Appunti di biologia: gli organismi unicellulari

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Un organismo si definisce unicellulare se possiede soltanto una cellula, multicellulare se è formato da più cellule. I gruppi principali unicellulari sono: gli archeobatteri, i protozoi, i batteri, le alghe unicellulari ed i funghi unicellulari. La distinzione generale viene fatta basandosi sulle dimensioni e sull'organizzazione cellulare. Per tali organismi occorre ricordare bene due categorie fondamentali di identificazione e classificazione. In tal senso cioè si hanno cellule procarioti ed eucarioti. Proseguendo la lettura di tale articolo, vi daremo diversi consigli utili, ed anche indicazioni relativamente la conoscenza degli appunti di biologia, che riguardano tale argomento. Buona lettura e buono studio!

25

Vi spieghiamo quali sono le cellule procarioti e quelle eucarioti

Le cellule procariote non hanno un nucleo. Il materiale genetico circola libero nel citoplasma e. Più precisamente nel nucleoide. Esse non presentano organuli, eccetto i ribosomi deputati alla sintesi proteica. Sono anche di dimensione più piccole, avendo una struttura maggiormente semplice rispetto alle cellule eucariote. Tutti i batteri sono organismi unicellulari procarioti. Le cellule eucariote sono invece dotate di organuli e nucleo. Le alghe, autotrofi, i protozoi e eterotrofi sono organismi unicellulari eucarioti.

35

Vi indichiamo quattro tipi di riproduzione degli organismi unicellulari

Gli organismi unicellulari sopravvivono per fotosintesi, chiamata "cianobatteri", chemotrophy chiamata "achaea", ed eterotrofi, chiamata "ameba". Certi hanno flagelli e code piccole che usano per muoversi, che si chiamano anche "lobopods". La riproduzione degli organismi unicellulari potrà avvenire in quattro modi. Essi ve li descriviamo: riproduzione per gemmazione, significa che la cellula d'origine ne forma un'altra piccola e quest'ultima si stacca da quella principale. Riproduzione per coniugazione vuol dire se una cellula funge da maschio cedendo dei cromosomi ad un'altra cellula che funge da femmina. Riproduzione per scissione binaria, significa che la cellula si divide in due cellule che sono identiche tra loro. Infine riproduzione per copulazione quando due cellule si uniscono insieme formando uno zigote.

Continua la lettura
45

Vi spieghiamo come osservare gli organismi unicellulari piccoli

Se volete vedere osservando cioè gli organismi unicellulari piccoli, sarà indispensabile avere un microscopio elettronico. I procarioti ed certi funghi anche se sono unicellulari vivono in colonie, e ciascuna cella esegue processi vitali per sopravvivere. Gli organismi multicellulari invece, per sopravvivere hanno bisogno di comuni processi. La maggior parte degli organismi unicellulari sono di dimensioni microscopiche e sono classificati come microrganismi. Alcuni protisti unicellulari, ciò nonostante, e diversi batteri sono macroscopiche e li potrete vedere ad occhio nudo.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • utilizzo di un microscopio elettronico

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Appunti di microbiologia

La microbiologia è la scienza che studia i microrganismi, cioè tutti gli esseri pluricellulari, unicellulari o acellulari invisibili ad occhio nudo. Abituati alla complessità del nostro organismo, composto da miliardi e miliardi di cellule. Ci sembrerà...
Elementari e Medie

Scienze: differenze tra cellula procariote ed eucariote

Le cellule sono quelle piccole componenti che vanno a conformare la struttura di molti organismi viventi. Grazie alla citologia, una branca della biologia che studia la cellula ed il suo processo biologico, è possibile classificare diverse tipologie...
Università e Master

Appunti di biochimica: il Dna polimerasi

Prima di iniziare a capire nello specifico cos'è il DNA polimerasi e le sue proprietà, cerchiamo di comprendere cosa intendiamo dire col termine biochimica. La biochimica nasce dall'unione di due termini largamente usati in ambito scientifico, ovvero...
Università e Master

Botanica: università

Come ci ripetono fin dalle scuole elementari, anche le piante sono esseri viventi perché sono fatte come noi. Da un verso questa affermazione risulta essere esatta, poiché i vegetali sono in tutto e per tutto esseri viventi che crescono nel tempo e...
Università e Master

Appunti sul metabolismo cellulare

All'interno dei passi che comporranno questa guida, ci occuperemo di scienza, in quanto svilupperemo una tematica interna allo studio della biologia. Infatti, vi daremo alcuni appunti utili sul metabolismo cellulare. Cominciamo questo interessante percorso...
Superiori

Appunti sulle alghe marine

Le alghe marine fecero la loro prima apparizione sulla Terra circa tre miliardi di anni fa. Questi organismi viventi segnano il confine tra il regno vegetale e quello animale e si trovano sia in acqua dolci che salate. Un'alga è dunque un vegetale acquatico...
Superiori

Biologia: classificazione dei batteri

Entriamo nel mondo della biologia: quale è la classificazione dei batteri?. I batteri appartengono al regno dei Bacteria. Chiamati anche eubatteri, comprendono moltissimi micro organismi cellulari, i procarioti. Sono grandi appena qualche micrometro,...
Elementari e Medie

Come verificare che le piante si muovono

Tra i primi a notare che le piante fossero degli esseri viventi a tutti gli effetti fu Darwin, il quale osservandole ne rimase affascinato tanto da compierne degli studi. Anche le piante dunque sono si muovono e il loro motore propulsore è la luce. Le...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.