenti e prodotti: i reagenti sono le sostanze iniziali presenti, i prodotti sono sostanze formate dai reagenti. Molte equazioni sono reversibili; pertanto, i reagenti possono formare i prodotti e viceversa. L'equilibrio...
Superiori

Nozioni elementari di chimica

La chimica è una scienza alquanto complessa che si occupa di studiare la composizione, le proprietà, i comportamenti e i modi di reagire della materia. Esistono varie branche che compongono quest'affascinante materia e si specializzano in diversi campi....
Superiori

Come calcolare la resa di una reazione chimica

In una reazione chimica può capitare che i reagenti siano presenti in una percentuale non sufficiente per creare i prodotti. È quindi necessario scoprire quale sia il reagente limitante, così da poter calcolare la resa totale della reazione. La resa...
Università e Master

Come Effettuare Una Addizione Nucleofila Alchilica

L'addizione coniugata di un gruppo alchilico rappresenta precisamente una reazione della chimica organica: essa risulta essere piuttosto simile all'addizione nucleofila di Grignard. Infatti, anche la Grignard utilizza particolari reagenti e allunga la...
Università e Master

Come risolvere le reazioni chimiche con i rapporti ponderali

In natura nulla si crea e nulla si distrugge: è un principio incontrovertibile che governa tutte le reazioni chimiche dell'universo. Nella natura delle stesse c'è una trasformazione, ma il peso iniziale degli elementi coinvolti dovrà corrispondere...
Università e Master

Appunti di chimica : enantioselettività

La chimica è per molti un vero problema. Infatti le sue formule e i suoi concetti risultano spesso indigesti a molti. In realtà la chimica non è una materia così difficile ma richiede applicazione. In questa guida proveremo ad illustrare in modo semplice...
Superiori

Come calcolare il numero di moli per una reazione

Tutti ritengono che la chimica sia una materia estremamente affascinante, ma allo stesso tempo estremamente ostica. Infatti non è da tutti eccellere in questa materia. Molti incontrano difficoltà nel districarsi tra simboli e formule chimiche. In questa...
Università e Master

Come Eseguire La Ciclopropanazione Di Un Alchene

La chimica è una materia che ci offre degli spettacoli davvero emozionanti. L'interazione tra le diverse sostanze presenti in natura vanno a creare dei meccanismi complessi quanto affascinanti. Tra le varie reazioni chimiche, ne troviamo una molto particolare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.