Appunti di chimica organica

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La Chimica Organica è generalmente quella parte della chimica che si occupa dei composti del carbonio. In origine essa trattava solamente i composti derivanti dagli esseri viventi, da cui deriva appunto il termine "organica" e solo successivamente si è notato che i suoi composti potevano essere sintetizzati anche in laboratorio. La Chimica Organica è parte integrante della vita stessa, basti pensare a tutte le principali molecole essenziali per il funzionamento di un qualunque organismo vivente, quali le proteine, i lipidi, i carboidrati ecc. Vediamo insieme attraverso questi appunti di Chimica Organica di delineare le caratteristiche essenziali di questa interessante materia.

26

Descrizione dell'atomo di carbonio

L'atomo del Carbonio è il sesto elemento della tavola periodica e possiede in totale 6 elettroni, di cui 4 di valenza. Può formare quattro legami, che in molti composti organici sono di tipo covalente, oltre che con atomi di idrogeno, ossigeno, azoto, anche con altri atomi di carbonio, fino a formare catene anche molto lunghe o anelli con forme tridimensionali molto differenti tra loro. Grande rilevanza infatti ha la disposizione nello spazio, cosa che conferisce caratteristiche chimico-fisiche diverse anche a parità di composizione chimica.

36

Suddivisione degli idrocarburi

I numerosi composti organici possono essere raggruppati in diverse categorie tutte derivanti dagli Idrocarburi, cioè da composti costituiti soltanto da Carbonio ed Idrogeno. In base al tipo di legame C-C presenti nelle molecole, gli idrocarburi possono essere suddivisi in tre gruppi:
1) Idrocarburi Saturi, in cui tutti i legami C-C sono semplici di tipo σ
2) Idrocarburi Insaturi, quando nello scheletro carbonioso sia presente almeno un doppio legame σ+Π
3) Idrocarburi Aromatici, composti ciclici insaturi con caratteristiche chimiche del tutto particolari, come ad esempio il Benzene. Questi ultimi vennero chiamati Aromatici per il loro odore spesso gradevole che, in fondo in fondo poi, risultano essere tossici nonché cancerogeni.

Continua la lettura
46

Descrizione degli Alcani

Gli Alcani sono idrocarburi saturi nei quali gli atomi di Carbonio sono legati tra loro in modo semplice, al massimo numero di atomi di idrogeno. Ad essi corrisponde la formula generale CnH2n+2, dove n rappresenta il numero di atomi di carbonio che varia da un elemento all'altro della serie omologa. Il più semplice composto appartenente a questa categoria è il metano, molto nominato anche per quanto riguarda la quotidianità, la cui formula prevede soltanto una molecola di carbonio. Solitamente, proprio per la loro simile struttura le sostanze appartenenti a questa categoria vengono distinte le une dalle altre e generalmente vengono presentate come figure geometriche ai cui vertici corrispondono gli atomi di carbonio, motivo per il quale questa nomenclatura è possibile soltanto dal propano in poi.

56

Guarda il video

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Chimica organica: le reazioni degli alcani

Gli alcani sono quegli idrocarburi (composti formati da idrogeno e carbonio) in cui tutti gli atomi di carbonio sono legati tra loro tramite legami semplici. Esistono particolari tipi di alcani, detti cicloalcani, che non sono altro che idrocarburi che...
Superiori

I gruppi funzionali in chimica

Le sostanze organiche si contano ormai a milioni, e ogni anno se ne scoprono in natura o se ne sintetizzano in laboratorio parecchie migliaia. Queste cifre immense potrebbero far nascere il dubbio che, chi si accinge a conoscere una materia del genere,...
Università e Master

Come Calcolare Il Grado Di Insaturazione Di Una Molecola

Calcolare il grado di insaturazione di una molecola o un composto chimico è una procedura essenziale e primaria per il primo approccio conoscitivo della sostanza con cui stiamo operando. Infatti questa operazione viene fatta subito dopo l'acquisizione...
Università e Master

Come eseguire una cicloaddizione 2 + 2

Le reazioni che riguardano la famiglia degli alcheni sono davvero tantissime e sono considerate come una base della chimica organica. Alcune tra queste sono molto particolari e riguardano gli orbitali molecolari di frontiera ossia quegli orbitali definiti...
Superiori

Come realizzare un semplice schema sui gruppi funzionali organici

Una branca molto importante della chimica è rappresentata, senza dubbio, dalla chimica organica, che ha come oggetto lo studio dei processi biologici. Nell'ambito di questa materia non sempre risulta di agevole comprensione la vasta gamma di reazioni...
Università e Master

Come effettuare l'idratazione degli alchini

Gli alchini sono identificati come composti chimici organici che hanno tripli legami nella loro struttura chimica. Essi sono molto importanti in varie applicazioni industriali e la caratteristica che li rende riconoscibili è la presenza nella loro struttura...
Superiori

Come realizzare un semplice schema sui composti organici

Nella guida che seguirà andremo a concentrarci sui composti organici. Infatti, come indicato nel titolo della guida, andremo a spiegarvi in pochi passi Come realizzare un semplice schema sui composti organici.I composti organici possono risultare difficili...
Università e Master

Come dare il nome ai derivati polisostituiti del benzene

La chimica rappresenta una delle materie più ostiche da affrontare per uno studente: a prescindere dal percorso e dal grado di studi, questa materia richiede un'attenzione ed un approccio particolare. Ciò diventa più chiaro soprattutto quando lo studio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.