Appunti di chimica: il saggio di Tollens

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Il saggio di Tollens è un test appartenente alla favolosa chimica organica e all'analisi dei medicinali, il quale viene condotto in presenza di un reattivo detto appunto "reattivo di Tollens", dal quale prende il nome. Tollens, il suo inventore, era un eccellente professore di chimica dell'Università di Gottingen, in Germania. In questi semplicissimi e pratici appunti di chimica vediamo insieme come effettuarlo e le sue principali caratteristiche.

25

Caratteristiche

Il saggio di Tollens, o test di Tollens, si basa su questa reazione: se si aggiunge il reattivo (il quale è costituito da una soluzione diluita di ossido di argento in ammoniaca acquosa) ad una piccola quantità di aldeide, posta precedentemente in una provetta, l'interno della provetta si rivestirà di un lucente specchio di argento metallico. Per questo motivo questo test spesso viene anche conosciuto con il nome di "saggio dello specchio d'argento". L'agente ossidante nel reattivo è Ag+, ridotto ad argento metallico.

35

Utilizzo

Il saggio presenta una grande importanza e viene utilizzato quando in un laboratorio si devono individuare dei gruppi funzionali. Esso è un vero e proprio test di verifica: se lo specchio d'argento non si forma dopo che il reattivo è stato aggiunto ad un composto, si può concludere con certezza che il composto in esame non presenta alcun gruppo aldeidico. Nella realizzazione del saggio bisogna adoperare delle accortezze, in particolare bisogna conservare per bene il reattivo, in quanto può reagire con l'aria e a lungo andare può portare alla formazione di composti pericolosi ed esplosivi, come il fulminato d'argento o il nitruro d'argento.

Continua la lettura
45

Reattivo di Tollens

Le aldeidi sono ossidate ad acidi carbossilici. Poiché esse di solito sono abbastanza facili da ossidare rispetto ad esempio agli alcoli primari, la maggior parte dei reagenti conosciuti per ossidare quest'ultimi possono anche essere usati per aldeidi e acidi carbossilici. L'ossido di argento è conosciuto per essere un blando agente ossidante. Il reattivo di Tollens, fondamentale per compiere il saggio, riesce ad ossidare un aldeide, ma risulta invece troppo blando per ossidare un alcol o altri gruppi funzionali. Un vantaggio nell'usare proprio questo reattivo per l'ossidazione di un aldeide, deriva dal fatto che la reazione avviene in condizioni basiche. Non occorre dunque preoccuparsi di "danneggiare" altri gruppi funzionali nella molecola che possono reagire in soluzione sicuramente acida.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come Effettuare Il Saggio Di Lucas

In chimica analitica classica ed organica, il saggio di Lucas è un saggio chimico per distinguere se un alcol incognito è primario, secondario o terziario. Il saggio funziona solo per gli alcoli a basso peso molecolare solubili nel reattivo di Lucas,...
Università e Master

Come risolvere l'esercizio di sintesi di un alcol da una aldeide

In questa guida, sarà specificatamente trattata una delle reazioni più conosciute che riguardano la chimica organica. Infatti, potrete osservare la reazione di un chetone per poter arrivare alla formazione di un composto alcolico. La reazione necessita...
Università e Master

Appunti di chimica analitica: titolazioni

APPUNTI DI CHIMICA ANALITICA: TITOLAZIONIUn metodo volumetrico è quello in cui si effettua l'analisi misurando il volume di una dissoluzione (soluzione valorante) di concentrazione esattamente conosciuta, necessario per reazionare completamente con la...
Università e Master

Come Ossidare Un Alcol Con Pcc O Bicromato Di Potassio

Un elemento chimico subisce ossidazione quando e sottomesso ad una sottrazione di elettroni, che esattamente in termine chimico significa che aumenterà del suo numero di ossidazione o meglio dire di agenti ossidanti. In questa guida ti spiegherò...
Università e Master

Come Formare Gli Acetali

Gli acetali sono dei composti organici che derivano da una reazione reversibile di aldeidi con un alcol. Gli acetali, nella sintesi organica, risultano stabili e poco reattivi in ambienti neutri e molto basici. Ciò significa che proteggono adeguatamente...
Università e Master

Come Effettuare La Reazione Di Cannizzaro

La reazione di Cannizzaro serve per effettuare un tipico processo della chimica inorganica che effettua la formazione di particolari prodotti chimici molto importanti per l' industria chimica e molto apprezzata per la versatilita' delle miscele di prodotti...
Università e Master

Come Idratare Le Aldeidi E I Chetoni

L'idratazione, ovvero l'aggiunta di una molecola d'acqua, è un processo che avviene naturalmente in molti organismi e sistemi biologici ogni secondo. Con questa guida ci occuperemo di spiegarvi, in particolare, come bisogna procedere per idratare le...
Superiori

Appunti di chimica: l'addizione aldolica

In chimica organica, l'addizione aldolica è quella reazione che si verifica tra due particelle di un’aldeide, o di un chetone. Entrambi le molecole sono elettrofili. Di conseguenza, reagiscono con i neuclofili. Affinché avvenga l’addizione aldolica,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.